Col Model B+, ed i suoi accessori, Raspberry Pi è ancora più versatile

Raspberry Pi è una scheda che, al pari di Arduino, ha influito in maniera davvero importante nel mondo delle schede di prototipazione rapida. La sua capacità di incidere, ed il suo successo, sono dovuti principalmente all'attenzione verso il mondo Open Source, alla vocazione per Linux ed alla sua straordinaria versatilità. Vediamo insieme oggi tutto quello che ha da offrire.

Se state cercando di capirci qualcosa del mondo delle schede di prototipazione, se vi state documentando e siete curiosi, se siete hobbisti o professionisti, vi sarete di certo imbattuti in Raspberry Pi, un PC-on-a-board dalla performance impressionanti.

Come tutti, anche noi ci siamo appassionati alle sue caratteristiche, alla sua storia ed alla sua evoluzione. Abbiamo dedicato tantissimo spazio alle applicazioni e alla documentazione tecnica della scheda e nel corso del tempo lo abbiamo seguito mettendo insieme le esperienze dei nostri autori che ne hanno cantato le lodi dimostrandone le immani possibilità: da Media Center e Smart TV a impianto per la sicurezza, praticamente non c'è applicazione che Raspberry non possa animare.

E abbiamo anche scoperto che è possibile ottimizzare i tempi di avvio, lavorando a bassissimo livello.

Cantare le lodi di questa scheda è facile e non vogliamo ripeterci. Pertanto, oggi vi raccontiamo dell'altro. Scopriremo insieme che cosa succede a chiedere di più a Raspi e che cosa può fare per voi.

E cominciamo subito con una scheda embedded targata ST Microelectronics:

STM32 Protoboard

STM32-EMBPI/14 è definita come "Embedded Pi, triple-play platform for STM32, Raspberry Pi and Arduino". Si tratta di una scheda basata su STM32F103 che punta ad unire ben tre community: quella di Arduino, quella di Raspberry Pi e quella dei programmatori che lavorano su MCU STM32. Questo ambizioso risultato viene raggiunto grazie ad una operatività trivalente; può agire, infatti, in modalità Standalone, ST-Adapter e Raspberry Pi.
Nella prima, funziona come una scheda base in cui si lavora programmando e comandando gli shield Arduino direttamente.
Nella seconda, invece, avremo il solo controllo dei soli shield.
Nel terzo caso, infine, avremo a tutti gli effetti a disposizione un Raspberry Pi comandabile da riga di comando; in questa modalità, la scheda si comporterà come un bridge di connessione tra Raspberry Pi e gli shield Arduino.

Le caratteristiche sono le seguenti:

  • STM32F103 @72 MHz con 128 kByte di memoria Flash e 20 kB di RAM;
  • Form factor compatibile con alimentazioni da 3.3 e 5 V;
  • Compatibilità completa con tutti gli shield Arduino e Raspberry Pi;
  • Connessione diretta a Raspberry Pi;
  • Modalità di funzionamento selezionabili tramite jumper.

Diverse le interfacce con cui dimostra compatibilità:

  • SPI (x1);
  • I2C (x1);
  • PWM (x4);
  • UART (x1);
  • ingressi analogici (x6).

Se cercate la documentazione completa, sappiate che è disponibile qui. Questa scheda, che, ne siamo sicuri, vi avrà stupito, ha un costo di 110 €.

The more you ask, the more you get

Ed ora, veniamo agli accessori. Gli utenti, si sà, presto o tardi diventano esigenti se si appassionano, e la comunità, soprattutto perchè il progetto è Open e completamente documentato, si è scatenata. Dalle header breakout board alle telecamere passando per shield di ogni genere, tipo e sorta: per Raspberry Pi c'è di tutto.

E proprio per questo motivo oggi vi raccontiamo esattamente cosa c'è a disposizione degli utenti, a cosa serve e di cosa non potete fare a meno. Ecco a voi tutti gli accessori che contano della vostra scheda preferita.

Box

Come la maggior parte delle schede di prototipazione e sviluppo sul mercato, anche Raspberry Pi viene venduta "nuda". Per poterla utilizzare al meglio, trasportare senza problemi ed abbellire, se non vi piace lo stile "essenziale", ecco a voi un box, un'enclosure che vi garantirà la protezione di cui avete bisogno. Le dimensioni sono sostanzialmente quelle dalla scheda: larghezza 87 mm, altezza 30 mm e profondità 56 mm.
Il box ha un costo estremamente contenuto, parliamo di poco più di 8€.

Display

Il display è la prima e più preziosa interfaccia per avere immediate risposte e feedback circa la programmazione, gli output ed il funzionamento del sistema. Ecco per quale motivo ve ne consigliamo uno, peraltro estremamente interessante prima di tutto per le dimensioni, 4.3'', secondo per la tecnologia, è un monitor TFT LCD. Ci sono altri ottimi motivi per desiderare un SK-43PT-PI è la microSD da 2 GB. Il monitor funziona con tensioni di esercizio comprese tra 4.5 e 5.5 V.
Le dimensioni sono 105.4 mm x 67.1 mm.
Il modulo 4D in questione ha un costo di poco più di 270 €.

Camera

Una volta che avrete imparato ad usare Raspberry con i vari sistemi operativi, avrete sperimentato il sistema di GPIO, provato qualche applicazione, sicuramente vi verrà una gran voglia di fornirgli nuovi input e allora scoprirete che esiste tutta una nuova branca di utilizzi e applicazioni che sfruttano la Fotocamera. Tramite bus dedicato, potrete connetterla e configurarla, tutto sommato senza troppo sforzo. Se avete bisogno di un consiglio o di una guida, fate pure riferimento a questo articolo che spiega come configurarla.
Tra le applicazioni è facile pensare alla videosorveglianza, soprattutto perchè stiamo parlando di un dispositivo con risoluzione video Full HD con 1080p, sensore di immagine CMOS Omnivision 5647 e bilanciamento automatico del bianco, senza contare che stiamo parlando di un'immagine risultante da 5 Megapixels.
Tenete presente che avrete a disposizione una fotocamera da 30 fps che sarà anche sensibile all'infrarosso. Mica male, vero?
Soprattutto perchè per soli 32 € potrete aprirvi un vero e proprio ventaglio di applicazioni.

Kit di raffreddamento

Come sappiamo tutti, l'eccesso di temperatura può danneggiare dapprima le prestazioni e poi addirittura l'hardware del vostro sistema. Se metterete a dura prova il vostro Raspberry, chiedendogli di fare elaborazioni estremamente pesanti, potreste aver bisogno di dissipare l'eccesso di calore risultante. In questa ipotesi, vi viene in aiuto il kit di raffreddamento all'interno del quale troverete i dissipatori adatti all'uso su diverse release della serie Raspberry Pi, ovvero A, B e B+.
Gli stessi dissipatori possono essere utili sugli integrati a bordo su pcDuino, Cubieboard e Banana Pi.
Il tutto per 5€.

Raspberry Pi è disponibile a catalogo CONRAD con spedizione 24h.

Tags:

6 Commenti

  1. Tommaso Zanotelli 6 marzo 2015
    • Piero Boccadoro 6 marzo 2015
  2. zordanmanuel 9 marzo 2015
  3. brrmatteo 11 marzo 2015

Scrivi un commento