Tesi di Laurea sullo studio sulle interazioni e sugli effetti delle radiazioni sul corpo umano

studio sulle interazioni e sugli effetti delle radiazioni sul corpo umano

Con il termine “Compatibilità Elettromagnetica” (“Electromagnetic Compatibility”, o EMC) s’intende indicare tutti quei fenomeni che derivano dalle interazioni tra campi elettrici, magnetici ed elettromagnetici e l’ambiente circostante, in particolar modo qualora queste siano indesiderate.

L’attenzione è, quindi, posta alle funzioni di generazione, trasmissione e ricezione non intenzionale di energia, sotto forma di onda elettromagnetica, in relazione agli effetti indesiderati che queste possono comportare. L’obiettivo che ci si pone, nell’ambito di questa disciplina, è di garantire il corretto funzionamento di quegli apparati che coinvolgono, impongono, comportano od implementano il verificarsi di fenomeni elettromagnetici in prossimità di materiale biologico.

Gli apparati elettronici qui in esame sono le stazioni per la telefonia mobile e gli stessi dispositivi cellulari. Questi, o per meglio dire, quelle radiazioni che utilizzano per funzionare, e cioè radiazioni alle microonde, possono essere ritenute responsabili di una serie di effetti biologici.

Per effetto biologico si intende la risposta dell’organismo umano ai campi elettromagnetici. Tale risposta è sensibilmente dipendente dalla frequenza degli stessi. I meccanismi di interazione con i tessuti biologici e con gli organi variano, infatti, sostanzialmente nelle diverse regioni dello spettro elettromagnetico, in relazione a quelle che sono le caratteristiche e le proprietà costitutive degli stessi tessuti. Gli effetti biologici chiaramente documentati non sono necessariamente nocivi: alcuni possono essere benefici, altri non avere conseguenze dannose o particolarmente nocive ed altri, infine, provocare danni alla salute, traducendosi, così, in effetti sanitari, ovvero quelli che vogliamo analizzare in questa sede.

La definizione di effetto sanitario si può ricondurre al verificarsi dell’insorgere di una condizione patologica acuta. Nel caso specifico, questa eventualità può essere conseguenza diretta dell’esposizione, soprattutto se cronica, a campi elettromagnetici.
Le radiazioni che saranno qui prese in esame si trovano, osservando lo spettro elettromagnetico, molto “in basso”, ovvero corrispondono a valori di frequenza non particolarmente elevati. Ciò comporta che, rispetto ai raggi gamma (emessi da materiali radioattivi durante il decadimento), ai raggi X o alle radiazioni cosmiche, quelli in esame non contengano sufficiente energia per rompere, od inficiare, i legami che tengono unite le molecole delle cellule; questa impossibilità a produrre ionizzazione, conferisce loro il nome di “radiazioni non-ionizzanti” (cioè i cui fotoni non hanno sufficiente energia per rompere legami atomici creando, così, ioni “liberi”).

L’intento della mia tesi di laurea è quello di analizzare gli effetti derivanti dalle interazioni tra le radiazioni in oggetto ed il corpo umano in generale, ma più nello specifico verrà posto l’accento su ambedue gli apparati genitali e su eventuali danni che questi possono causare prima e dopo il concepimento.

L’idea per questo studio nasce dall’osservazione di un fenomeno quotidiano: mi sono reso conto di riporre il cellulare nella tasca dei pantaloni. Ho notato, in un secondo momento, che questo gesto è largamente diffuso e così mi sono chiesto: “Quali controindicazioni o effetti nocivi può avere l’adozione di una simile abitudine?”.
A tal proposito, porrò l’accento su quali danni possano derivare da questo insignificante, piccolo gesto abituale e a quali rischi siamo sottoposti giornalmente non solo per effetto delle nostre azioni ma per diretta conseguenza di uno dei più eclatanti fenomeni di massa, di moda e di mercato, quale indubbiamente è la diffusione dei dispositivi di telefonia mobile.

Inoltre, particolare attenzione verrà posta nei confronti delle modificazioni che possono occorrere a livello cellulare ad opera delle onde elettromagnetiche. A tal proposito, verrà analizzata la struttura di una rete di comunicazioni GSM per avere un’idea più chiara del perché possano essere le antenne fisse, piuttosto che gli apparecchi cellulari, a destare preoccupazioni e timori della popolazione rispetto all’esposizione a queste radiazioni.

