Home
Accesso / Registrazione
 di 

Test e misurazione non hanno più segreti [Elettronica Fai-da-Te]

test

Per iniziare bene con l'elettronica è fondamentale avere chiari i concetti di test e misurazione, verifica e funzionamento dei singoli componenti ma anche dei sistemi. Oggi vi proponiamo, in questo spazio "educational", un kit pensato apposta per tutti coloro che stanno iniziando.

È da diverso tempo che abbiamo iniziato a proporvi soluzioni mirate e studiate apposta per chi comincia e ha bisogno di aver chiare le basi dell'elettronica, del suo funzionamento e ha necessità di imparare a sapersi muovere. Ne abbiamo già parlato ultimamente, proponendovi alcuni kit per fare esperimenti.
Quello di cui ci occupiamo oggi è imparare a fare misurazioni, test e verifica.

E lo facciamo parlando di questo interessantissimo prodotto: Pacchetto di apprendimento di base per tecniche di misurazione e verifica.

Il motivo per cui ci pare molto interessante è che sarà facile comprendere ed applicare le tecniche di misurazione verifica grazie ad una serie di esempi mirati e studiati apposta per proporvi le prime e più elementari difficoltà cui far fronte.

Supponete di essere davanti al televisore e di voler cambiare canale e che il vostro telecomando sembri non inviare alcun tipo di indicazione al televisore. Non è necessariamente vero che si sia rotto. La cosa più importante alla quale dovete pensare è che le batterie potrebbero essere scariche.
Ecco qualcosa che vi verrà in mente soltanto quando avrete un po' di pratica: utilizzare un multimetro per effettuare la verifica del livello di carica delle vostre batterie.
Bisogna dirgli di indicare un valore in Volt, controllare il fondo scala e poi utilizzare i puntali per confrontare il valore letto con quello nominale della carica della vostra batteria.

Sembra una considerazione banale ma col tempo scoprirete che questo genere di meccanismi mentali sarà quello che farà la differenza tra chi ha capito, sa muoversi, riesce ad analizzare il problema e chi invece ha ancora diverse cose da imparare.

Anche saper leggere il valore di una resistenza è cosa molto importante, saper decifrare il codice a colori, interpretando correttamente anche la tolleranza.
Ed altrettanto vale per componenti quali diodi, condensatori e così via dicendo.
Altro aspetto da non sottovalutare è il fatto che verranno indicati anche i sinboli con cui rappresentare i vari componenti circuitali, il che è fondamentale per saper leggere gli schematici.

Il kit, a questo scopo, include 14 componenti e cercherà, oltre le batterie, di insegnare i concetti fondamentali attraverso 20 passi fondamentali.
Molti esperimenti pratici, anche illustrati, vi aiuteranno ad imparare a misurare tensioni, correnti, effettuare misure di resistenza ma anche verificare il funzionamento di un transistor oppure di un LED.

Per poter effettuare una misura, come accennavamo in precedenza, sarà importante tenere a mente anche i criteri di sicurezza. Imparerete che la certificazione CAT "decide" la portata e che per fare una misura bisogna essere consapevoli dei rischi prima di procedere.
I dispositivi elettronici si dividono in diverse categorie che identificano l'idoneità all'utilizzo ed alla verifica in funzione della possibilità che si verifichino pericolose sovratensioni.
Nella CAT II, per esempio , rientrano tutti gli strumenti che consentono l'utilizzo con carichi monofase e sono compresi gli elettrodomestici e tutti gli utensili portatili. I multimetri in questa categoria sono quelli dell'elettronica fai da te. I CAT III, invece, sono predisposti per l'impiego in reti di distribuzione trifase e nell'illuminazione commerciale. I CAT IV, in ultimo, sono adibiti all'uso su linee trifase di centrali oppure industrie.

Tra i tanti esperimenti che potrete fare, naturalmente, non potrà mancare la valutazione del consumo di potenza, e quindi la misurazione in Watt della potenza dissipata, per esempio da un resistore che sia magari il carico di una semplice configurazione emettitore comune.

