Home
Accesso / Registrazione
 di 

USB - Caricatore solare Varta per batterie, cellulari e gadget

Caricatore solare Varta USB

Ci sono di sicuro dei gadget elettronici e tecnologici che ci colpiscono da subito più di altri e ci incuriosiscono o addirittura ci spingono all’acquisto immediato: questo articolo è una presentazione tecnica che analizza punti di forza e limiti di un prodotto d’avanguardia che potrebbe avere per molti utenti questa potenzialità e più nello specifico è la recensione del nuovo caricatore solare USB che verrà distribuito da Varta.

Caricatore solare Varta USB

Esteriormente il corpo centrale si presenta come un piccolo astuccio apribile. Imparare ad usarlo è davvero elementare. In sintesi l’elettricità viene fornita da un piccolo pannello solare e viene usata per poter caricare una coppia di tradizionali batterie: una volta che queste sono cariche è possibile quindi usare l’energia in queste immagazzinata per ricaricare diversi dispositivi elettronici portatili.

Inoltre questo dispositivo Varta permette di ricaricare le batterie anche via USB per poter in seguito semplicemente collegare il cellulare o l’Ipod o, ovviamente, di collegare tramite usb direttamente l’Ipod. Al prodotto sono annessi i maggiori adattatori dei diversi marchi: Nokia (ma solo nella versione “small”), Sony, Samsung Blackberry e ovviamente Micro USB (che inizia ad essere sempre più diffuso nei nuovi dispositivi in commercio essendo di fatto questo il nuovo standard EU).

Una volta acquistato, il prodotto è da subito pronto per l’uso: basta infatti selezionare l’adattatore adeguato a seconda del prodotto da ricaricare e collegarlo alla porta usb, inserire quindi le batterie nel retro e accendere il caricatore.

Il caricatore si alimenta ad energia solare. Un funzionamento quindi molto semplice ma è innegabile all’atto pratico che ci siano dei limiti e dei problemi. Il limite più grande è senza dubbio che per caricare due batterie da 2100 Mah sfruttando l’energia del sole occorrono ben 18 ore quindi a meno che non vi troviate in Antartide d’estate parlando in termini più realistici bisogna considerare un paio di giorni per disporre della luce necessaria per poter ricaricarle completamente.

Facendo un esempio pratico e concreto se si prova a ricaricare un N95-85, lasciandolo acceso, da un livello di batteria vicino all’esaurimento totale occorrono 3 ore per ottenere due tacche di livello batteria in più. Prima di restare delusi dall’efficienza di questo caricatore solare USB va però considerato un fattore importante legato al suo utilizzo effettivo: si tratta ovviamente di una soluzione di emergenza, perfetto ad esempio in campeggio o in un’escursione fuori porta o un percorso di trekking!

Proprio perché si parla di situazioni di emergenza è ipotizzabile che l’obiettivo non sarà sempre quello di ricaricare per intero il dispositivo ma a volte sarà magari sufficiente poter disporre di qualche ora di autonomia in più.
A questi utilizzi si presta molto bene anche in ragione del peso ridotto e delle dimensioni tascabili (entra perfettamente in uno zaino).

Tutti infatti disponiamo già di un caricatore ad esempio in ufficio o in macchina anche se il prezzo di questo caricatore solare Varta non è affatto elevato (50 $) e quindi si potrebbe anche valutare l’idea di comprarlo come un caricatore extra da tenere sempre a disposizione.

 

 

Scrivi un commento all'articolo esprimendo la tua opinione sul tema, chiedendo eventuali spiegazioni e/o approfondimenti e contribuendo allo sviluppo dell'argomento proposto. Verranno accettati solo commenti a tema con l'argomento dell'articolo stesso. Commenti NON a tema dovranno essere necessariamente inseriti nel Forum creando un "nuovo argomento di discussione". Per commentare devi accedere al Blog

 

 

Login   
 Twitter Facebook LinkedIn Youtube Google RSS

Chi è online

Ci sono attualmente 12 utenti e 87 visitatori collegati.

Ultimi Commenti