Home
Accesso / Registrazione

pierluigi spertino

ritratto di pierluigi spertino

User title

User

Cronologia

Membro da
1 anno 36 settimane

 

 

Ultimi POST

ritratto di pierluigi spertino

corsi di programmazione

buongiorno a tutti sono un nuovo abbonato.
vorrei avere un'informazione e mi auguro che qualcuno possa aiutarmi.
siccome da un pò di tempo lavoro su un progetto di "smart metering"
appoggiandomi a degli specialisti, ora che sto finendo sento la necessità

Ultimi Commenti

buonasera Emanuele ti ringrazio dell'attenzione e sicuramente il corso mi interessa. hai indovinato il processore è proprio lui ed è in abbinamento ad un cc430 che si occupa degli algoritmi di comunicazione seriale rs232 impulso open-drain, ma soprattutto radio e transceiver 169 MHz. Le schede sono 2 una per il calore e una per l'acqua fedda e prossimamente svilupperò anche la comunicazione M-BUS. se vuoi possiamo anche entrare nel dettaglio. Avere a che fare con la Texas in Italia è difficilissimo, sto cercando un distributore ufficiale e soprattutto dovrei imparare a programmare meglio in C per sfruttare le potenzialità del processore. Saprai che la Texas su questo componente è restia a dare informazioni, lo proteggono perchè attorno c'è un business crescente. saluti
Il concetto chiave che sta dietro ad un sistema di lettura induttivo è avere degli induttoi che sfiorino un comportamento ideale, ma ancor di più è il binomio induttore-sitema di lettura che in un contatore è una rotella per metà metallica e per metà plastica. Sui forum specialisticidella TI si trova qualcuno che ha già raggiunto i 6-7 mm di profondità di lettura, anch'io li ho raggiunti e superati. Ti assicuro che per sviluppare degli induttori sensibili dopo decine di ditte italiane sono finito in Germania. Tutti i captatori induttivi che sono in circolazione sono riconducibili ad un progetto iniziale della coronis (terza parte TI) o Sensus anch'essa nel giro TI. La profondità di lettura è poca 3-4 mm. Per andare oltre bisogna annullare la mutua induttanza tra gli induttori e poi studiare una geometria appropriata e una ferrite con saturazione molto alta. Tutte cose faticosamente realizzate. Il programma in C è massiccio, si va dall'autocalibrazione per ovviare ai drift, ad una...
Ho cercato su internet la ditta ARROW, ho telefonato alla filiale di Milano la quale mi ha rimandato a quella di Torino dove ho parlato con un certo Novara e poi con Navone che mi hanno detto che potrebbero darmi il supporto sia commerciale che tecnico (prima faranno una visita per rendersi conto). Finalmente uno spiraglio di luce perchè i primi mesi (4-5 circa)il lavoro stentava a decollare proprio per queste mie carenze di contatti. Devo ammettere, ora che il lavoro di più di un anno è in procinto di essere finito che nonostante abbia risolto molteplici problemi, molti altri potrebbero sorgere in conseguenza di test reali sul campo. Ecco che avere l'appoggio di qualche FAE diventa indispensabile anche nell'ottica di avere un captatore all'altezza della blasonata concorrenza. Ho trovato l'indirizzo mail di un tecnico TI, un certo Steve UnderWood che ha risposto ad alcune domande di gente che si è cimentata con la lettura induttiva, gli ho scritto in merito ad alcune sue affermazioni...
Login   
 Twitter Facebook LinkedIn Youtube Google RSS

Chi è online

Ci sono attualmente 3 utenti e 76 visitatori collegati.

Ultimi Commenti