Home
Accesso / Registrazione
 di 

TI lancia l'Hercules RM48, la "Real-Time Safety Architecture" più veloce della sua famiglia.

TMDXRM48HDK

Quest'oggi sul banco di prova c'è un Hercules Development Kit della Texas Instruments, esponente di rilievo della categoria, grazie al quale molte applicazioni in ambito “safety” possono essere sviluppate con particolare attenzione. E voi, ne avete mai provato uno simile?

Oggi ci occupiamo di un kit di sviluppo di casa Texas Instrument, l'RM48 Hercules (“nome in codice” TMDXRM48HDK); esponente della famiglia a 32 bit, è davvero la soluzione ideale per chi ha intenzione di iniziare a lavorare con la piattaforma Hercules ed i microcontrollori adibiti ad applicazioni di sicurezza.

Chi dei lettori ha già avuto rapporti con la piattaforma Hercules nominata in precedenza sa che si tratta di un tool dotato di 3 microcontrollori della famiglia ARM® Cortex™: TMS470M, TMS570 e RM4x.

Essa permette di sviluppare nel campo delle applicazioni di sicurezza (e tra queste, i sistemi implementati oggi giorno nel campo automotive sono tra le soluzioni più numerose e stringenti) garantendo scalabilità, capacità di connettività versatili ed indirizzate a più protocolli, nonché possibilità di memorizzazione su supporti esterni.

Sia i professionisti sia i ricercatori che operano in ambito accademico hanno descritto questo sistema in termini entusiastici quando hanno sviluppato applicazioni basate sul concetto della ridondanza.

Operare in condizioni di sicurezza con questi sistemi risulta facile e agevole, ad esempio, in applicazioni di tipo industriale (controllo di processo e qualità).

La linea per la creazione di processi ridondanti della Texas Instrument (in breve TI) nasce proprio con l'intenzione di espandere le funzionalità dei chip nominati in precedenza e, secondo quanto dichiarato già lo scorso anno, TI, i micro-controllori della famiglia RM4x sono perfetti proprio per applicazioni di questo tipo.

Ciò che vien permesso a chi effettua la programmazione è di evitare che eventuali problemi o malfunzionamenti sistemici possano causare conseguenze di ogni genere, anche le più dannose. I micro-controllori sono capaci di accedere alle periferiche più disparate, grazie ai set di istruzioni e alle dotazioni in termini di architettura, per cui il controllo totale è possibile.

La scheda di sviluppo, tra le altre features, ha la possibilità di prevedere la connessione Ethernet 10/100, grazie alla presenza del connettore RJ45, nonché la connettività USB, grazie a porte di tipo A e B, permessa grazie all'emulatore XDS100v2 JTAG.

Il bundle commerciale comprende l'alimentatore, il cavo USB tipo B-mini, il cavo Ethernet, un DVD con il software per l'installazione e la configurazione della scheda, comprensivo di Code Composer Studio (versione 4.x IDE: C/C++ Compiler/Linker/Debugger), HALCoGen (Peripheral Driver Generation Tool), nowFlash (Flash Programming Tool), HET (IDE/Simulator/Assembler), alcuni demo e codici di esempio. Alcuni di questi, in particolare, sono programmati per sfruttare il sensore di luminosità già integrato dalla scheda.

Tra questi, in particolare, HALCoGen è la vera e propria chiave per il testo del software; esso, infatti, permette di introdurre delle condizioni di errore in maniera controllata ed osservare gli effetti. Questo metodo di test permette di rendersi conto proprio di quanto è sicuro lavorare con processori “ridondanti”.

Per un elenco completo delle features rimandiamo comunque alla guida all'uso e manuale. Vediamo alcune di queste caratteristiche direttamente qui:

  • Interfaccia SCI-to-PC per le comunicazioni su seriale

  • pin di test direttamente accessibili

  • diversi LED, sensore di temperatura e luminosità integrati

  • transceiver CAN

  • interfaccia di collegamento Ethernet 10/100 con RJ-45

  • interfaccia USB tipo A per collegamenti all'host

  • interfaccia USB tipo B per collegamenti con i dispositivi

Unica nota davvero dolente è il prezzo, certamente accessibile con molti sforzi al singolo professionista, decisamente meno improbabile per una struttura ben organizzata. Questa particolare scheda si aggira intorno ai $199.

C'è da giurare, comunque, che ne valga la pena... che ne dite?

 

 

Scrivi un commento all'articolo esprimendo la tua opinione sul tema, chiedendo eventuali spiegazioni e/o approfondimenti e contribuendo allo sviluppo dell'argomento proposto. Verranno accettati solo commenti a tema con l'argomento dell'articolo stesso. Commenti NON a tema dovranno essere necessariamente inseriti nel Forum creando un "nuovo argomento di discussione". Per commentare devi accedere al Blog

 

 

Login   
 Twitter Facebook LinkedIn Youtube Google RSS

Chi è online

Ultimi Commenti