Home
Accesso / Registrazione
 di 

La valigia dello spione 2/2

microspia progetto open source

Il circuito che amplifica il segnale audio è leggermente più complesso. Il segnale di bassa frequenza disponibile ai capi della capsula microfonica viene amplificato dai due operazionali presenti all’interno di un LM358 (U1); il trimmer R12 consente di regolare il guadagno complessivo in funzione della sensibilità che si desidera ottenere dal circuito.

microspia_schema_elettrico_elenco_componenti

Entrambi gli operazionali vengono utilizzati come amplificatori non invertenti. Nel nostro caso, dal momento che non è disponibile per l’alimentazione una tensione duale, ai due terminali non invertenti è necessario fornire una tensione pari a 1/2 Vcc, compito che è affidato al partitore R5/R6. Il guadagno di entrambi gli stadi dipende dal rapporto tra la resistenza di reazione (R7 o R9) e la resistenza di ingresso (R4 o R8). Il consumo di questo stadio è irrisorio, appena qualche milliampère. Relativamente più alto è il consumo della microtelecamera che, a 12 volt, assorbe una corrente di circa 70÷80 mA. Abbiamo previste due uscite audio nel caso in cui venga utilizzato un videoregistratore stereo. Il funzionamento della sezione audio non influenza in alcun modo quello della sezione video e viceversa.

IN PRATICA

La realizzazione di questo circuito non presenta alcuna difficoltà. Come si vede nelle illustrazioni, per il cablaggio dei vari componenti abbiamo utilizzato una basetta stampata di forma rettangolare. Sulla piastra trovano posto, oltre ai vari componenti, anche il microfono e la microtelecamera. Il circuito, che può essere realizzato in poche decine di minuti, non è assolutamente critico, non presenta alcuna taratura e perciò deve funzionare senza problemi non appena alimentato. Per realizzare il circuito stampato è consigliabile fare uso della fotoincisione; in questo caso, in considerazione della semplicità dello schema, è anche possibile utilizzare una piastra millefori. Ultimato il montaggio della piastra audio/video è possibile verificare al banco il funzionamento di tutto il sistema.

microspia_pcb

Sulla scorta di quanto abbiamo esposto in precedenza, ed osservando attentamente la disposizione dei terminali della presa SCART, effettuate i collegamenti necessari e verificate che tutto funzioni come previsto. A questo punto non resta che reperire una valigetta adatta allo scopo e montare all’interno della stessa tutti gli elementi che compongono il nostro progetto. La piastra audio/video va fissata con dei distanziali al bordo interno della valigetta; su quest’ultima, in corrispondenza del microfono e dell’obiettivo della telecamera, dovrete realizzare due piccoli fori che consentano ai sensori di funzionare correttamente. Per quanto riguarda l’alimentazione, consigliamo di collegare in serie alla linea positiva un interruttore che consenta di spegnere l’apparecchiatura senza dover tutte le volte sfilare la presa dalla batteria.

Nel caso di videoregistratori alimentati a rete è necessario fare uso di un inverter che generi una tensione alternata a 220 volt. In considerazione del limitato spazio disponibile è indispensabile utilizzare un inverter di tipo PWM in grado di erogare una potenza massima di 100 watt. La batteria che alimenta tutti i circuiti deve disporre di una capacità di almeno 6 Ah in modo da garantire un’autonomia di funzionamento di circa 60÷90 minuti. L’assorbimento medio di un videoregistratore è infatti di circa 40 watt.

Il kit è disponibile da Futura Elettronica

 

 

Scrivi un commento all'articolo esprimendo la tua opinione sul tema, chiedendo eventuali spiegazioni e/o approfondimenti e contribuendo allo sviluppo dell'argomento proposto. Verranno accettati solo commenti a tema con l'argomento dell'articolo stesso. Commenti NON a tema dovranno essere necessariamente inseriti nel Forum creando un "nuovo argomento di discussione". Per commentare devi accedere al Blog

 

 

Login   
 Twitter Facebook LinkedIn Youtube Google RSS

Chi è online

Ci sono attualmente 47 utenti e 96 visitatori collegati.

Ultimi Commenti