Home
Accesso / Registrazione
 di 

Test di PcWorld del dispositivo GPS di 3GS iPhone di Apple vs il Motorola Droid

dipositivo GPS dell’iPhone

Pc World ha testato il dispositivo GPS di due degli smartphone più capaci sul mercato: 3GS iPhone di Apple (AT & T) e il Motorola Droid (Verizon), testandoli per le strade di San Francisco. Oggi, descriveremo le prestazioni del dispositivo GPS dell’iPhone, e del programma TomTom per iPhone, il cui download è indispensabile, ma opzionale, e da App Store costa 100 dollari.

Pc World si è preso la briga di testare il dispositivo GPS di due degli smartphone più capaci sul mercato: 3GS iPhone di Apple (AT & T) e il Motorola Droid (Verizon). Entrambi dispongono di ricevitori GPS.

Queste le differenze di partenza: mentre il Droid viene fornito di un built-in di navigazione di Google Maps per Android 2.0, lo strumento più avanzato di iPhone GPS è il TomTom per iPhone, il cui download da App Store costa 100 dollari.

Per il test, PcWorld ha preso il Droid e il 3GS iPhone e ha fatto un giro per le strade di San Francisco. Con la stessa destinazione su ogni dispositivo, hanno preso strade sbagliate, cambiato direzione, tenendo d'occhio ogni unità, rilevando le differenze tra i dispositivi. Oggi, descriveremo le prestazioni del dispositivo GPS dell’iPhone.

Le funzioni del dipositivo GPS dell’iPhone

L’iPhone, per poter sfruttare al meglio le sue funzioni GPS, richiede la spesa di 100 dollari, a parte, per il TomTom, ma dà all'iPhone una marcia in più rispetto agli altri dispositivi GPS.

Il programma supporta l'iPhone 3G e 3GS, e può essere utilizzato anche sull’iPod Touch, con l'opzionale TomTom Car Kit (120 $). L'applicazione occupa ben 1.3GB di memoria incorporata del telefono cellulare, un peso non trascurabile su 16GB di memoria totale.

TomTom per iPhone utilizza la navigazione 480 per 320 touchscreen appieno, la voce-guida, ed entrambe le mappe 2D e 3D. Nella schermata principale permette di scegliere tra alcune opzioni: è possibile immettere un indirizzo di destinazione, selezionare una destinazione utilizzata di recente, la ricerca di un punto di interesse, selezionare un punto sulla mappa, o prendere un indirizzo dalla lista di contatti.

Notevole, in particolare, l'interfaccia per l'inserimento di indirizzi di incrocio. L'applicazione restringe l'elenco delle strade includendo solo quelli che incrociano la strada principale inserita. In una grande città, questo semplifica notevolmente inserimento della destinazione, dato che non è necessario scorrere l'elenco apparentemente infinito di strade.

La prova su strada del dipositivo GPS dell’iPhone

Sulla strada, le mappe 3D del TomTom offrono una visione chiara del percorso senza dare al guidatore la necessità di spostare gli occhi dalla strada per molto tempo. Nel frattempo, la guida vocale include informazioni utili circa la distanza dalla svolta successiva. Durante il percorso di sono state difficoltà di ricezione del segnale GPS. Questi si sono verificati soprattutto in stretti vicoli.

Il Droid, però, non ha dato segni di perdita di segnale in tali punti, e continuava a navigare senza interruzione per tutta la prova. Non si sa se questa differenza di continuità del segnale GPS è dovuto alle differenze tra i dispositivi hardware GPS o dai limiti di tolleranza per la perdita di segnale delle applicazioni. Ma il TomTom per iPhone è stato certamente un po' meno efficace del Droid a mantenere un buon orientamento per la città.

I vantaggi dei kit opzionali per l’utilizzo del dispositivo GPS dell’iPhone

Entrambi i telefoni cellulari sono stati testati senza alcun hardware opzionale, come ad esempio un dispositivo di montaggio o un kit per auto. Tuttavia, gli utenti che optano per il TomTom Car Kit dovrebbero sicuramente trarne indubbio giovamento, per l’utilizzo del loro dispositivo GPS nell’iPhone, in quanto il kit per auto è dotato di un dispositivo GPS a parte, superiore a quello dell’iPhone. In particolare, è caratterizzato da un design più robusto dell’ antenna.

 

 

Scrivi un commento all'articolo esprimendo la tua opinione sul tema, chiedendo eventuali spiegazioni e/o approfondimenti e contribuendo allo sviluppo dell'argomento proposto. Verranno accettati solo commenti a tema con l'argomento dell'articolo stesso. Commenti NON a tema dovranno essere necessariamente inseriti nel Forum creando un "nuovo argomento di discussione". Per commentare devi accedere al Blog

 

 

Login   
 Twitter Facebook LinkedIn Youtube Google RSS

Chi è online

Ci sono attualmente 6 utenti e 51 visitatori collegati.

Ultimi Commenti