Home
Accesso / Registrazione

darkstar55

ritratto di darkstar55

User title

User

Cronologia

Membro da
1 anno 49 settimane

 

 

Ultimi Commenti

Finalmente qualche persona a cui sta DAVVERO a cuore l'ambiente. Nelle discariche od "oscure cantine" si trovano davvero molte cose che si potrebbero riutilizzare. Circa le scuole, ho dubbi che il Dirigente "regali" dovendo realizzare per lo smaltimento delle gare d'asta. Suggerisco anche di usare la Raspberry PI che ha una potenza di calcolo di un Pentium IV Ricordo ancora che insieme ad Arduino era partita,ai tempi, una iniziativa volta al riciclo dell' HW usato in cooperazione, appunto, con Arduino. La cosa non credo abbia avuto seguito... Penso che al di la di tutte le considerazioni economiche, recuperare vecchio HW &C da donare a chi non ha i mezzi per procurarsi il nuovo sia eticamente qualcosa di grande significato, oltre che una gratificazione personale. Bravo gio22 (il nome??) speriamo che di persone come te ce ne siano ancora molte
Concordo con Piero Ma non bisogna dimenticare che per secoli il gioco degli scacchi ha rappresentato il simbolo delle capacità computazionali della mente umana. Sapere che ora un insulso insieme di transistor risulta vincitore, anche se l'ingegno dell'uomo si è trasferito nel SW che li fa "vivere" rende la bocca un po' amara. Però fa anche capire che l'uomo non è sempre e comunque al centro dell'Universo. Un bagno in una vasca di modestia non può che fare del bene. Complimenti all'autore dell'articolo.
Il tuo articolo è davvero interessante. In effetti già molto tempo fa si discuteva sul fatto che far pagare un LP 30 E era uno sproposito, visto oltretutto che gli acquirenti erano soprattutto ragazzi, e che incoraggiava la pirateria. Da un po' finalmente la Major hanno capito che si possono fare ottimi affari usando strategie diverse... La cosa che però mi allieta è che nonostante tutti i mezzi, economici e legali (e spessimo NON legali) usati dalla RIIA, questi signori NON sono riusciti a bloccare le operazioni di scambio. E non perchè approvi la illegalità, ma perchè con i governi, ANCHE OCCIDENTALI, sempre piu' impegnati a bloccare internet, la cosa mi da un po' di speranza nella possibilità che la libertà in rete possa ancora sopravvivere
Io sarei interessato all'implementazione di controlli automatici, filtri  digitali da progettare con Matlab e implementare poi con Arduino o Raspberry etc... Spingo dunque sul punto 10 Tra l'altro qualcuno sa dirmi quanta compatibilità ha Octave rispetto Matlab... Grazie
Quoto in toto l'idea di Antonello Magari applicandol0 al calcolo scentifico e al Raspberry PI... Sarebbe davvero una OTTIMA IDEA!!!!
Login   
 Twitter Facebook LinkedIn Youtube Google RSS

Chi è online

Ci sono attualmente 7 utenti e 58 visitatori collegati.

Ultimi Commenti