Home
Accesso / Registrazione

matt0

ritratto di matt0

Cronologia

Membro da
28 settimane 6 giorni

 

 

Ultimi Commenti

Articolo molto interessante. Credo che vadano valutate in modo differente le due opzioni di viaggio proposte. Da una parte si parla di missioni verso altre stelle, cosa che risulta decisamente impossibile con le tecnologie odierne e non immaginabile, a mio parere, anche ipotizzando tecnologie molto più avanzate (e rivoluzionarie). Discorso diverso va invece fatto per missioni per Marte (o altri pianeti del sistema solare). Rimanendo sull'esempio di Marte, è possibile arrivare sul pianeta in circa 8 mesi, seguendo traiettorie a basso consumo (Hohmann like) e si può scendere fino ad 1 mese per traiettorie a più alto consumo. Per quanto riguarda le traiettorie a basso consuno si hanno finestre di lancio utili ogni circa 26 mesi. Una volta arrivati su Marte bisogna poi capire di quanto tempo si ha bisogno per portere a termine la missione e quindi da ciò valutare, in funzione della nuova disposizione dei pianeti, la traiettoria necessaria per il...
Dato che mi hai chiamato in causa...eccomi. Avevo letto l'articolo il giorno in cui è stato pubblicato e non ho trovato spunti per commenti costruttivi. L'articolo fornisce una buona overview di alcuni sistemi di telerilevamento esistenti. Naturalmente non è approfondita ed è più divulgativa che tecnica, ma credo sia giusto così. Questi argomenti potrebbero essere trattati in modo molto più complicato ma credo che agli occhi di chi si occupa di altro diventerebbero poi tediosi e affatto interessanti. Ora aspetto il prossimo articolo e se sarò dell'idea di poter fare commenti costruttivi non mancherò di farlo. Buon proseguimento!
Ciao a tutti, ho notato che nell' articolo si fa un po di confusione riguardo alla differenza tra FOV ed IFOV. "L'IFOV è l’angolo solido di visibilità del sensore e determina l'area della superficie terrestre osservabile ad una data altezza e in un particolare momento." In realtà l'angolo solido di visibilità del sensore che determina la porzione di superficie terrestre osservabile è il FOV. L'area della superficie terrestre osservabile da un sensore dipende dal sensore (ossia dalla dimensione del suo piano focale) e dall'altezza dell'orbita. L'IFOV rappresenta invece la porzione di superficie terrestre contenuta nel singolo elemento detettivo del sensore stesso (che in genere è rappresentato dal pixel). L'IFOV dipende quindi dall'altezza dell'orbita e dalla dimensione del singolo pixel e definisce la risoluzione spaziale dello strumento che può variare da qualche decina di centimetri a qualche decina di metri. Per quanto riguarda le orbite poi si evita in genere scendere sotto i...
Ciao a tutti, Dato che in questo articolo si parla di satelliti e del loro utilizzo vorrei condividere con voi uno degli eventi più importanti per la storia spaziale europea: http://sci.esa.int/rosetta/53620-rosetta-esas-sleeping-beauty-wakes-up-from-deep-space-hib... Dopo 31 mesi di ibernazione (necessaria per permettergli di risparmiare energia durante il suo lungo viaggio lontano dal Sole) ieri il satellite Rosetta si è risvegliato. Nella giornata di ieri, nel centro di controllo di ESOC (la sede dell'ESA di occupa di operare i satelliti) si sono vissute ora di grande apprenzione. Rosetta è stata lanciata nel Marzo 2004 e ieri, dopo 10 anni di viaggio e con centinaia di milioni di Km percorsi è tornata ad essere operativa. Il satellite non rappresenta solo un grande successo dello spazio Europeo ma anche un esempio delle capacità Italiane. L'Italia è stato uno dei maggiori paesi finanziatori ed sta partecipando al progetto con le sue aziende di punta e con le molte persone...
Ho lavorato fino a fine Dicembre in ESOC (seguendo anche alcune attività su Rosetta, seppur in modo marginale) e quindi in questi giorni sono andato a vivere da vicino ciò che stava accadendo e a passare un po di tempo con molti amici che invece hanno partecipato (e continuano a partecipare) in modo attivo ai successi di questa meravigliosa missione.
Login   
 Twitter Facebook LinkedIn Youtube Google RSS

Chi è online

Ci sono attualmente 12 utenti e 85 visitatori collegati.

Ultimi Commenti