Home
Accesso / Registrazione
 di 

Sterrix, display OLED meglio dell’HD, 3D senza occhialini

televisione volumetrica

L’azienda tedesca Sterrix ha presentato i sui brevetti che riguardano la produzione di display OLED in auto-stereoscopia.

Questo termine significa che con l’occhi destro si vedono delle immagini e con quello sinistro delle altre, questo dà l’idea del 3D. in passato ne abbiamo avuto un’idea, ma i risultati non erano molto buoni. Ora con la nuova tecnologia si avranno display con altissime prestazioni, ancora meglio dei modelli in HD.

In pratica si tratta di dirigere i pixel ad un occhio oppure ad un altro, ma il modo più semplice sembra essere creare immagini 3D e utilizzare schermi e display volumetrici, su cui gli scienziati stanno lavorando. La risoluzione del display della Sterrix sarebbe di cento volte superiore a quella delle immagini HD e le immagini visibili da qualsiasi angolazione di visione e distanza.

In più avrebbe mille anime, o meglio processori online, per creare le necessarie prospettive. Il display utilizza una nuova struttura di pixel costituita da due tipi di questi: colorati i primi, adattati alla struttura dell’occhio i secondi. Il cervello umano poi, mettendoli insieme, genererebbe l’immagine spaziale e la visualizzazione sarebbe più comoda. Non si avrebbero mal di testa, fastidio agli occhi e le manifestazioni che a volte si hanno con l’uso degli occhialini per vedere in 3D. attualmente la Sterrix sta lavorando sulla produzione del prototipo.

 

 

Scrivi un commento all'articolo esprimendo la tua opinione sul tema, chiedendo eventuali spiegazioni e/o approfondimenti e contribuendo allo sviluppo dell'argomento proposto. Verranno accettati solo commenti a tema con l'argomento dell'articolo stesso. Commenti NON a tema dovranno essere necessariamente inseriti nel Forum creando un "nuovo argomento di discussione". Per commentare devi accedere al Blog

 

 

Login   
 Twitter Facebook LinkedIn Youtube Google RSS

Chi è online

Ci sono attualmente 3 utenti e 52 visitatori collegati.

Ultimi Commenti