Home
Accesso / Registrazione
 di 

Telesoccorso sintesi vocale 1/4

Telesoccorso sintesi vocale progetto audio

Il termine “telesoccorso” identifica un particolare dispositivo capace di trasmettere a distanza, via radio o via telefono, una richiesta di soccorso. Il nostro apparecchio lavora in abbinamento ad una linea telefonica, viene attivato a distanza mediante radiocomando ed è in grado di comporre automaticamente un numero telefonico e, successivamente, di inviare in linea un messaggio vocale preregistrato. Questo dispositivo, come si intuisce dal nome stesso, consente a persone anziane o invalide di inviare una richiesta di aiuto via telefono a parenti, vicini di casa o strutture specialistiche, senza la necessità di raggiungere fisicamente il telefono.

In caso di un improvviso malore, la persona munita di telesoccorso potrà richiedere aiuto da qualsiasi punto della propria abitazione premendo semplicemente il pulsante di un piccolo trasmettitore tascabile. L’applicazione appena citata è quella più comune ma ciò non toglie che il nostro telesoccorso possa essere utilizzato in moltissime altre situazioni. Ad esempio, nelle attività a rischio di rapina quali gioiellerie, boutique o pelliccerie, il nostro sistema consente di richiedere l’intervento della Polizia senza farsi notare dal rapinatore mentre, in abbinamento ad un impianto antifurto, permette di segnalare a distanza l’intrusione di persone nei locali protetti. Le applicazioni di un telesoccorso sono dunque molteplici e sono tutte legate tra loro dalla stessa esigenza, anzi, da due: quella di inviare un messaggio a terzi e di avere la certezza che il messaggio sia stato ricevuto. A tale scopo, gli attuali dispositivi di telesoccorso ripetono più volte la chiamata oppure interpretano il segnale di libero o di occupato della linea telefonica, senza però garantire con certezza l’inoltro del messaggio.

Per rispondere a questa esigenza, abbiamo implementato nel nostro telesoccorso una particolare funzione denominata “tacitamento”. Il dispositivo dopo aver composto il numero di telefono e dopo aver inviato il messaggio vocale attende, per qualche secondo, una nota di risposta. Se la nota non arriva, il telesoccorso invia il messaggio di aiuto ad una seconda utenza telefonica. Se, anche questa volta, l’utente chiamato non risponde al messaggio di aiuto, il telesoccorso passa al successivo numero telefonico disponibile in memoria. Concludendo, il nostro sistema inoltra la richiesta di aiuto a tutte le utenze disponibili in memoria e ricicla in continuazione finché una di queste non risponde alla chiamata, nel qual caso disimpegna immediatamente la linea e si disattiva.

Questo progetto si distingue anche per l’alta affidabilità di funzionamento, ottenuta implementando nel circuito soluzioni tecniche d’avanguardia quali la sezione a radio frequenza in SMD, la logica di controllo a microcontrollore e la registrazione del messaggio in digitale su memoria non volatile. Inoltre, il dispositivo funziona anche in assenza della tensione di rete poiché munito di batteria tampone. Entriamo dunque nel vivo del progetto in questione analizzandone lo schema elettrico.

SCHEMA ELETTRICO

A prima vista, il circuito del telesoccorso può apparire piuttosto complesso. In realtà, esso contiene il minimo indispensabile per soddisfare le caratteristiche funzionali sopra citate. Possiamo suddividere il circuito del telesoccorso in quattro sezioni fondamentali: alimentazione, logica di controllo, sintesi vocale e stadio a radio frequenza. Analizziamo singolarmente ogni blocco partendo da quello di alimentazione a cui fa capo il trasformatore TF2. La tensione di rete a 220 volt viene applicata al primario di TF2, mentre la tensione disponibile sul secondario del trasformatore viene resa continua dal ponte di diodi PT1 e stabilizzata dai due condensatori C1 e C2.

telesoccorso_sintesi_vocali_schema

Il kit è disponibile da Futura Elettronica

 

 

Scrivi un commento all'articolo esprimendo la tua opinione sul tema, chiedendo eventuali spiegazioni e/o approfondimenti e contribuendo allo sviluppo dell'argomento proposto. Verranno accettati solo commenti a tema con l'argomento dell'articolo stesso. Commenti NON a tema dovranno essere necessariamente inseriti nel Forum creando un "nuovo argomento di discussione". Per commentare devi accedere al Blog

 

 

Login   
 Twitter Facebook LinkedIn Youtube Google RSS

Chi è online

Ci sono attualmente 18 utenti e 86 visitatori collegati.

Ultimi Commenti