USB 3.0 e Seagate Dockstar. 2/2

USB 3.0 e Seagate Dockstar

Lo standard USB 3.0 ha fatto un gran clamore e ha riscosso molta attenzione a partire dal mese di settembre, per poi raggiungere il culmine di popolarità pochi giorni prima e durante il CES 2010 che si è svolto Las Vegas, ma poi?io mi aspettavo un volume maggiore di uscite, di novità e in ogni caso ero convinto del fatto che venissero dimostrate le capacità di questo nuovo standard. Quello che invece sta accadendo è una nuova tendenza verso nuove tecnologie, come il Dockstar di Seagate. Quale sarà dunque la sorte per USB 3.0, e Seagate Dockstar, che cosa è esattamente?

Home network, con Dockstar e Pogoplug, Seagate sorpassa SuperSpeed

E allora arriviamo al nocciolo della questione: quello su cui Seagate sta lavorando, lontano dalle porte USB, è ancora più impressionante della velocità che può raggiungere lo standard USB 3.0. Infatti, mentre il mondo si sta preparando all’avvento dello standard SuperSpeed, Seagate ha trovato un modo più efficace per trasferire i dati: l’home network, la rete domestica.

Una delle chiavi è la Dockstar di Seagate, una docking station con una porta USB extra a cui è possibile collegare qualsiasi tipo di hard disk esterno si voglia. I passaggi per avere un disco collegato sulla propria rete domestica sono semplici: si collega l’alimentatore della Dockstar, si collega un hard disk, si inserisce il cavo di rete e in un attimo il gioco è fatto.

Il dispositivo risulterà come un disco interno o connesso tramite USB. Non ci si deve preoccupare a configurare i firewall e, grazie alla partnership con Pogoplug, è possibile accedere a tutto il proprio contenuto tramite un’applicazione Web e a condividerlo.

Con Dockstar, quindi, si può vedere un film in HD dal giardino, ascoltare la propria musica dal lavoro, o invitare gli amici a guardare le foto personali sul proprio account di Flickr. È inoltre possibile attivare il nuovo FreeAgent Theater+ per guardare questi file, incluse foto, DVD e anche film in BluRay, su uno schermo piatto, in streaming sul proprio home network.

Dal momento in cui Theater+ è stato abilitato alla connessione ad Internet, gli ingegneri di Seagate hanno anche inserito servizi quali Picasa e YouTube, in modo da non annoiarsi proprio mai, o quasi. Il dispositivo Theater+, insieme ad un gran numero di questi emergenti dispositivi di home network, potrebbe essere un po’ più accurato: infatti l’interfaccia di Theater+ è davvero facile da usare ma, ad esempio, le icone sono un po’ spixellate e la grafica intorno ai bordi è un po’ approssimativa, anziché essere smussata. Il contenuto, tuttavia, è molto chiaro: a seconda della velocità della propria connessione, si può riprodurre un film HD in 1080p o vedere una foto da 20 mega pixel. Il dispositivo supporta tra l’altro ogni formato di file immaginabile.

Se davvero questo tipo di impressionante tecnologia di home networking dovesse prendere piede, sarà davvero difficile vedere qualcuno che perde tempo alle prese con i vari cavi USB, nonostante l’enorme apporto che ha cominciato a fornire lo standard USB 3.0.

One Response

  1. Alettronic 4 marzo 2010

Leave a Reply