Test set. Un versatile “prova tutto” 1/2

Test set. Un versatile "prova tutto"

Il laboratorio del principiante è sempre povero di strumentazione adatta a controllare i molteplici circuiti che si realizzano, ma anche i laboratori più sofisticati, alcune volte necessitano di strumentazione semplice da tenere a portata di mano. Da queste semplici considerazioni è nato questo TEST SET, che in un unico strumento racchiude alcuni circuiti standard, applicati all’interno di apparecchi commerciali o autocostruiti.

Questo strumento è in grado di controllare un circuito di radio frequenza, di media frequenza e di bassa frequenza; è in grado inoltre di controllare circuiti autocostruiti seguendo passo passo i vari assemblaggi, verificando immediatamente se quanto è stato costruito fino a quel momento funziona regolarmente e quindi se siamo in grado di proseguire la nostra realizzazione o, in caso contrario, di controllare eventuali errori magari difficili da riscontrare una volta che il circuito sia stato completamente terminato. Il TEST SET racchiude circuiti che si trovano normalmente in molti apparecchi commerciali come radio AM FM OC e ricetrasmettitori. Lo sperimentatore, potrà facilmente controllare eventuali difetti presenti negli apparecchi sotto esame: andando ad applicare un circuito supplementare con caratteristiche simili all’originale, in modo da verificare se quello all’interno dell’apparecchio funziona regolarmente.

Media_frequenza_10_7MHz

Elenco_componenti_10_7_MHz

I diversi circuiti del TEST SET sono stati assemblati su schede millefori che, oltre a facilitarne la costruzione, consentono un facile adattamento dei componenti che si hanno sottomano, come medie frequenze, relè ecc. Ipotizziamo pertanto di voler costruire un ricevitore supereterodina, che, come si sa, è formato da diversi circuiti. Utilizzando il TEST SET si potrà verificare, prima di portare a termine tutta la realizzazione, se quanto si sta costruendo risponde alle nostre esigenze e se tutto funziona regolarmente, accorgendosi subito se vi sono stati eventuali errori di montaggio o di progettazione. É possibile quindi realizzare solo la parte sintonizzatrice del ricevitore, e cioè preamplificatore, miscelatore e oscillatore locale. Una volta terminato l’assemblaggio di questi circuiti si potrà collegare il TEST SET con il quale si potrà avere un immediato collaudo: pertanto in base al ricevitore che si sta realizzando si sceglierà la media frequenza con il valore adeguato (455 kHz AM -10,7 MHz FM).

Media_frequenza_455_kHz

Elenco_componenti_455kHz

Sarà quindi il TEST SET che inserirà nel circuito in costruzione i moduli mancanti che servono alla decodifica del segnale e alla sua successiva amplificazione che ne consentirà l’ascolto in altoparlante. Da quanto è stato quindi esposto si possono facilmente intuire le molteplici possibilità che uno strumento di questo genere offre.

Costruzione

Per la costruzione del TEST SET si potrà fare riferimento ai vari schemi elettrici che raffigurano i moduli che lo compongono. Questi sono stati eseguiti in modo separato per facilitare l’assemblaggio e il loro rispettivo collaudo. Per primo sarà necessario realizzare l’alimentatore. Si proseguirà con la realizzazione del modulo di bassa frequenza, il quale ci consentirà di collaudare i successivi circuiti. Costruito il modulo di bassa frequenza lo si collauderà fornendogli la necessaria tensione e ovviamente un altoparlante. A questo punto, se tutto è stato montato correttamente, toccando con un dito l’ingresso del circuito integrato sul PIN 1 si ascolterà in altoparlante il ronzio della corrente alternata. Si proseguirà il lavoro costruendo l’iniettore di segnali che, abbinato all’amplificatore, ci consentirà una diagnosi immediata dei successivi circuiti.

radiokit elettronica
STAMPA     Tags:

Leave a Reply