Twitter-Toilet: La vostra Toilet su Twitter con Arduino

twitter toilet

Arduino porta la vostra Toilet su Twitter. Si avete letto bene, ogni volta che "scaricate",il cosiddetto “sciacquone”, la vostra pagina su Twitter si aggiorna, informando il mondo intero di quello che state facendo.

Non è che la maggior parte dei messaggi di presenti su Twitter siano migliori :) ma a noi interessa il progetto elettronico.
Per la realizzazione serve solamente Arduino, un modulo ethernet ed un interruttore.

Ovviamente le applicazioni possibili diverse da Twitter sono centinaia, ma la fantasia dell’autore andrebbe premiata, come del resto il titolo: TwitterToilet!

Questo ennesimo progetto con Arduino è scaricabile completamente open source, come lo è Arduino del resto.

Inoltre potrebbe essere la base di partenza, a livello professionale, per un progetto di avvisi remoti tramite internet. Oppure, a livello di hobby elettronica, potete dar sfogo alla vostra fantasia con le possibili implementazioni (la classica to-do-list). Come ad esempio collegare un sensore per il livello di qualita dell’aria :) :) , un sensore di acidità, un sensore di pressione etc. etc.

Se per il gas-sensor posso ben capire a che possa servire, per il sensore di pressione ho piu difficoltà, mentre il sensore di acidità resta un mistero…

Insomma, se siete amanti di Twitter e postate continuamente il vostro stato (cosa stai facendo ora?) , questo è il gadget elettronico che fa per voi!

Tags:,

19 Comments

  1. SuperG72 6 febbraio 2011
  2. Arx33 6 febbraio 2011
  3. Arx33 6 febbraio 2011
  4. giuskina 6 febbraio 2011
  5. linus 6 febbraio 2011
  6. Alex87ai 6 febbraio 2011
  7. Arx33 6 febbraio 2011
  8. Arx33 6 febbraio 2011
  9. Fabrizio87 6 febbraio 2011
  10. mingoweb 6 febbraio 2011
  11. mingoweb 6 febbraio 2011
  12. gabri87 15 febbraio 2011
  13. Luca Nicolini 6 febbraio 2011
  14. SuperG72 7 febbraio 2011
  15. giuskina 7 febbraio 2011
  16. giuskina 25 febbraio 2011
  17. sokettone 15 febbraio 2011
  18. NIck_BG 7 febbraio 2011
  19. Alex87ai 9 febbraio 2011

Leave a Reply