Home
Accesso / Registrazione

regolatore

ritratto di regolatore

User title

User

Cronologia

Membro da
3 anni 1 settimana

 

 

Ultimi POST

ritratto di regolatore

Circuito integratore con soglia d'ingresso

Voglio realizzare un circuito integratore ma a differenza di quello comunemente usato formato da una resistenza, un condensatore ed un operazionale vorrei che il circuito non integrasse il segnale di ingresso a partire da zero, ma lo facesse a partire da una soglia di ingresso regolabile, cioè non fissa. In sostanza voglio implementare la seguente funzione:

ritratto di regolatore

Corto-circuito con FET

Salve a tutti
vorrei realizzare uno switch che faccia da cortocircuito quando viene chiuso, utilizzando un FET.
Lo switch è in parallelo ad un'impedenza Z, con tensione V(A,B).

Quando lo switch Sw viene chiuso la Z viene cortocircuitata ( V(A,B)=0 ).

ritratto di regolatore

Protezione per evitare alte tensioni per tempi lunghi

Salve a tutti,

vorrei aggiungere una protezione ad uno stadio d'uscita ad alta tensione(> 100 V). Per il momento lo stadio finale è un classico push-pull.

Ultimi Commenti

Ho un'impedenza Z, in generale formata dal parallelo di un resistore R e un condensatore C. In parallelo a questa impedenza voglio metterci un interrutore che si apra e chiuda a mio piacere, ottenendo un circuito aperto e un corto-circuito rispettivamente. E' chiaro che lo switch lo userei per scaricare l'eventuale carica accumulata sul condensatore C, quando funziona in cortocircuito. Sull'impedenza arriva un segnale positivo o negativo. Per semplicità, fissiamo che l'impedenza è tra massa e un punto a tensione variabile, ad es. sinusoidale per un certo intervallo di tempo. Dopo di che viene tolta la tensione e quindi il condensatore tenderebbe, eventualmente, a scaricarsi sulla resistenza R. Voglio evitare che ciò avvenga! Nel senso che quando non ho più tensione sull'impedenza, voglio invece attivare il FET in modo che sia quest'ultimo a far scaricare la capacità e che non circoli corrente sulla resistenza R. Spero che sia più chiaro
Sto vedendo intanto i link inviati da V.Crapella... Quindi il CD4066 è un integrato che può servire per l'implementazione di un transmission gate? La dinamica del segnale sull'impedenza è di +/-160V con una corrente max di 110mA. Domanda per l'altro utente: hai qualche link dove sono descritti questi interruttori? Grazie
Preciso una cosa: quando tolgo il segnale di tensione sull'impedenza intendo che il suo valore è zero (o quasi), quindi ai capi di Z non c'è una tensione elevata quando effettuo il cortocircuito (nessun transitorio da un'alta tensione a zero volt!).
Ciao, vedendo infatti il datasheet, il CD4066 non supporta tensioni così elevate. Data l'urgenza di costruire questo switch, ho comprato allora 2 power MOSFET (IRF740) ed ho provato a montarli in antiserie, in parallelo all'impedenza. Non so se sia una soluzione adeguata, anche perchè la resistenza di chiusura comincia ad essere dell'ordine delle decine e anche delle centinaia di Ohm. L'interruttore sembra funzionare ma non ha certo le caratteristiche che cercavo. Qualche idea in tal senso? C'è una qualche tipologia circuitale più adatta del collegamento in anti-serie? Devo abbandonare l'idea di costruire lo switch con mosfet? A presto
Grazie bilval Il circuito deve funzionare in pratica da "stimolatore", eccitando in uscita l'ingresso di un altro circuito. Ipotizzando il carico puramente resistivo esso deve cioè garantire una corrente costante. Andrebbe bene anche realizzare il cortocircuito in uscita in quanto a quel punto interverrebbe un'altra protezione (da cortocircuito appunto). Comunque pensavo anch'io di interrompere direttamente l'alimentazione, come protezione indipendente dalle altre. Non mi è chiaro quando parli di far intervenire la protezione quando i segnali (quello di ingresso e quello retroazionato) sono diversi. Diversi in che senso? Se ho un segnale in ingresso di tipo onda rettangolare, cioè alto per un tempo T1 e basso per un tempo T2, vorrei che l'uscita venga "scollegata" dal carico se essa dovesse essere "alta" per un tempo T>Tmin, con Tmin indipendente da T1. Ad es. se applico in ingresso una tensione costante Vi per un tempo Ti e il tempo Tmin scelto risulta minore di Ti (Ti>Tmin) allora...
Login   
 Twitter Facebook LinkedIn Youtube Google RSS

Chi è online

Ultimi Commenti