Home
Accesso / Registrazione
 di 

Una sveglia luminosa - 6

sveglia luminosa progetto open source

Per le connessioni con i pulsanti e con il deviatore, nonché per collegare la batteria, la lampadina e la rete, prevedete una serie di morsettiere a passo 5 mm da stampato, che salderete ciascuna in corrispondenza delle rispettive piazzole. A proposito di pulsanti, sono tutti di tipo normalmente aperto, unipolari, e potrete sceglierli con la massima libertà; il deviatore SW1 è un elemento unipolare a levetta, a slitta, o come lo avete a disposizione: anche in questo caso non vi sono particolari vincoli.

Quanto al trasformatore di alimentazione, dovete sceglierne uno del tipo per circuito stampato con primario 220V/50Hz e secondario da 13÷15 volt capace di erogare almeno 300 milliampère: l’elemento scelto deve avere ovviamente la stessa piedinatura di quello da noi previsto. Quanto al display LCD, abbiamo usato un Clover CDL4162 a 2 righe per 16 caratteri, retroilluminato con led verdi alimentati dal piedino da cui prende i 5 volt positivi; questo componente si monta verticalmente, con il vetro verso l’esterno dello stampato, e si collega alle rispettive piazzole con dei fili rigidi o con punte sezionabili a passo 2,54 mm inseriti nei fori e stagnati adeguatamente.

Ultimato il montaggio e controllato il tutto, si possono inserire gli integrati dual-in-line ciascuno nel proprio zoccolo, badando di far coincidere le tacche di riferimento; quanto ai microcontrollori, devono essere ovviamente già programmati e vanno inseriti ciascuno nel proprio zoccolo, senza sbagliare. Rammentate che U3 è il micro siglato MF115 mentre per U5 il codice è MF116. Sistemato il tutto potete accendere la sveglia semplicemente procurandovi un cordone di alimentazione, collegandone i due fili (neutro e fase) ai morsetti 220V dello stampato, e connettendo una lampadina da rete posta sul relativo portalampada ai punti LP; inserite quindi la spina del cordone in una presa alimentata, e vedrete accendersi il display, su sfondo verde.

Ricordate che il trimmer R2 permette di registrare accuratamente il contrasto delle scritte. Bene, sul display dovranno apparire a sinistra i simboli dell’orologio (in alto) e della campanella (sotto) ai quali sono associati rispettivamente i pulsanti P1 e P2; centralmente appare in alto la dicitura “SVEGLIA -> OFF” e sotto l’ora attuale, che inizialmente è 00:00. Se vedete quanto detto il circuito funziona bene. Il deviatore SW1 deve stare normalmente in posizione “spento” (UP) altrimenti la lampadina risulterà accesa. Per impostare l’ora basta premere per un istante P1, allorché il display visualizza in alto SETUP e sotto l’ora; a destra vi è il simbolo #.

Premendo P2 si sposta il cursore (lampeggiante sotto i caratteri della riga in basso...) e con P1 adesso si fa avanzare la cifra evidenziata: ad esempio se si sposta il trattino sotto l’ultima cifra dell’ora, 0 ad esempio, premendo tale pulsante si avanza una volta ad 1, poi a 2, 3, ecc. Una volta impostata l’ora, per uscire bisogna ripremere P2 tante volte fino a quando il cursore non va sotto il simbolo #, quindi si pigia P1. Sul display torna la situazione normale e l’ora è quella impostata. Per settare la sveglia si può quindi premere P2: il display visualizza “SVEGLIA -> OFF” sopra e sotto l’ora dell’ultima impostazione, ovvero quella attuale se non è stata fatta alcuna impostazione; accanto all’ora abbiamo un rettangolo e, sempre a destra, il solito simbolo #.

Come nel setup dell’orologio, a sinistra del display ci sono in alto il segno + e sotto la lettera M: posizionando, a montaggio ultimato, P1 in alto a fianco dell’LCD e P2 immediatamente sotto, indicano che il primo serve per far avanzare le cifre, e il secondo per spostare il cursore; insomma, come già visto per l’orologio. Una volta impostata l’ora di attivazione la sveglia non funziona a meno di non abilitarla, cosa che si fa premendo P2 fino a portare il cursore sotto il rettangolo, quindi agendo su P1 fino a far apparire al posto di questo la campanella: in concomitanza la riga in alto del display presenterà la dicitura SVEGLIA -> ON.

Ripremendo P1 torneranno il rettangolo e la dicitura SVEGLIA -> OFF, e via di seguito. Per uscire dall’impostazione della sveglia bisogna, al solito, premere P2 fino a far tornare il cursore sotto il segno #, quindi premere P1. Giunti a questo punto chiudiamo la descrizione del circuito ricordando che P3 serve per far spegnere la luce, mentre P4 la accende alla massima luminosità. Infine, per il contenitore della sveglia non diamo limiti: se metallico isolate bene la scheda dalle sue pareti, per evitare pericolosi cortocircuiti; sul pannello frontale montate il display e, alla sinistra di quest’ultimo, P1 sopra e P2 sotto, in modo da farli coincidere con i simboli dell’orologio e della campanella in funzionamento normale, e con + ed M nella programmazione. Per P3 e P4 scegliete voi la collocazione migliore. Se montate la batteria da 9V collegatela mediante una presa volante.

 

 

Scrivi un commento all'articolo esprimendo la tua opinione sul tema, chiedendo eventuali spiegazioni e/o approfondimenti e contribuendo allo sviluppo dell'argomento proposto. Verranno accettati solo commenti a tema con l'argomento dell'articolo stesso. Commenti NON a tema dovranno essere necessariamente inseriti nel Forum creando un "nuovo argomento di discussione". Per commentare devi accedere al Blog

 

 

Login   
 Twitter Facebook LinkedIn Youtube Google RSS

Ultimi Commenti