Home
Accesso / Registrazione

coronet24

ritratto di coronet24

Cronologia

Membro da
5 anni 18 settimane

 

 

Ultimi Commenti

Salve, mi interesserebbe implementare in un PIC la decodifica del codice generato da un MC145026. Ho guardato i sorgenti .ASM che hai scritto, ma non trovo dove è la parte che mi serve... la trasmissione è fatta sulla stessa linea di comunicazione sia a 38400 Hz che a 76800 Hz (una parte dei codici è inviata a una velocità, una parte a un'altra). Per il momento mi servono solo i dati che vengono inviati a 76800 Hz. In effetti, se si vuole guardare la cosa sotto un altro punto di vista, si potrebbe quasi pensare che sia una trasmissione a 76800 baud, dove si hanno 1 start bit, 6 bit di dati e 1 stop bit e in totale 18 bytes (da 6 bit l'uno, che possono valere '111111' oppure '000000'). Quello che dovrei arrivare a fare è "tirar fuori" la sequenza completa di questi 19 bytes (o degli 8 trit). Puoi aiutarmi pf? Grazie mille, Stefano
"Essere ingegnere è una vocazione che si scopre da bambini, quando al calcio si preferiscono i Lego." Verisimo, in effetti passavo le mie giornate a giocarci, per anni e anni. Dal momento che sono uscite le famose scatole "Technic" poi ho continuato fin dopo l'adolescenza... ma poi, siccome mi hanno insegnato che nella vita bisogna essere ligi al dovere ci ho messo fino a 33 anni prima di cominciare il corso di laurea. Prima mi sono divertito a fare altri lavori (prima il dovere poi il piacere) e ora "gioco" tutti i giorni con l'elettronica. ;-) Ciao a tutti.
Salve, io ero finito in un'azienda dove ad un certo punto ho sollevato parecchie problematiche circa delle strane abitudini che gli ingegneri di questa azienda avevano preso da anni (tipo separare galvanicamente 3-4 masse e lasciarle "flottanti") complicando il tutto e rendendo l'apparecchio delicato. Siccome però ero l'ultimo arrivato mi hanno detto che "sono anni che facciamo così e le cose ora funzionano bene". Prima i loro apparecchi non funzionavano bene perché nei loro circuiti ci sono degli errori di progettazione. Separando in modo assurdo le masse hanno in parte annullato il problema, "spostandolo" altrove. Ho notato che è pratica comune, invece di correggere un errore, aggiungere qualcosa per minimizzare i problemi, ma questa non è la soluzione, anzi! E nei test CE questi "nodi" vengono ben presto al pettine... ;-) Con il tempo ho visto che in realtà le cose non funzionavano per nulla bene e per fortuna è arrivato un nuovo capo che la pensava come me, quindi ha imposto di...
Bene che ci sia dibattito su cosa sia giusto e cosa no... La filosofia "open" (in tutti i sensi) dovrebbe portare anche all'onestà! Se facessimo del vivere "open" la nostra filosofia di vita probabilmente le cose sarebbero molto diverse. Chiediamoci piuttosto se sia giusto brevettare di tutto e di più. Quante invenzioni sono oggi chiuse nei cassetti delle grandi aziende solo perché protette da brevetto? Perché non cambiamo un poco di mentalità? Se solo pensassimo a quanto si sia evuluto negli ultimi anni il sistema GNU/Linux vedremmo i benefici della filosofia "open". Meno (molto meno) problemi di falle e sicurezza. Pubblicare come funzionano le cose non è un male, anzi, permette a chi progetta di confrontarsi con problemi reali, magari neppure immaginati! Personalmente ho lavorato in ambito R&D per grosse aziende ritrovandomi più volte confrontato con situazioni tragico-comiche, peraltro prevedibili se si fosse lavorato in maniera più aperta... ma quando è troppo tardi si fanno...
Volevo aggiungere che una volta era così: mettevi in giardino un tavolo con quello che volevi vendere (frutta, uova, ...) con una bilancia e un biglietto che riportava il prezzo al Kg. C'era pure una scatolina dove mettevi il fondo cassa in modo che chi si serviva poteva mettere i soldi e prendere il resto. Nessuno si sognava di rubare nulla, neppure i soldi! Forse sono anacronistico, ma non sono così vecchio e ho vissuto queste cose. Sarebbe bello se la gente si guardasse nuovamente allo specchio e si facesse un esame di coscienza di tanto in tanto. Un saluto a tutti.
Login   
 Twitter Facebook LinkedIn Youtube Google RSS

Chi è online

Ci sono attualmente 3 utenti e 26 visitatori collegati.

Ultimi Commenti