Home
Accesso / Registrazione

Stefano.Bettega

ritratto di Stefano.Bettega

Cronologia

Membro da
26 settimane 6 giorni
Blog
Vedi messaggi recenti del blog

 

 

Ultimi POST

ritratto di Stefano.Bettega

Serratura elettronica comandata da Smartwatch/Smartphone

Progetti Schemi Elettrici & Circuiti

Ultimi Commenti

Molto interessante. Ho anche io un Note II, ma non ho avuto ancora il coraggio di cambiare ROM (a differenza di un mio amico che ha caricato la Omni ROM). Sto aspettando di vedere le novità della ROM ufficiale 4.4.2 (che dovrebbe arrivare a breve...) e poi deciderò cosa fare. Per ora grazie per la guida :)
Ciao, optoisolare gli ingressi ha due vantaggi principalmente: - proteggere l'elettronica da problemi che possono arrivare dal mondo esterno (p.e. corto circuiti) - effettuare una traslazione del livello di tensione per adattare i livelli logici provenienti da sistemi differenti (p.e. le uscite di un PLC a 12/24V oppure segnali in corrente alternata) Ovvio, non è un requisito fondamentale, tutto sta a dove si intende portare l'applicazione. Su un portone di ingresso o un cancello posto all'esterno, dove magari gli ingressi provengono da un circuito distante dalla scheda, può essere una scelta intelligente e conservativa.
Se la scheda XMC2Go e gli opto sono lontani dal punto in cui viene generato il segnale di consenso, è molto più probabile che possano avvenire inconvenienti. Per farti un esempio che mi è capitato di vedere di recente: i corrugati degli impianti elettrici dei soffitti una volta venivano fatti passare nella soletta del piano superiore e non nei tavolati; se il vicino del piano di sopra rifaceva il pavimento, capitava spesso che i muratori, inconsapevolmente, tagliassero col flessibile tubo e cavi a quello del piano di sotto. Ma ancora peggio: per portare i cavi alla parte mobile dei cancelli si usano sempre tubi flessibili che sono sempre in movimento; anche lì porrebbero avvenire corto circuiti, addirittura un conoscente ha dovuto ricablare il cancello più volte perché il cane si divertiva a strappare tutto. Nei miei progetti preferisco sempre usare un opto quando non son certo della provenienza del segnale: facilita l'interfacciamento e tiene lontani molti problemi; il costo non è...
La mia idea è la seguente: “realizzare una serratura elettronica a combinazione che possa essere aperta inviando via bluetooth il codice di autorizzazione all'apertura, usando uno smartwatch o uno smartphone dotato di bluetooth” Di base è necessario aggiungere alla scheda ricevitore bluetooth interfacciato via SPI relais (con eventuale transistor per il pilotaggio) stadio di alimentazione Opzionalmente è possibile inserire: memoria E2PROM o FLASH su SPI per la gestione di rolling codes o codici di apertura altri relais di uscita per allarmi e/o contatti ausiliari optoisolatori per ingressi ausiliari orologio RTC con batteria tampone per gestire l'autorizzazione anche ad orario Requisito ulteriore per il progetto è la scrittura dell'applicazione sullo smartwatch/smartphone. (Nota: ho detto smartwatch per il semplice motivo che ne ho acquistato uno con SDK per sviluppare applicazioni, ma fino ad ora non ho ancora trovato quale...
Confermo, è arrivata anche a me! Grazie, inizierò presto a lavorarci...
Login   
 Twitter Facebook LinkedIn Youtube Google RSS

Chi è online

Ultimi Commenti