Home
Accesso / Registrazione

simmartin

ritratto di simmartin

Cronologia

Membro da
3 anni 46 settimane

 

 

Ultimi Commenti

Di base se utilizzi un metodo illegale per dei PROFITTI (e non più guadagni, mi sembra abbiano cambiato la dicitura...) allora sei punibile per legge, no? Se copi un CD musicale, ricarichi una chiavetta per prendere un caffè a sbafo, installi Office senza licenza, sali sull'autobus senza il biglietto... stai commettendo lo stesso reato: stai rubando soldi a qualcun'altro. Ma fare una copia di riserva da mettere in auto (perchè non vuoi buttare 25€ sotto il sole), sacrificare la tua chiavetta coges per i tuoi esperimenti e prenderti un caffè per vedere se funziona, copiarti office perchè lo utilizzi solo 1 volta l'anno perchè c'è ancora qualcuno che non sa installare OpenOffice e si impanica quando gli mandi un file .odt, o magari sei uscito di casa senza il biglietto e devi arrivare fino in metro per acquistarlo perchè i negozi sono chiusi...bhè, è un'altra cosa... non te ne stai approfittando. Se bisogna giudicare qualcuno, ed incolparlo, direi di puntare il dito contro chi ne fa un...
Aggiungo che, almeno in alcune zone di Roma, se solo provi a chiamare i Vigili e qualcuno ti vede, puoi anche rischiare una bella scazzottata (o peggio)! Per me il cittadino ormai non è tutelato, o almeno non si sente tutelato, e allora per sopravvivere si adegua. Non è giusto... ma non sta sbagliando il cittadino, ma chi dovrebbe far in modo che lui non si debba adeguare!! Poi ci sono i casi in cui ci si adegua per pigrizia o convenienza, e credo che questi siano purtroppo i casi più frequenti ormai...
In questo vedo sia pregi che difetti. Si i giochi "non girano" o semplicemente non vengono sviluppati,anche perchè chi utilizza Linux in genere NON VUOLE PAGARE IL SOFTWARE rimanendo nella legalità... non solo per la stabilità, la sicurezza, la flessibilità, etc... Produrre un gioco di alto calibro significa necessariamente investire MOLTO denaro, e lanciarlo su una piattaforma il cui scopo principale (almeno per l'utilizzatore comune) è quello del "è tutto gratis!!" non mi sembra proprio il top del marketing!! A questo punto meglio buttarsi sul mobile gaming che almeno qualche euro ad utente te li fa rientrare... con costi inferiori di sviluppo... Purtroppo però, il non poter giocare con il linux lo rende poco appetibile ad una fascia molto importante dell'informatica: gli adolescenti (e non solo loro in realtà). Comunque condivido la scelta di non soffermarsi troppo sugli aspetti di "compatibilità" con Winzoz sul fronte giochi, perchè credo che sia un compromesso che rovinerebbe...
Sul fatto che il "tutto gratis" è il futuro sono pienamente d'accordo! :D Guardiamo i device Android rispetto al fantomatico Windows phone 7... non voglio prendere in causa anche iOS perchè la apple gioca su fattori quali innovazione, qualità dei servizi, pubblicità, status symbol, hardware più limitato e costruito ad-hoc... Penso soltanto che c'è da fare ancora molto lavoro, e che i problemi relativi ai driver delle schede video o compatibilità tra vari sistemi non sono gli unici veri problemi. E' una questione di passare ad una mentalità diversa, moderna, legata a schemi di finanziamento più dinamici (come le pubblicità per le versioni free dei giochi x android per esempio), non solo da parte degli utenti e degli sviluppatori... soprattutto da parte dei finanziatori!! Però i videogames per cui si spendono i "soldi veri", dove lo sviluppo non si ferma alle software house ma chiama in causa sceneggiatori, scrittori, registi, attori, compositori musicali, e chi più ne ha più ne metta...
Il concetto che sta dietro ad Arduino è molto semplice, ma anche semplicistico. Il framework dell'OpenPicus permette all'utente di utilizzare funzioni user-friendly, ma anche il C30 nudo e crudo. Questo è sicuramente un vantaggio, e di natura molto più "open", dato che permette all'utente di imparare il C30 ufficiale della microchip e di applicarlo in altri progetti. In più, l'utilizzo dell'RTOS permette una distinzione netta tra le operazioni dello Stack TCP/IP e quelle dell'utente. Questo facilita (e non di poco) il controllo dei flusso delle operazioni. Sto utilizzando il Flyport già da un po' e devo dire che più lo comprendo affondo, e più mi accorgo del lavoro svolto dal Team di sviluppo. Poi se valutiamo anche il prezzo... :D
Login   
 Twitter Facebook LinkedIn Youtube Google RSS

Chi è online

Ci sono attualmente 22 utenti e 88 visitatori collegati.

Ultimi Commenti