Home
Accesso / Registrazione
 di 

Thomas Edison l'illuminato

Thomas Edison

Thomas Edison è ricordato soprattutto per l’invenzione della lampadina: in realtà si tratta di una figura eclettica e venne considerato uno dei più grandi inventori dei suoi tempi. Basti pensare che nella sua vita collezionò il record di 1093 brevetti a suo nome per intuire che si tratta di una figura che merita di essere approfondita.

La vita e le invenzioni di Thomas Edison

Thomas Edison è nato a Milan (Ohio) nel 1847 e cresciuto a Port Huron. La sua parziale sordità sviluppata durante l’adolescenza non gli fu di ostacolo per la sua carriera. Uno dei suoi primi impieghi fu come operatore del telegrafo e fu proprio in questo campo che creò le prime invenzioni, tra cui un nuovo tasto telegrafico. Siamo abituati a pensare a lui come un grande inventore ma nell’adolescenza si adottò a fare lavori umili e disparati: dal venditore di dolciumi e giornali sul treno alla macellazione di suini.

Il suo primo brevetto fu per un sistema di registrazione elettronica di voti. Ma l’invenzione che lo rese noto ai suoi contemporanei fu quella del fonografo: sebbene fossero state presentate alcune teorie sulla registrazione dei suoni non riproducibili, Edison fu il primo a metterle in pratica.

Per quei tempi il risultato era talmente inaspettato da apparire magico, tanto che lui , che ai tempi risiedeva in New Jersey, fu denominato "Il mago di Menlo Park". Fu proprio nel laboratorio di Menlo Park che Edison diede vita alle sue invenzioni più importanti.

Va detto che in molti casi lui si limitava a dirigere i lavori e che, essendo molto ricco, a volte comprava invenzioni grezze per poi perfezionarle e registrarle a suo nome. La stessa invenzione della lampadina elettrica, legata al suo nome, in realtà è il frutto di precedenti progetti realizzati da Alessandro Cruto, Joseph Swan, Henry Woodward, Mathew Evans, James Bowman Lindsay, William Sawyer e Heinrich Goebel. Il suo merito è senza dubbio quello di implementare la durata dei prodotti e presentarli in maniera allettante sul mercato. Mentre i primi inventori avevano di fatto sviluppato il concetto di illuminazione elettrica, fu Edison a diffonderla su larga scala portando la luce nelle case e negli uffici. La distribuzione della corrente avveniva attraverso il ‘filamento’, l’antenato del cavo elettrico.

Collegò le lampade in parallelo per evitare che il non funzionamento di una avesse conseguenze sull’intero circuito come avviene invece nei circuiti in serie. Negli anni della distribuzione della corrente elettrica intraprese una battaglia legale con Tesla per il riconoscimento del redditizio brevetto. Quest’epoca viene chiamata la ‘Guerra delle Correnti’: Edison aveva brevettato il sistema a corrente continua mentre in Austria Tesla aveva sviluppato la più efficiente corrente alternata. Si narra che Edison sviluppò il primo progetto di sedia elettrica proprio per dimostrare che la corrente alternata era letale. Iniziò una vera e propria campagna di disinformazione arrivando perfino a esecuzioni di animali in diretta. Problemi legali ci furono anche per l’invenzione della macchina cinematografica che alla fine fu attribuita a Dickson. Morì a West Orange nel 1931.

I contributi scientifici di Thomas Edison

Il nome di Edison viene spesso associato alla lampadina ma abbiamo visto che in realtà lui non è stato il primo ad inventarla. Ma quali dei 1093 brevetti a suo nome sono passati alla storia davvero per suo merito? Le invenzioni più importanti sono il fonografo, il cinetoscopio, il cinefono, il dittafono, la macchina per stampare, la sedia elettrica e il tasimetro.

La personalità di Thomas Edison

La vita e la personalità di Edison ci insegnano come carisma e spirito imprenditoriale possano contribuire al successo di uno scienziato. Edison era prima di tutto promotore di se stesso: sapeva cogliere il lato interessante dei progetti altrui, spesso li comprava e li rielaborava. In molti casi non era neppure lui a farlo personalmente ma incaricava chi lavorava per lui. Abbiamo visto che molte invenzioni da lui recriminate furono oggetto di cause dalle quali non sempre uscì vincitore.

Un personaggio discutibile? Eppure è passato alla storia più di altri: c’è una città nel New Jersey che porta il suo nome così come anche un collegio a Trenton. Ma non solo: sulla Luna è stato chiamato in suo onore un cratere e l’abbreviazione E dell’attacco a vite delle comuni lampadine ad incandescenza si riferisce proprio alla sua iniziale.

 

 

Scrivi un commento all'articolo esprimendo la tua opinione sul tema, chiedendo eventuali spiegazioni e/o approfondimenti e contribuendo allo sviluppo dell'argomento proposto. Verranno accettati solo commenti a tema con l'argomento dell'articolo stesso. Commenti NON a tema dovranno essere necessariamente inseriti nel Forum creando un "nuovo argomento di discussione". Per commentare devi accedere al Blog
ritratto di -NeMo-

Mah... A me Edison è sempre

Mah... A me Edison è sempre sembrato uno molto bravo a brevettare le idee altrui... Spesso si è trattato di brevetti su rielaborazioni personali di concept altrui ancora molto acerbi, ma in alcuni casi (vedi lampadina elettrica) di spudorate copie, peraltro peggiori dell'originale...

ritratto di slovati

+imprenditore, -scienziato

Edison è famoso per aver dato vita alla nota "guerra delle correnti" (corrente continua verso corrente alternata), contrapposto al grande Nikola Tesla. Tesla, da vero scienziato (e amante della pura verità) aveva intuito (e poi dimostrato realizzando la prima centrale idroelettrica a Niagara Falls) i benefici enormi della corrente alternata. Edison, che aveva investito (e "cablato" diverse città in USA) con la corrente continua, si interstardì in una difesa ad oltranza di questo tipo di alimentazione elettrica, finendo con il perdere inesorabilmente. E' curioso osservare come il suo nome sia tuttora associato ad una compagnia che fornisce corrente AC...

 

 

Login   
 Twitter Facebook LinkedIn Youtube Google RSS

Chi è online

Ci sono attualmente 2 utenti e 37 visitatori collegati.

Ultimi Commenti