Home
Accesso / Registrazione

Casciana17

ritratto di Casciana17

User title

User+

Cronologia

Membro da
3 anni 18 settimane

 

 

Ultimi POST

ritratto di Casciana17

Contatore modulo 60 con 4026

Ciao a tutti,
Sono dubbioso nella realizzazione di un contatore modulo 60 (0-59) mediante l'integrato CMOS 4026 contatore e driver BCD to 7 segmenti,

http://www.kpsec.freeuk.com/components/cmos.htm#4026

all'inizio avevo pensato di farlo con il 4518 come contatore E due 4511 come driver BCD.
Preferisco utilizzare il 4026 risparmiando la componentistica e quindi spazio sul PCB.

ritratto di Casciana17

Ultiboard o orCAD?

Ultimi Commenti

In fondo l'efficienza,e di conseguenza l'energia ottenuta dagli elettrodi è poca ma è di notevole importanza affermare che per produrre questo tipo di energia basta solo il sale presente negli oceani e quindi non vi sono grandi finanziamenti per produrre tale energia.Certo come già detto l'energia ottenuta è ridotta,ma è già un passo avanti per non spendere niente e ricavare qualcosa.
Ma se le nuove tecnologie richiedono materiali sempre più sofisticati per rendere al meglio,quali sono le fonti alternative nel caso dovessero "finire" data la loro rarità?Evidentemente come la maggior parte di voi sà le compagnie petrolifere non sono molto d'accordo con le innovazioni delle nuove energie pulite perchè,perderebbero il loro prodotto,ormai il monopolio lo hanno loro!
Le sorprese non finisco più,ormai un contest mensile,per tutti quelli della community è diventato un abitudine :-)
Dal mio punto di vista penso che tutte le fonti di energia pulite e rinnovabili non verranno mai a mancare,certo il tema dei rifiuti è molto delicato da trattare,è vero che l'uomo ne produce a quantità industriale, anzi mondiale ma è anche vero che le altre fonti di energia non smettono di soddisfare i nostri bisogni,come l'energia eolica,geotermica,solare ecc anche se i ricercatori ne scoprono sempre una in più,di solito molto più efficaci delle precedenti e con un impatto ambientale inferiore, proprio come Piezoelettrico Wind Energy.
La brutalità di questa malattia fa si che i familiari si sentono spesso abbandonati,inutili e soprattutto impotenti di fronte alla progressione della malattia nel tempo nei confronti dell'individuo;evidentemente la famiglia si trova senza una bussola in mano che dia una sorta di orientamento a chi ne ha bisogno,di certo l'uomo non se ne sta a girare i pollici ma,come il tema dell'artico,escogita nuove applicazioni tecnologiche in grado di assistere il malato.
Login   
 Twitter Facebook LinkedIn Youtube Google RSS

Chi è online

Ci sono attualmente 2 utenti e 49 visitatori collegati.

Ultimi Commenti