Home
Accesso / Registrazione

sorex

ritratto di sorex

User title

User+

Cronologia

Membro da
3 anni 24 settimane

 

 

Ultimi Commenti

Salve ragazzi, è un piacere vedere tutta questa passione intorno al mondo dell'elettronica. Stavolta spero di avere un pò più di tempo per partecipare. In bocca al lupo.......
Un piccolo chiarimento sulla lega saldante: 60-40 indica il contenuto di stagno e di piombo all'interno della lega cioè 60% di stagno e 40% di piombo (quasi una lega eutettica) da non confondere col flussante che è un antiossidante contenuto all'interno del filo (si vedono delle piccole anime guardandolo in sezione). La funzione del flussante è di evitare che la lega portata alla temperatura di fusione si ossidi superficialmente impedendo una buona saldatura. Attualmente, secondo le ultime normative "lead-free" non si possono più utilizzare le leghe contenenti piombo per cui le industrie producono nuove leghe contenenti Stagno, rame, argento; comunque in commercio si trova ancora la lega Sn-Pb. Consiglio a Nicolò (se lo trova) di iniziare comunque con un filo di diametro 0,6 0,8 mm di una lega Stagno-Piombo perchè è molto più scorrevole, fonde a basse temperature, resta più lucido quindi è più adatto a chi deve iniziare ad imparare questa tecnica fondamentale per muovere i primi passi...
L'affidabilità delle informazioni non dipende dal fatto di perdere alcuni dati durante la trasmissione, ma dal software che decodifica il segnale ricevuto. Il dato in binario contiene data e ora e viene scandito in continuazione e confrontato con il precedente. Se le informazioni ricevute in sequenza sono palesemente diverse fra loro vengono ignorate e quini si evitano le informazioni eventualmente alterate o frammentate durante il loro percorso "nell'etere". Inoltre l'apparecchio ricevente contiene solitamente un orologio quarzato che continua a funzionare autonomamente anche quando manca il segnale in ricezione e si aggiorna periodicamente quando il dato ricevuto è sicuramente affidabile. Questo permette inoltre all'orologio di poter funzionare anche per lunghi periodi in assenza di collegamento col trasmettitore.
Si potrebbe usare un piccolo sensore ottico appoggiato all'interno del vetro dell'orologio. Quando appoggi il dito al sensore questo viene oscurato completamente e rileva il comando. Per evitare che riceva falsi comandi è sufficiente discriminare le variazioni di luminosità veloci da quelle lente per riconoscere il dito (veloce e ripetute)da un cambiamento di luminosità ambiente (lento). E' semplice ed affidabile.
Non c'è ancora niente di certo sui tagli ai finanziamenti. Venerdì scorso si sono riuniti ministeri e associazioni di categoria ed è iniziata la discussione sul futuro degli incentivi, che dovranno essere decisi entro il 30 aprile. Le prime proposte e i commenti degli operatori parlano di tetto annuale alle installazioni a 2 GW e di regime transitorio fino al 31 dicembre, ma è ancora tutto da decidere. Una delle proposte più pesanti portate al tavolo è quella di Confindustria. La sua possibile attuazione ipotizzata al tavolo prevederebbe un periodo transitorio dal 31 maggio a fine anno con un taglio contenuto e graduale delle tariffe, un limite annuo alle installazioni che potrebbe essere di 2.000 MW e un limite di 6 miliardi di euro all'anno per gli incentivi da destinare al fotovoltaico.
Login   
 Twitter Facebook LinkedIn Youtube Google RSS

Chi è online

Ci sono attualmente 2 utenti e 49 visitatori collegati.

Utenti online

Ultimi Commenti