Home
Accesso / Registrazione

Geppo

ritratto di Geppo

User title

User+

Cronologia

Membro da
23 settimane 1 giorno

 

 

Visita il sito EOS-Book con centinaia di progetti ed articoli!

Visita il nuovo sito di EOS-Book

Ultimi Commenti

Gentile Illupo89, mi appello alla tua preziosa competenza perché avrei urgente bisogno di un circuito che provochi l'accensione di un led quando una data tensione alternata ad onda quadra con frequenza di circa 400 Hz raggiunga i 4/5 volt (da poter regolare)e lo spegnimento quando tale tensione si discosti dal valore. Avrei poi bisogno di un secondo identico circuito la cui soglia di intervento sia però fissabile a 9-10 volt. Ho visto quanto suggerito a jeanpaul e volevo sapere se, per il mio scopo, è possibile utilizzare lo stesso circuito (sia pur con qualche modifica che gentilmente vorrai suggerirmi)o se ritieni che debba utilizzarne uno più idoneo. In attesa ti ringrazio anticipatamente.
Ciao e grazie della disponibilità. Come si evince non sono granché pratico per cui approfitto della tua gentilezza e ti illustro meglio ciò che realmente mi piacerebbe realizzare. Dato che mi occupo prevalentemente di valvolari, tempo fa realizzai il seguente circuitino molto semplice per testare i Trasformatori di Uscita (impedenza corti ecc.) che ora mi piacerebbe rendere più funzionale: http://i43.tinypic.com/33m9y89.jpg Praticamente applico ai punti A e B una nota a 400 Hz con una tensione picco picco di circa 10 volt e una corrente regolabile da 1 a 18 mA, prelevata da un oscillatore di BF (Amtron UK575). Ai punti C e D collego il TU in prova (caricato con un resistore che funge da altoparlante) e un voltometro, poi agendo sul potenziometro da 10 KΩ/A dotato di manopola ad indice e scala graduata da 2 a 10 KΩ, con il voltometro rilevo il punto in cui la tensione è l’esatta metà di quella immessa ai punti A e B. A questo punto l’indice del potenziometro m’indica con sufficiente...
Il voltometro che utilizzo, sulla portata 10V/CA, è di tipo digitale.
Ciao, il circuito è davvero semplice, se ho capito bene: al raggiungimento della condizione di equilibrio, agganciata con la rotazione del potenziometro, il led cambia lo stato in cui era (da acceso a spento o viceversa) rimanendo nel medesimoo stato pur continuando a ruotare il potenziometro, me lo confermi? Se così non è che sia un gran problema anche se ovviamente sarebbe stato preferibile che il led rimanesse acceso (o spento) solo nel punto esatto in cui si incrocia la condizione, spegnendosi (o riaccendendosi ) non appena ci si fosse discostati da tale condizione. Questo fine settimana spero di provare praticamente il circuito e farò sapere i risultati. Una curiosità 2,5 e-6F sta per 2,5 microfarad? Grazie.
Grazie mille sei stato molto conciso ed esaustivo, non appena farò la prova pratica posterò il risultato. Buona domenica
Login   
 Twitter Facebook LinkedIn Youtube Google RSS

Chi è online

Ultimi Commenti