Home
Accesso / Registrazione
 di 

Una sveglia luminosa - 5

sveglia luminosa progetto open source

Entrambe le situazioni si verificano a partire dall’impulso di comando dato dal primo al secondo microcontrollore, il che significa in pratica quanto segue: nel funzionamento da sveglia, all’ora impostata il circuito fa accendere gradualmente la lampadina per 15 minuti, quindi fa suonare l’avvisatore acustico; con SW1 a massa invece si usa il sistema come un timer, comodissimo ad esempio per far spegnere la luce della camera a partire da una certa ora, entro i soliti 15 minuti.

Ad esempio, se ci si addormenta leggendo basta impostare un orario al quale solitamente si prende sonno, tranquilli e sicuri che ad un certo punto la luce si spegnerà da sola, senza restare accesa inutilmente tutta la notte; lo spegnimento è progressivo perché se fosse brusco lo si potrebbe percepire e ci si potrebbe svegliare, annullando di fatto ogni vantaggio dato dal sistema. Bene, chiudiamo la descrizione dello schema esaminando l’alimentatore che fa funzionare il tutto: abbiamo previsto un trasformatore con primario collegato alla rete 220V e secondario da 15 volt; la tensione prodotta da quest’ultimo viene raddrizzata dal ponte a diodi PT1, che fornisce impulsi sinusoidali a C1 tramite il D1.

Notate che quest’ultimo serve per poter prelevare gli impulsi necessari al sincronismo del varialuce: se non ci fosse sarebbe impossibile avere zero volt ai capi del ponte, dato che l’elettrolitico si carica con essi assumendo una differenza di potenziale pressoché costante. U1 ricava quindi 12 volt stabilizzati utilizzati per il funzionamento dell’avvisatore acustico e del blocco di comando del triac, nonché per alimentare un secondo regolatore, U2, da cui si ottengono invece 5 volt, necessari al funzionamento della logica (eccetto U6) e del display LCD con rispettivo retroilluminatore a led.

REALIZZAZIONE PRATICA
Passiamo adesso alla parte riguardante la costruzione dell’orologio-sveglia, partendo subito dalla basetta stampata: su di essa prenderanno posto tutti i componenti, ed andrà realizzata per fotoincisione impiegando quale pellicola una copia della traccia lato rame illustrata in queste pagine a grandezza naturale; incisa e forata è pronta per il montaggio. Reperiti i componenti che servono, iniziate inserendo e saldando le resistenze e i diodi (attenzione alla fascetta sul corpo di questi ultimi, che ne evidenzia il terminale di catodo) quindi gli zoccoli per gli integrati, da posizionare preferibilmente ciascuno con la tacca dalla parte indicata nel disegno visibile in queste pagine.

Proseguite con il trimmer e i condensatori, badando alla polarità di quelli elettrolitici, quindi sistemate i quarzi, il cicalino (dotato di oscillatore e quindi avente una polarità...), i transistor (da posizionare come indicato nel disegno) e i regolatori di tensione: U1 deve stare con il lato metallico rivolto al cicalino BZ, mentre per U2 lo stesso lato deve guardare verso lo zoccolo del microcontrollore U5.

Passate al ponte raddrizzatore, anch’esso da posizionare secondo una precisa polarità, e sistemate il triac piegandone i terminali a 90° e infilandoli nei rispettivi fori dopo aver appoggiato il lato metallico ad un dissipatore (da 15÷18 °C/W) ed aver fissato il tutto allo stampato con una vite 3MA provvista di dado. Controllate bene il fissaggio del triac ad evitare falsi contatti e cortocircuiti involontari tra vite, eventuali rondelle, e piste sottostanti; rammentate che, una volta acceso il circuito, il dissipatore sarà in contatto elettrico con l’anodo A2 del triac, quindi sotto tensione di rete.

 

 

Scrivi un commento all'articolo esprimendo la tua opinione sul tema, chiedendo eventuali spiegazioni e/o approfondimenti e contribuendo allo sviluppo dell'argomento proposto. Verranno accettati solo commenti a tema con l'argomento dell'articolo stesso. Commenti NON a tema dovranno essere necessariamente inseriti nel Forum creando un "nuovo argomento di discussione". Per commentare devi accedere al Blog

 

 

Login   
 Twitter Facebook LinkedIn Youtube Google RSS

Chi è online

Ci sono attualmente 0 utenti e 54 visitatori collegati.

Ultimi Commenti