Home
Accesso / Registrazione
 di 

Voltmetro selettivo SPM-3 3/3

Voltmetro selettivo SPM-3

4 – Taratura

Prima di procedere oltre, occorre tarare l’apparecchio. Taratura in selettivo Commutatore dei campi di misura S101 - in pos. “CAL” Commutatore larga banda selett. S 103 - in pos. “Selective” Commutatore di gamma S 301 - in pos. “1° Range 2 a 150 kHz” Con il comando di sintonia C 312, si regola il misuratore di livello sul segno di taratura 14 kHz fino a ottenere la massima deviazione dell’indice dello strumento. Successivamente, agendo sul potenziometro “SELECTIVE” P 502, si porta l’indice a coincidere con il segno 0 dB. Taratura larga banda Commutatore dei campi di misura S 102 - in posizione “CAL”. Commutatore larga banda selett. S 103 - in posizione “Wideband” Si regola il potenziometro di taratura larga banda P 501 fino a che l’indice dello strumento coincida con il segno 0 dB. In questo modo l’apparecchio è tarato in larga banda.

5 – Misure

La tensione ad misurare deve giungere al misuratore di livello attraverso un cavo a bassa capacità e il più corto possibile. La tensione non deve superare i 70 V e l’ingresso è previsto per un carico massimo di 2 W. L’impedenza di ingresso dell’SPM-3 risulta lineare anche quando l’apparecchio è spento, evitando così possibili interferenze su sistemi telefonici a frequenze vettrici.

6 – Misure in selettivo

Occorre fare le seguenti operazioni: Commutatore S 103 “larga banda – selettivo” in posizione “SELECTIVE” Commutatore S 101 “impedenza d’ingresso” sul valore desiderato e scelto per il livello di tensione o di potenza. Si commuta poi il commutatore di frequenza sulla gamma comprendente la frequenza del segnale d’ingresso. Con la manopola C 312 si sintonizza lo strumento sulla frequenza d’ingresso per ottenere la massima deviazione dell’indice. Col commutatore S 102 si sceglie una gamma nella quale la lettura dello strumento risulti sufficientemente precisa. Il valore del livello risulta dalla somma del valore predisposto con S 102 e di quello letto sullo strumento J 501. Esempio: valore predisposto con commutatore S 102 = + 20 dB Lettura sullo strumento J 501 = – 5 dB —————— Livello misurato = + 15 dB

7 – Misure in larga banda

Per le misure in larga banda sono necessarie le seguenti regolazioni: Commutatore “larga-banda/ selettivo” S 103: in “Wideband” Commutatore d’impedenza d’ingresso S 101: valore d’impedenza desiderato e scelto per livello di tensione o potenza. Si sceglie poi, col commutatore di misura S 102 una gamma di misura nella quale l’indicazione dello strumento sia ben leggibile. Come già al paragrafo precedente (6) per le misure in selettivo, il livello d’ingresso risulta dalla somma dei due valori, quello predisposto col commutatore e quello letto sullo strumento.

8 – Misure di attenuazione di distorsione.

Si possono effettuare misure di distorsione fino a circa 70 dB che corrispondono a un fattore di distorsione di circa 0,03 %. Per questa misura si accorda prima l’apparecchio sulla fondamentale della tensione da misurare (vedi parag. 6) e si predispone la gamma di misura con S 102 in modo tale da far indicare allo strumento 0 dB. Qualora ciò fosse impossibile o indesiderato, si può correggere l’indicazione col potenziometro di taratura P 502 “Selective”. Rammentarsi che la taratura assoluta non vale più. Dopo questi preparativi, si sintonizza il misuratore di livello servendosi del comando C 312 ed eventualmente del commutatore di frequenza S 103, sulla seconda armonica (due volte il valore della frequenza fondamentale). Mediante il commutatore di misura S 102, si aumenta la sensibilità fino a ottenere un valore facilmente leggibile sullo strumento. La differenza fra il livello della fondamentale e il livello dell’armonica è una misura diretta della distorsione armonica. A causa della distorsione propria del circuito d’ingresso possono venire simulate, malgrado tensioni d’ingresso puramente sinusoidali, delle armoniche e delle frequenze di combinazione. Quando all’ingresso il livello totale di armoniche è costante, la distorsione propria diminuisce con l’aumento della sensibilità del misuratore di livello. Volendo misurare, per esempio, attenuazioni di distorsione di 60 dB, è opportuno, nella misura dell’armonica, usare una gamma di misura selettiva che non aumenti la sensibilità di oltre 50 dB rispetto alla fondamentale.

Voltmetro_selettivo_SPM-3_grafico

9 – Pilotaggio esterno del trasmettitore di livello PS-3/BN 270 o TF PS – 75

Il posto di misura PS-3/SPM-3 o quello costituito dal TF PS-75/ SPM-3 è particolarmente adatto per misure selettive su quadripoli, per esempio reti di filtro e misure selettive su circuiti, quali possono essere i sistemi di trasmissione a frequenza vettrice, dato che il trasmettitore può essere pilotato automaticamente dal ricevitore con una linea di comando. Il collegamento fra la presa Bu 301 “pilotaggio esterno” dell’SPM3 e la presa corrispondente del PS-3, deve essere fatto con un cavo schermato. Per portare i due apparecchi in sintonia si devono fare le seguenti regolazioni: si collega direttamente l’uscita del PS-3 con l’ingresso dell’SPM-3 (Bu 101). I commutatori per il livello di ricezione e per il livello di trasmissione devono essere predisposti sullo stesso valore. Con la regolazione fine del trasmettitore si porta poi l’indicazione sull’SPM-3 al suo massimo. Trasmettitore e ricevitore si trovano ora in passo e si può inserire, fra essi, il circuito in prova. Occorre ricordare che la regolazione fine non deve essere variata durante le misure.

10 – Boccola d’uscita Bu 501

Durante tutte le misure è possibile collegare a Bu 501 un oscilloscopio, per la sorveglianza, il controllo o la visione della modulazione. L’uscita ha impedenza di 600 ? circa; a vuoto si ha un livello di tensione di circa 0,2 V. Termina così questa lunga chiacchierata su uno strumento destinato a misure abbastanza sofisticate che richiedono una buona conoscenza della materia e del funzionamento dell’apparecchiatura. Rammento che, in genere, i voltmetri selettivi possono essere utilizzati come ottimi e stabili ricevitori di segnali presenti all’interno della loro banda di funzionamento. Grazia per l’attenzione e la pazienza dimostrata e arrivederci alla prossima puntata.

radiokit elettronica

 

 

Scrivi un commento all'articolo esprimendo la tua opinione sul tema, chiedendo eventuali spiegazioni e/o approfondimenti e contribuendo allo sviluppo dell'argomento proposto. Verranno accettati solo commenti a tema con l'argomento dell'articolo stesso. Commenti NON a tema dovranno essere necessariamente inseriti nel Forum creando un "nuovo argomento di discussione". Per commentare devi accedere al Blog

 

 

Login   
 Twitter Facebook LinkedIn Youtube Google RSS

Chi è online

Ci sono attualmente 1 utente e 73 visitatori collegati.

Utenti online

Ultimi Commenti