Home
Accesso / Registrazione

walterp

ritratto di walterp

Cronologia

Membro da
5 anni 17 settimane

 

 

Ultimi Commenti

ciao a tutti Io l'ho acquistata dal sito , praticamente arriva ad arezzo , per cui applciazione del 'IVA italiana ...ho preso anche il kit di cavi ed alimentatore. Ho scaricato udoobuntu , l'OS ufficiale di UDOO , ed ho iniziato ad accenderla .Premetto di non capire nulla di linux , faro' a breve il corso di sistemi operativi all'università . Sulla micro SD ho installato tramite win32 disk image l'OS ubuntu come dicevo e tra poco provero anche Android .La mia e' ua quad core , e scalda un pochino , non eccessivamente ma credo sia normale . Una volta accesa , dal desktop si possono accedere a diverse funzionalità e programmi , la colleghi al router e sei gia in rete . Tra i programmi installati c'e' la versione Arduino Due per ubuntu , che funziona senza problemi anche se io preferisco usare Atmel Studio con Visual Micro , per fare questo devo capire come settare i jumper della usb. A me piacerebbe poter scrivere qualche applicazione a finestre , per esempio per visualizzare pulsanti...
ciao a tutti Secondo me , una scheda come UDOO potrebbe essere utilizzata in progetti di automazione, Il fatto di supportare un sistema operativo che puo' interagire con mobile , wifi , monitor , tastiera ect potrebbe gestire la parte HMI di supervisione , raccolta dati , interfaccia utente ect La parte invece Arduino Due con ulteriori itnerfacce a rele' , sensori ect puo gestire separatamente e velocemente il processo di automazione , interruttori ,pulsanti , fotocellule ect Essendo un esperto di programmazione plc , posos dire che anche un piccolo interesse a tali tecnologie, utilizzando sistemi plc delle case piu note , comporta sempre un costo esorbitante in fatto di tools di programmazione , aggiornamenti , licenze , schede , cpu ect . Considerando il costo della scheda sui 100 euro ed il costo dei relativi moduli rele ect , il costo complessivo non raggiungera mai quello di un sistema plc.E' chiaro che in ambienti fortemente industriali le richieste del cliente sono...
hai spiegato molto bene il concetto pwm per ottenere segnali analogici Aggiungerei che e' possibile utilizzare anche un amplificatore operazionale . Questo ti permette di portare la tensione di uscita del pwm , TTL , anche a 10V chiaramente penalizzando la risoluzione digitale .Il problema principale e' calcolare bene la banda di lavoro perche quando il pwm si trova a lavorare con duty cycle vicino al 95% oppure inferiore al 10% non si ha una precisa conversione analogica , dovuta alla saturazione e all'underflow . A questo punto si possono utilizzare due OP in cascata , dove il primo funziona da integratore , cioe' con un condensatore in parallelo alla resistenza di retroazione , mentre il secondo amplifica il segnale , e se proprio vogliamo esagerare ne mettiamo un terzo in cascata configurato con inseguitore - buffer , per separare ed isolare il circuito pwm dall'uscita analogica vera e propria Ciao walter
Login   
 Twitter Facebook LinkedIn Youtube Google RSS

Chi è online

Ultimi Commenti