Home
Accesso / Registrazione
 di 

Teleallarme per auto - 3

Teleallarme per auto

LA CODIFICA UTILIZZATA: Il trasmettitore è codificato secondo lo standard Motorola MC1450xx, più precisamente con un encoder MC145026: questo integrato permette oltre 19.000 diverse combinazioni e consente una discreta sicurezza. La codifica è indispensabile per poter attivare con certezza solo la ricevente relativa al proprio antifurto; diversamente il ricevitore suonerebbe praticamente ad ogni disturbo, ogni volta che riceve un segnale a 433 MHz.

Il codificatore utilizzato in trasmissione stabilisce una sequenza di impulsi la cui posizione determina il codice; questi impulsi sono a livello logico 1 e ciascuno attiva il trasmettitore determinando l’invio di treni di segnale a 433,92 MHz tramite l’antenna collegata al piedino 11 dell’ibrido. Il codice che U2 deve produrre viene impostato sui suoi 9 piedini di codifica tramite un gruppo di dip-switch a tre stati: infatti ciascuno dei piedini di ingresso dell’MC145026 accetta gli stati logici 1 e 0, ma anche l’open, cioè la condizione di piedino isolato. Si noti anche che l’MC145026 è normalmente alimentato e produce continuamente i treni di impulsi costituenti il codice impostato dagli switch; viene acceso e spento solo il trasmettitore ibrido U3.

teleallarme_schema_elettrico_trasmettitore

Al piedino 11 del TX SAWBoost abbiamo previsto di collegare un bocchettone BNC adatto per connettere il cavo dell’antenna esterna. Al termine del tempo di eccitazione del relè (cioè trascorsi i 40 secondi) l’uscita di U1d torna a livello alto, quella di U1a si riporta a livello basso, e T1 torna interdetto lasciando ricadere il relè che quindi non alimenta più il trasmettitore U3.

Il circuito si riattiva se viene alimentato nuovamente l’ingresso di controllo (IN). Si noti che se il predetto ingresso rimane alimentato per oltre 40 secondi la trasmissione viene comunque bloccata; il monostabile si arresta ma non può resettarsi, dato che rimanendo a zero logico il piedino 9 della U1c il piedino 10 non può portarsi a zero anche se l’8 è già a livello alto. La trasmittente è alimentata direttamente con la tensione prelevata dalla batteria dell’automobile o, meglio, con la stessa batteria dell’antifurto a cui verrà collegata; il fusibile FUS1 protegge l’impianto elettrico da accidentali cortocircuiti, mentre D1 tutela il circuito nel caso venga inavvertitamente scambiata la polarità del collegamento di alimentazione (in tal caso il fusibile salta, perché D1 si comporta da cortocircuito). Andiamo quindi a vedere l’unità ricevente, in modo da capire cosa accade quando il sistema comunica l’allarme.

PER RIDURRE I CONSUMI

Prima di analizzare il circuito del ricevitore dobbiamo fare alcune considerazioni sul modo di funzionamento del circuito e, in particolare, sul sistema di riduzione del consumo realizzato con una logica che permette di accendere e spegnere periodicamente la sezione di radioricezione e decodifica con periodi di 5/10 secondi.

teleallarme_trasmettitore_in_pratica

In pratica per limitare il consumo di corrente a riposo lo stadio ricevente viene acceso ogni 10 secondi circa e rimane in funzione grosso modo per 5 secondi, dopodiché viene spento e ricomincia un nuovo ciclo. Dato che il consumo del dispositivo è praticamente nullo con il sistema di ricezione spento e che quest’ultimo, acceso, assorbe circa 3,5 mA, con un rapporto acceso/spento di 5/10 secondi abbiamo un consumo medio di poco superiore al milliampère.

Il kit è disponibile da Futura Elettronica

 

 

Scrivi un commento all'articolo esprimendo la tua opinione sul tema, chiedendo eventuali spiegazioni e/o approfondimenti e contribuendo allo sviluppo dell'argomento proposto. Verranno accettati solo commenti a tema con l'argomento dell'articolo stesso. Commenti NON a tema dovranno essere necessariamente inseriti nel Forum creando un "nuovo argomento di discussione". Per commentare devi accedere al Blog

 

 

Login   
 Twitter Facebook LinkedIn Youtube Google RSS

Chi è online

Ci sono attualmente 0 utenti e 29 visitatori collegati.

Ultimi Commenti