Home
Accesso / Registrazione

maurobul

ritratto di maurobul

User title

User

Cronologia

Membro da
3 anni 15 settimane

 

 

Ultimi POST

ritratto di maurobul

icd2 mplab

Il programmatore ICD2 della Microchip si è guastato, non riconosce più i micro, chi mi può aiutare a reperire lo schema?

Ultimi Commenti

Di PIC ne usa 2 di cui uno è proprio l'877: Ho il dubbio che sia partito il DG412DY (switch analogico 4 CH) i transistors li ho testati. Per quanto riguarda i componenti smd, non ho problemi perchè ho linee aperte di acquisto con aziende in Cina e fortunatamente li si trova tutto e velocemente. Grazie
Grazie per le risposte. Questo in verità è il secondo ICD2 che si guasta, oltretutto in sostituzione del primo avuto da poco tempo dalla microchip. Ho verificato le due versioni e sono differenti. Mentre il primo, una realise più datata monta il DG411 e poi il 74HC125 ed il 74HC126 per le commutazioni (trovato scheme quasi analogo del ICD2 clone), quello inviato da poco in sostituzione e guastatosi quasi subito non si trova nulla. Questo monta dei transistors al posto dei 2 74HC ed un DG412. Non Penso sia danneggiato il PIC. Intendo, appena ho un pò di tempo intervenire su quello con i 2 74HC. Alimentando l'ICD2 con 9V esterni il test risulta completamente perfetto, ma non riconosce nessun PIC. Credo un guasto sulla commutazione del data o del clock. Ho intenzione di comprare un ICD3, attualmente uso lo startKit2 e quello funziona a meraviglia. (E' vero che sono garantiti a vita e dopo una procedura di ticket un pò noiosa si ottiene la sostituzione senza problemi.) Appena risolvo il...
Ma non specifichi il segnale 5V quanti mA, ma si potrebbe semplicemente usare un ponte di diodi, un condensatore, un fotoaccoppiatore. L'uscita poi sarebbe isolata dalla rete. Un 4N32 (darlington) alto guadagno ad esempio.
Puoi usare tranquillamente un 60/40, fonde ad una temperatura inferiore del lead free. Io personalmente, e di millefori ne faccio molti, uso il Lead free Sn/Ag3/Cu della Winner. Mi trovo bene, consiglio... usa diametro 0,5 mm.
Allora, secondo la mia esperienza e lunghi studi, posso dire che i pannelli fotovoltaici non hanno una resa apprezzabile. Si può usare pannelli ad Arseniuro di Gallio, resa doppia rispetto ai comuni pannelli a getto di silicio. Oppure ci sono nuove tecnologie, già presenti nel civile negli USA ma in Italia del tutto sconosciute. Per avere un buon generatore di energia "pulita" si possono utilizzare le fuel cells (celle a combustibile). queste lavorano con l'idrogeno. A milano è stato attivato un progetto campione, se non erro di circa 200 utilizzatori (palazzine), alimentate con fuel cells da 3 e da 6 Kw allacciate alla rete di gas naturale (metano). Io ho lavorato con una casa motociclistica nipponica alla realizzazione di un motoveicolo elettrico e tutt'ora, anche se a rilento per i costi degli investimenti, stiamo portando avanti il progetto. Personalmente ritengo che la tecnologia dell'idrogeno sia la più immediata e redditizia.
Login   
 Twitter Facebook LinkedIn Youtube Google RSS

Chi è online

Ci sono attualmente 1 utente e 40 visitatori collegati.

Utenti online

Ultimi Commenti