Home
Accesso / Registrazione
 di 

Test di PcWorld del dispositivo GPS del Motorola Droid

dipositivo GPS del Motorola Droid

Pc World ha testato il dispositivo GPS di due degli smartphone più capaci sul mercato: 3GS iPhone di Apple (AT & T) e il Motorola Droid (Verizon), testandoli per le strade di San Francisco. Oggi, descriveremo le prestazioni del dispositivo GPS del Motorola Droid (Verizon), e del programma Android integrato, e vedremo perché, al test, vince sul dspositivo GPS dell’IPhone e del suo Tom Tom.

PcWorld ha preso il Droid e il 3GS iPhone e li ha testati per le strade di San Francisco. Con la stessa destinazione su ogni dispositivo, hanno preso strade sbagliate, cambiato direzione, tenendo d'occhio ogni unità, rilevando le differenze tra i dispositivi GPS.
Il software di navigazione Google Android gira all'interno del telefono cellulare Motorola Droid, a differenza dell'applicazione per iPhone TomTom, che è un programma indipendente di navigazione.

Le funzioni dell’Android sul dipositivo GPS del Droid

All’inizio del viaggio, la maschera che si presenta non è, come succede di solito, quella di inserimento della destinazione, ma una che mostra una vista dall'alto della posizione corrente dell’auto. Per iniziare la navigazione, si preme il pulsante di menu nella applicazione di Google Maps per poi andare su Indicazioni. Da lì, viene presentato con un campo per inserire la destinazione, e la possibilità di selezionare le opzioni per spostarsi in auto, con i mezzi pubblici, oppure a piedi.

Le differenze tra la navigazione pedonale e la navigazione automobilistica può essere significativa, tanto più che i pedoni non sono limitati dalle strade a senso unico o da sentieri che sarebbero inaccessibili in auto. Avendo la possibilità di scegliere tra queste modalità, questo è un punto sicuramente a favore di Google Maps, rispetto al Tom Tom dell’Iphone. Aggiungete a ciò la possibilità di compilare automaticamente un elenco di autobus, traghetto e itinerari in treno completo di informazioni riguardo gli orari, e avete già ottenuto la migliore esperienza di navigazione su qualsiasi telefono cellulare.

La navigazione col dipositivo GPS del Droid

La navigazione in sé è risultata ottima. Il dispositivo GPS del Droid è riuscito a mantenere un segnale GPS in tutta la prova, anche nei momenti in cui l'iPhone, che è stato messo a confronto con questo cellulare per lo stesso percorso, ha perso la comunicazione con i satelliti. Il Droid ha stabilito la connessione più rapidamente dell'iPhone, e corretto la sua direzione più rapidamente dell'iPhone, ogni volta che chi ha eseguito il test ha preso una strada sbagliata o ha in altro modo deviato dalle sue istruzioni.
In un paio di occasioni, le direzioni dei due dispositivi GPS sono state diverse. Anche se giudicare l'efficienza delle direzioni è inevitabilmente soggettiva, il copilota e due degli esperti di Pc World hanno convenuto che la scelta del Droid, a grandi linee, è stata un po' migliore di quella dell'iPhone. Google Maps include anche le informazioni sul traffico in tempo reale, il che aggiunge un vantaggio notevole, perché permette di vedere quali tratti del viaggio sono suscettibili di provocare ritardi. Arrivato a destinazione, Google Maps ha coronato la sua corsa mostrando, con una immagine di Google Street View, l'indirizzo di arrivo.

Il dipositivo GPS del Droid vince il confronto con quello dell’iPhone

Entrambi, il TomTom per iPhone e il Google Maps per Android, sono ottimi dispositivi GPS. Tuttavia, non è stato difficile per Pc World scegliere un vincitore in questa prova di forza.
Il Droid è gratis, e il software built-in è così ben integrato con Google Maps che offre un'esperienza di navigazione senza soluzione di continuità. L'iPhone semplicemente non può competere in questo momento. Anche se piaceva la semplicità delle immagini 3D del TomTom, meglio le immagini un po 'più complesse del Droid. Alla fine, lo strumento di navigazione Android è stato semplicemente superiore, senza contare poi ciò che più conta - il prezzo.

 

 

Scrivi un commento all'articolo esprimendo la tua opinione sul tema, chiedendo eventuali spiegazioni e/o approfondimenti e contribuendo allo sviluppo dell'argomento proposto. Verranno accettati solo commenti a tema con l'argomento dell'articolo stesso. Commenti NON a tema dovranno essere necessariamente inseriti nel Forum creando un "nuovo argomento di discussione". Per commentare devi accedere al Blog

 

 

Login   
 Twitter Facebook LinkedIn Youtube Google RSS

Chi è online

Ci sono attualmente 35 utenti e 99 visitatori collegati.

Ultimi Commenti