Home
Accesso / Registrazione
 di 

Vendite iPad: Microsoft farà leva su dispositivi basati su Windows 7 per provare a contrastare le vendite iPad

Microsoft farà leva su dispositivi basati su Windows 7 per provare a contrastare le vendite iPad

Le vendite dell’iPad stanno dimostrando un dominio totale che Microsoft è dovuto scendere nuovamente in campo con la presentazione dei nuovi PC Slate con sistema operativo Windows 7 al CES (Consumer Electronics Show) che si terrà nel 2011, più precisamente a gennaio. La speranza è quella di proporre una valida alternativa ai dispositivi iPad della Apple, le cui vendite hanno abbattuto tutta la concorrenza relativa a quel segmento di mercato.

Microsoft spera di limitare le vendite dell’iPad grazie a Windows 7

Microsoft spera di portare Windows 7 sul mercato in modo da contendere ad Apple la fascia al momento dominata dall' iPad. Senza aver avuto il tempo per sviluppare un nuovo sistema operativo o per adattare il suo "giovane" Windows Phone 7 al funzionamento su dispositivi a grandezza naturale, la compagnia ha deciso di tornare indietro per adottare una strategia che permetta lo sviluppo di una nuova interfaccia che dovrebbe apparire quando la tastiera è nascosta e il dispositivo è tenuto in posizione verticale.

Per opporsi alle vendite dell'iPad Microsoft non si è focalizzata sulle applicazioni

Microsoft sta seguendo la strategia del sistema operativo Chrome di Google, che consiste nell'affidamento su HTML5. Un rapporto che cita "una persona che lavora a Microsoft", afferma che la compagnia sta incoraggiando i partner a sviluppare applicazioni per quei dispositivi che utilizzano HTML5.

La stessa fonte le applicazioni non verranno vendute in un App Store, ma Microsoft incoraggerà i partner che hanno sviluppato il software ad ospitare le applicazioni sui propri siti Web; gli Slate PC saranno poi dotati di una interfaccia in grado di accedere in maniera agevole a queste applicazioni.

I fallimenti dei tablet tra il 2001 e il 2005

Se le vendite dell'iPad sono così alte in questo periodo, il merito è dovuto alla strategia messa in campo da Apple , oltre ad una perfetta promozione marketing. Microsoft aveva cominciato a propagandare la "Pen Computing" già nei primi anni 90, quando Apple stava portando sul mercato il suo Newton Message Pad. Alla fine i tablet basati sulle penne Stylus non hanno mai fatto presa sul mercato ad eccezione di una nicchia di palmari venduti da compagnie tipo Palm.

Il pc tablet ha debuttato come un nuovo concetto nel 2000, in concomitanza con il picco di mercato appena raggiunto dai palmari, nel tentativo di Microsoft di vendere pc desktop con Windows ad utenti che facevano uso di dispositivi portatili.
I pc tablet di Microsoft non hanno comunque mai attirato molta attenzione e, verso la fine del 2001, Bill Gates proclamò che questi dispositivi sarebbero diventati la forma più popolare di pc entro cinque anni, ma questo non accade mai. Un anno dopo, alla fine del 2002, anche Gartner aveva annunciato in un report che, "nonostante le una grande pubblicità e le promozioni di marketing, per il Tablet PC non sono attesi risultati consistenti riguardano una sua possibile adozione".

Probabilmente è Apple ha invece azzeccato il momento esatto in cui portare sul mercato un dispositivo portatile con un tablet e la sua mossa è stata premiata dal numero incredibile di vendite dell'iPad . Forse il problema non erano i tablet in sé per sé, quanto una sorta di sfiducia nell'utilizzarli: Apple si è prima guadagnata la fiducia di molti utenti diventando un brand di tendenza, in modo da essere poi in grado di proporre qualsiasi prodotto e di essere seguita dai propri utenti in maniera incondizionata.

 

 

Scrivi un commento all'articolo esprimendo la tua opinione sul tema, chiedendo eventuali spiegazioni e/o approfondimenti e contribuendo allo sviluppo dell'argomento proposto. Verranno accettati solo commenti a tema con l'argomento dell'articolo stesso. Commenti NON a tema dovranno essere necessariamente inseriti nel Forum creando un "nuovo argomento di discussione". Per commentare devi accedere al Blog

 

 

Login   
 Twitter Facebook LinkedIn Youtube Google RSS

Chi è online

Ci sono attualmente 20 utenti e 69 visitatori collegati.

Ultimi Commenti