Home
Accesso / Registrazione
 di 

VUSAT-52: un satellite hindu

VUSAT-52: un satellite hindu

Per essere più precisi, VUSATOSCAR52, poiché anche questo è un satellite orbitante che trasporta radio amatoriali, per l’appunto il significato della sigla OSCAR (Orbiting Satellite Carrying Amateur Radio). Più semplicemente possiamo chiamarlo VO-52. Rammentiamo che VU è il tipico prefisso dell’India. È conosciuto anche con il nome di HAMSAT ed è il primo satellite amatoriale dell’India. HAMSAT è stato lanciato in orbita come carico secondario il 5 maggio 2005 dal poligono di lancio indiano denominato Satish Dhawan Space Centre (SDSC) situato a Sriharikota nello Stato dell’Andhra Pradesh per mezzo del vettore ISRO PSLV-C6 (Polar Satellite Launch Vehicle=vettore per il lancio di satelliti in orbita polare).

satellite_vusat52_fig1

Il carico primario era il satellite CARTOSAT-1 pesante 1.560 kg. Nella foto 1 possiamo vedere il missile vettore PSLV-C6 e nelle figure 2a e 2b alcuni adesivi commemorativi di questi due satelliti e relativo lancio. Ulteriori informazioni nei seguenti siti: http://www.amsatindia.org/;

Http://www.amsatindia.org/photogallery.htm;
http://www.isro.org/ pressrelease/ May01_ 2005.htm;
http://www.niar.org/vusat/

HAMSAT è stato collocato in un’orbita polare LEO (Low Earth Orbit) quasi circolare, apogeo a 646 km e perigeo a 607 km. Il 14 maggio 2005, su richiesta dell’AMSATINDIA, W3XO Bill Tynan dell’AMSAT-NA ha annunciato che HAMSAT (o VUsat) ha ricevuto un numero progressivo della serie OSCAR, pertanto è ora VUsat-Oscar-52 o più brevemente VO-52. Con un’orbita polare alta in media 620 km, un esempio di “copertura” di questo nuovo satellite è illustrato nella figura 3. L’AMSAT-INDIA ringrazia la Indian Space Research Organization (ISRO) per il supporto nella costruzione e nel lancio di questo primo satellite hindu e anche il radioamatore olandese PE1RAH William Gerard Leijenaar per la costruzione di uno dei due transponder che sono a bordo di VO-52.

Vediamo ora le principali caratteristiche tecniche. È un micro satellite di forma quasi cubica, 63 x 63 x 55 cm, con un peso di 42,5 kg come mostra la foto 2. Ha una struttura a nido d’ape in alluminio con una regolazione termica passiva, un esploso in figura 4. Osserviamo in figura 5a lo schema a blocchi dettagliato divulgato da PE1RAH (nel sito: http://www.qsl.net/ pe1rah/HAMSAT-info.htm) e in figura 5b lo schema a blocchi semplificato divulgato dalla stessa AMSAT-INDIA (nel sito: http://www.amsatindia.org/ blockdiagram.htm).

L’alimentazione elettrica è fornita da 4 pannelli solari all’arseniuro di gallio fissati al corpo del microsat, in pratica sulle facce del cubo, e da batterie commerciali (COTS) agli ioni di litio. Il satellite ruota a una velocità di circa 4 +/- 0,5 giri al minuto (RPM) con l’asse di rotazione inclinato di ± 3 gradi. La stabilizzazione della rotazione viene effettuata in modo autonomo a bordo del sat.

Un magnetometro a 3 assi e un sensore solare a doppia fessura (TWSS) più quattro solenoidi a torsione magnetica (magnetic torquer rods), che funzionano come attuatori o regolatori, forniscono i dati necessari al “Bus Electronics” che utilizza il processore MAR 31750. Questo sistema gestisce, oltre all’assetto, anche la telemetria e il telecomando o telecontrollo di VO-52.

satellite_vusat52_fig2

Le comunicazioni di servizio avvengono in banda VHF: a 137 MHz per la telemetria (TM) e a 149 MHz per il telecontrollo (TC). Per le comunicazioni fra i radioamatori, a bordo di VO-52 ci sono due transponder lineari analogici invertenti (indicati con il termine inglese payload=carico utile nello schema di AMSAT-India): il cosiddetto transponder indiano che è stato sviluppato in modo autonomo da radioamatori indiani con la consulenza dell’ISRO e l’esperienza dell’AMSAT-INDIA, e il transponder olandese (Dutch) che è stato progettato e costruito da PE1RAH William Gerard Leijenaar (lavora anche per il progetto P3E dell’AMSAT-DL), uno studente Graduate Engineering presso l’Istituto Tecnico Superiore di Venlo in Olanda. Frequenze, modi e banda di lavoro di questi 2 transponder sono quasi uguali! Vediamo il confronto in tabella 1. In figura 6 (a) la corrispondenza completa tra le frequenze di uplink e downlink di VO-52 a meno dell’effetto Doppler. Per la SSB, uplink in LSB (TX) e downlink in USB (RX). Un solo transponder alla volta è acceso.

radiokit elettronica

 

 

Scrivi un commento all'articolo esprimendo la tua opinione sul tema, chiedendo eventuali spiegazioni e/o approfondimenti e contribuendo allo sviluppo dell'argomento proposto. Verranno accettati solo commenti a tema con l'argomento dell'articolo stesso. Commenti NON a tema dovranno essere necessariamente inseriti nel Forum creando un "nuovo argomento di discussione". Per commentare devi accedere al Blog

 

 

Login   
 Twitter Facebook LinkedIn Youtube Google RSS

Chi è online

Ci sono attualmente 27 utenti e 69 visitatori collegati.

Ultimi Commenti