Home
Accesso / Registrazione
 di 

La terapia della luce: come combattere la depressione

La terapia della luce regola i cicli circadiani e di conseguenza anche la produzione di certi ormoni

La terapia della luce consiste nel sottoporre i pazienti a fasci di luce brillante. Alcuni ricercatori hanno dimostrato che la terapia influisce sulla produzione di ormoni, aumentando la produzione di melatonina, l’ormone del sonno, e riducendo quella di cortisolo, l’ormone dello stress. Questo significa che la terapia della luce potrebbe essere efficace nella cura della depressione per i pazienti che non possono assumere farmaci.

L’influenza della luce sull’umore

La terapia della luce è nata con lo scopo di regolare i cicli circadiani, riproducendo l'intensità della luce solare. Ma cosa sono questi cicli circadiani? Numerosi eventi fisiologici sono regolati da questi ritmi periodici, influenzati dall'alternarsi della luce e del buio. La luce infatti influenza la capacità di incrementare e di ridurre la produzione di quegli ormoni che vanno ad agire sul'umore. La terapia della luce è un terapia non invasiva riconosciuta dall'American Psychiatric Association e dal National Institute of Mental Health: consiste in sedute da 20 minuti a 30 minuti, divise in cicli di sei giorni. Glu effetti sono quasi immediati anche se necessitano di almeno una decina di sedute per consolidarsi.

Un gruppo di medici nei Paesi Bassi suggerisce che la terapia della luce possa essere un trattamento utile per i sintomi della depressione nella maggior parte degli adulti più anziani. La ricerca è stata pubblicato negli Archives of General Psychiatry.

Il trial è stato eseguito da un team guidato dal Dr. Ritsaert Lieverse di inGeest GGZ e la VU University Medical Center di Amsterdam, che ha studiato 89 adulti di 60 anni a cui era stata diagnosticata la depressione clinica (chiamata anche depressione maggiore o disturbo MDD), circa la metà dei quali sono stati assegnati in modo casuale alla fototerapia per tre settimane.

La terapia ha portato i pazienti a passare un'ora ogni mattina con lo stesso tipo di dispositivo di terapia della luce come quello utilizzato per il trattamento del disordine affettivo stagionale, che è un tipo di depressione legata alle stagioni, come l'inverno, quando le giornate sono più brevi e le persone sono esposte a meno luce naturale. Il gruppo di controllo ha usato una scatola di luce che emetteva una debole luce rossa (50 lux) piuttosto che la luce brillante azzurra (7500 lux) della finestra di luce-terapia.

Terapia della luce vs antidepressivi

I risultati dello studio hanno mostrato che la terapia con la luce ha dato miglioramenti rispetto ai pazienti di controllo, e che i miglioramenti erano confrontabili con l'uso di farmaci antidepressivi. I miglioramenti sono stati misurati utilizzando lo standard di Hamilton, Scale for Depression. Il gruppo sottoposto a luce-terapia ha anche mostrato di sera un livello aumentato dell’ormone del sonno, la melatonina, e una diminuzione dei livelli di cortisolo, l'ormone dello stress.

Il gruppo sottoposto alla terapia della luce ha continuato a migliorare per le tre settimane dopo il trattamento, con il 54 per cento dei pazienti che ha vissuto un miglioramento dei sintomi, rispetto al 33 per cento del gruppo di controllo.

Altre ricerche hanno dimostrato che la luce influenza i livelli di alcune sostanze chimiche nel cervello, come la serotonina, che è implicata in alcune forme di depressione. La luce sembra anche influenzare le stesse aree del cervello oggetto di farmaci antidepressivi.

Il Dr. Lieverse ha detto che i risultati degli esperimenti offrono speranza per le tante persone anziane che non ricevono o che rifiutano il trattamento con farmaci antidepressivi, e per coloro che sperimentano gravi effetti collaterali. Ha detto che gli anziani sono più predisposti agli effetti collaterali rispetto ai pazienti più giovani. La terapia della luce può anche essere utile come terapia aggiuntiva per i pazienti per i quali i farmaci sono inefficaci.

Il Dr. Lieverse ha sottolineato che la depressione maggiore è una malattia grave e che le persone con sintomi non dovrebbero curarsi da sole, anche se esistono dei farmaci leggeri disponibili senza prescrizione medica. La terapia della luce non può essere opportuna per persone con patologie oculari come la retinopatia diabetica, e può causare effetti collaterali quali nausea, cefalea, irritabilità e affaticamento della vista in alcuni individui.

 

 

Scrivi un commento all'articolo esprimendo la tua opinione sul tema, chiedendo eventuali spiegazioni e/o approfondimenti e contribuendo allo sviluppo dell'argomento proposto. Verranno accettati solo commenti a tema con l'argomento dell'articolo stesso. Commenti NON a tema dovranno essere necessariamente inseriti nel Forum creando un "nuovo argomento di discussione". Per commentare devi accedere al Blog

 

 

Login   
 Twitter Facebook LinkedIn Youtube Google RSS

Chi è online

Ci sono attualmente 8 utenti e 77 visitatori collegati.

Ultimi Commenti