Per poter analizzare compiutamente tutto questo, in tutti i molteplici aspetti di cui si compone questo studio, sarà necessario analizzare il corpo umano ed i meccanismi che permettono la regolazione della temperatura. Passeremo, poi, ad un’analisi morfologica e funzionale degli apparati genitali. Per poter, poi, comprendere a pieno quali siano i meccanismi ed i fenomeni di natura elettrica che effettivamente interagiscono con le onde elettromagnetiche, e la cui interazione sostanzia il problema, analizzeremo la riposta bioelettrica della cellula e la composizione e costituzione dello stimolo elettrico nel corpo umano.

Successivamente, tratteremo in maniera approfondita la strutturazione e il funzionamento degli apparati di trasmissione GSM, descrivendo e verificando come lavorano e quali sono le leggi in materia che regolamentano le emissioni della stessa rete.

Fatto questo, sarà fondamentale individuare e descrivere delle metodologie operative e dei metodi computistici, e simulativi, per l’analisi del problema ed il prosieguo della ricerca in merito.

A valle, verrà analizzata una serie di studi che si sono susseguiti negli anni, e che costituiscono lo stato dell’arte sulla ricerca in materia, in modo da quantificare e qualificare le interazioni tra materiale biologico e radiazioni elettromagnetiche, verificando se e quanto il grado di apprensione è legittimo o meno.

Questa tesi, in conclusione, verterà su:

    anatomia e risposta bioelettrica della cellula;
    struttura ed emissioni della rete GSM;
    metodi numerici per lo studio della propagazione delle onde nel corpo umano;
    problematiche risultanti dall’esposizione alle radiazioni GSM.

Compatibilità Elettromagnetica. Tesi di Laurea

Sommario

La compatibilità elettromagnetica e la regolazione della temperatura del corpo umano

Apparato genitale maschile e le interazioni e sugli effetti delle radiazioni

Apparato genitale femminile e le interazioni e sugli effetti delle radiazioni

Comportamento bioelettrico della cellula

Le equazioni di Nernst e gli effetti delle radiazioni sul corpo umano

Il sistema GSM e le interazioni delle radiazioni sul corpo umano

Le radiazioni delle antenne

Analisi delle radiazioni su campi vicini e lontani

Studio sulle interazioni e sugli effetti delle radiazioni sul corpo umano: normative di riferimento

Radiazioni di un cellulare

Cella di Yee e il metodo degli elementi al contorno

Studio sugli effetti delle radiazioni sul corpo umano: effetti biologici ed effetti sanitari

Tipo di emissioni

Effetti delle radiazioni sui tessuti biologici

Applicazioni mediche e tecniche

Analisi degli studi e delle problematiche

Gli effetti dell’uso dei telefoni cellulari sul corpo umano

Gli effetti dell’uso dei cellulari in automobile

Tesi di Laurea sullo studio sugli effetti delle radiazioni sul corpo umano: conclusione e bibiografia

19 Comments

  1. divivoma 29 settembre 2011
  2. telegiangi61 29 settembre 2011
  3. Piero Boccadoro Piero Boccadoro 29 settembre 2011
  4. divivoma 29 settembre 2011
  5. LUIGI PAPALEO 29 settembre 2011
  6. stefano88 29 settembre 2011
  7. Piero Boccadoro Piero Boccadoro 29 settembre 2011
  8. Piero Boccadoro Piero Boccadoro 29 settembre 2011
  9. divivoma 29 settembre 2011
  10. Piero Boccadoro Piero Boccadoro 29 settembre 2011
  11. Piero Boccadoro Piero Boccadoro 29 settembre 2011
  12. Piero Boccadoro Piero Boccadoro 29 settembre 2011
  13. divivoma 29 settembre 2011
  14. Piero Boccadoro Piero Boccadoro 29 settembre 2011
  15. Piero Boccadoro Piero Boccadoro 29 settembre 2011
  16. lucagiuliodori 30 settembre 2011
  17. LUIGI PAPALEO 30 settembre 2011
  18. Francesco12-92 2 ottobre 2011
  19. Piero Boccadoro Piero Boccadoro 15 ottobre 2011

Leave a Reply