E così, grazie alle competenze ed alle conoscenze acquisite, potrete essere in grado di stabilire voi stessi se alcuni componenti all'interno di un sistema, anche complicato, funzionano correttamente oppure no.

Tra gli esperimenti proposti ci saranno, per esempio, la misura di resistenze e condensatori disposti sia in serie si è in parallelo, la misurazione della temperatura e così via dicendo.

Il prezzo? Assolutamente concorrenziale! Stiamo parlando di € 8,16.

In allegato le istruzioni in italiano.

AllegatoDimensione
192290.pdf1.23 MB

 

 

Scrivi un commento all'articolo esprimendo la tua opinione sul tema, chiedendo eventuali spiegazioni e/o approfondimenti e contribuendo allo sviluppo dell'argomento proposto. Verranno accettati solo commenti a tema con l'argomento dell'articolo stesso. Commenti NON a tema dovranno essere necessariamente inseriti nel Forum creando un "nuovo argomento di discussione". Per commentare devi accedere al Blog
ritratto di Giorgio B.

Devo ammettere che il prezzo

Devo ammettere che il prezzo è davvero interessante.
Probabilmente il miglior motivo per avere questo prodotto.
Molto utile!

ritratto di Tiziano.Pigliacelli

E soprattutto...

E soprattutto grazie per la traduzione in italiano delle istruzioni!!!

ritratto di Piero Boccadoro

Le vostre segnalazioni fanno

Le vostre segnalazioni fanno crescere questa comunità! :)
E se noi le riportiamo all'esterno è uno stimolo anche per gli altri ad essere più precisi, più puntuali, più corretti...
Si instaura un circolo virtuoso che migliora i contenuti e la capacità di offrire servizi!

Anche questo è Open Source!!

Almeno per noi ;)

ritratto di adrirobot

Ottima idea

Ottima idea l'uso del multimetro è alla base di ogni esperimento di elettronica.
Mi ricordo il primo multimetro che ho utilizzato, era di tipo rigorosamente analogico con un bel quadrante a lancetta con uno specchio per evitare errori di parallasse.
Per scegliere la grandezza da misurare e il fondo scala occorreva inserire i puntali nella giusta apertura, e se si sbagliava, si rischiava di far andare a sbattere la lancetta a fondo scala.
Adesso con quelli digitali è tutto molto più semplice, oltre alle normali misure (tensione, resistenza, corrente) permettono misure di capacità, di temperatura con sonda K, di frequenza e Duty Cycle, di guadagno per i transistor e altro ancora.
Perciò a completamento del kit proporrei un bel Multimetro Digitale, magari come quello proposto come premio per questo mese
http://it.emcelettronica.com/review4u-20-i-premi-palio-aumentano

ritratto di Marven

Ciao a tutti Il multimetro

Ciao a tutti
Il multimetro citato da Adriano assomiglia tanto al 680R, che utilizzo ancora volentieri (e prima ancora utilizzavo il 680G), chi è avanti con gli anni si ricorderà sicuramente del vecchio e glorioso Supertester... :-)
Ma parliamo del kit, quoto in tutto Adriano e trovo che sia un'idea eccezionale, soprattutto perchè potrebbe essere la base di lancio per un prodotto che offre molto di più e mi riferisco a qualcosa tipo microlab (o Minilab che è stato presentato tempo fa anche da NE).
In pratica, tanti moduli funzionanti ognuno in standalone, ma che collegati tra loro compongono un "laboratorio" per fare moltissimi esperimenti.
Venduti singolarmente, così ognuno potrà potenziarlo in base alle necessità.
Qualche esempio:
1 modulo alimentatore variabile di piccole pretese
1 modulo display
1 modulo generatore d'impulsi
1 modulo generatore di BF
1 modulo pulsanti e deviatori
magari anche un piccolissimo amplificatore di BF
etc etc

 

 

Login   
 Twitter Facebook LinkedIn Youtube Google RSS

Chi è online

Ci sono attualmente 1 utente e 40 visitatori collegati.

Utenti online

Ultimi Commenti