Home
Accesso / Registrazione
 di 

Teleallarme per auto - 6

Teleallarme per auto

Montate quindi il relè e il portafusibile sulla trasmittente, e la presa plug e l’interruttore di accensione sulla ricevente. Inserite e saldate i moduli ibridi: il TX SAWBoost va sulla trasmittente e il BC/NB va sulla ricevente; per entrambi esiste un solo verso di inserimento e comunque, per evitare sbagli, guardate le foto fatte ai prototipi. In ultimo inserite gli integrati nei rispettivi zoccoli avendo cura di far coincidere i loro riferimenti con quelli indicati nei disegni di montaggio.

Per fare bene le cose entrambe le unità vanno racchiuse in appositi contenitori: la trasmittente è bene stia in una scatola di metallo, alla quale fisserete un connettore BNC da pannello collegato, con uno spezzone di cavo UHF coassiale, ai punti ANT (il conduttore interno va al piedino 11 dell’U3 mentre lo schermo va alla massa vicina) della basetta; la scatola risulta quindi collegata a massa, il che garantisce una buona schermatura indispensabile per evitare disturbi che potrebbero innescare il trasmettitore facendovi correre inutilmente verso l’auto anche se l’antifurto non è scattato.

Per la connessione con l’antifurto e l’alimentazione utilizzate un connettore a 4 vie del tipo che preferite: un DIN a 5 poli va benissimo. Quanto alla ricevente, la scatola ideale è in plastica come quella illustrata dalle foto del prototipo, e contiene ovviamente un vano per la batteria di alimentazione. Se volete rendere più pratico il ricevitore fissate una clip alla scatola, in modo da fissarla alla cintura dei pantaloni come si fa con i cercapersone.

QUALI ANTENNE UTILIZZARE

Quanto alle antenne, per la trasmittente consigliamo di utilizzare un’antenna accordata a 433 MHz poggiata con un piccolo piano di massa (circa 15 cmq) e fissata alla cappelliera, vicino al lunotto posteriore; questa antenna va collegata con cavo coassiale (tipo RG58) ad un connettore BNC adatto al bocchettone montato all’uscita RF della scatola della trasmittente (rammentate che lo schermo del cavo va al piano di massa e all’esterno del connettore). Quanto alla ricevente, come antenna potete impiegare un pezzo di filo rigido di rame saldato al punto ANT (piedino 3 del modulo radio BC/NB) e ripiegato lungo il bordo interno del contenitore plastico (non usate contenitori in metallo perché limitano fortemente la ricezione) come si vede nelle foto del nostro prototipo.

teleallarme_unità_di_trasmissione

Per il collaudo e per il normale funzionamento ricordate che i dip-switch del DS1 posto sulla trasmittente vanno impostati esattamente come quelli del DS1 della ricevente: solo così il decoder della ricevente può riconoscere il segnale della trasmittente ed attivare il cicalino. Notate però che non tutte le combinazioni sono possibili: in particolare sappiate che il nono bit (ultimo dip-switch) del decoder MC145028 può assumere soltanto gli stati logici 1 e zero; non può quindi essere lasciato in mezzo (0). Regolatevi di conseguenza per il trasmettitore, tenendo comunque presente che impostando ad open (posizione centrale) lo switch 9 della trasmittente il decoder della ricevente vede il nono bit ad 1, cioè identifica l’open come livello alto. Questa limitazione del ricevitore MC145028 non pregiudica comunque l’affidabilità del sistema, che garantisce comunque circa 13.000 combinazioni.

Il kit è disponibile da Futura Elettronica

 

 

Scrivi un commento all'articolo esprimendo la tua opinione sul tema, chiedendo eventuali spiegazioni e/o approfondimenti e contribuendo allo sviluppo dell'argomento proposto. Verranno accettati solo commenti a tema con l'argomento dell'articolo stesso. Commenti NON a tema dovranno essere necessariamente inseriti nel Forum creando un "nuovo argomento di discussione". Per commentare devi accedere al Blog

 

 

Login   
 Twitter Facebook LinkedIn Youtube Google RSS

Chi è online

Ci sono attualmente 8 utenti e 43 visitatori collegati.

Ultimi Commenti