Home
Accesso / Registrazione
 di 

Il telefono segreto - 1

progetto open source Il telefono segreto

Siete assillati da chiamate di sconosciuti che vi infastidiscono a tutte le ore? Vi proponiamo un circuito che, collegato alla linea del telefono, risponde automaticamente senza però farlo notare a chi vi chiama, permettendovi di ascoltare cosa dice in attesa della vostra risposta. Da qualche tempo qualcuno vi ha preso di mira e continua a bombardarvi di silenziose telefonate anonime, e magari di insulti quando rispondete? Pensate che qualcuno al telefono vi si rivolga con rispetto solo quando sente la vostra voce, dicendovene di tutti i colori (del tipo: “li mortacc.... guarda se devo anche chiamarlo quello str...!) prima che gli rispondiate ?

Allora il circuito che proponiamo in queste pagine certamente può darvi una mano, un aiuto a smascherare i colpevoli anche di atti ben più gravi di qualche insulto. Perché il nostro circuito? Semplice, perché collegato in parallelo al vostro telefono risponde alle chiamate inviando in linea il tono di libero, un tono sintetizzato che farà pensare a chi vi ha chiamato che ancora non avete risposto; ciò vi permette di ascoltare in un altoparlante, al volume desiderato, quello che eventualmente dice il vostro interlocutore ignaro di essere segretamente ascoltato. In pratica chi vi chiama non si accorge che in realtà dalla vostra parte la linea è già stata presa, e che quindi potete ascoltarlo senza essere a vostra volta ascoltati. Il dispositivo che proponiamo è quindi molto utile non solo per smascherare furbi, voltafaccia, falsi amici, mogli e dipendenti infedeli, e simili, ma anche per avere indizi utili a identificare eventuali professionisti del “teledisturbo” o persone che ricattano o minacciano al telefono, e individui coinvolti in faccende poco pulite.

Insomma, il nostro dispositivo ha anche una funzione anticrimine, e può servire a fermare persone che tramano alle vostre spalle, che stanno organizzando una truffa, una rapina, un sequestro, ecc. Chiaramente il dispositivo è utile solo se il presunto malfattore si lascia sfuggire qualcosa di significativo al telefono (magari parlando con un eventuale complice al suo fianco) in attesa della vostra risposta; e ciò normalmente avviene, anche se questo genere di errore c’è da aspettarselo solamente dai dilettanti. Come tutti i sistemi, anche i più evoluti, il nostro ha un limite che, pur essendo trascurabile in molti casi, può renderlo inutile: se chi vi chiama lo fa da un telefono pubblico (chi ha cattive intenzioni difficilmente chiama dal telefono di casa, dal proprio cellulare, o comunque da un apparecchio ad esso riconducibile) o comunque da un apparecchio con il contascatti, può accorgersi che qualcosa non va; infatti, dato che per farvi ascoltare chi vi telefona il nostro circuito risponde alla chiamata in arrivo, il vostro interlocutore riceve un segnale che tradisce la presenza del dispositivo.

telefono_segreto_schema_elettrico

Sta poi ad esso interpretarlo. In pratica, quando il circuito risponde la centrale telefonica invia un impulso di tassazione udibile nella cornetta di chi chiama sotto forma di suono breve e acuto; questo impulso corrisponde allo scatto che la Telecom addebita subito dopo la risposta dell’utente chiamato. La cosa diviene ancora più evidente nei telefoni pubblici, perché ogni scatto determina l’acquisizione di un gettone, o la riduzione dell’importo della carta magnetica. Perciò una persona esperta potrebbe notare che c’è qualcosa di strano. Ma lasciamo adesso pregi e difetti del circuito per vedere come è fatto e come fa a svolgere la funzione che abbiamo descritto nelle righe introduttive.

Il kit è disponibile da Futura Elettronica

 

 

Scrivi un commento all'articolo esprimendo la tua opinione sul tema, chiedendo eventuali spiegazioni e/o approfondimenti e contribuendo allo sviluppo dell'argomento proposto. Verranno accettati solo commenti a tema con l'argomento dell'articolo stesso. Commenti NON a tema dovranno essere necessariamente inseriti nel Forum creando un "nuovo argomento di discussione". Per commentare devi accedere al Blog

 

 

Login   
 Twitter Facebook LinkedIn Youtube Google RSS

Chi è online

Ci sono attualmente 8 utenti e 53 visitatori collegati.

Ultimi Commenti