Embedded:

è la categoria relativa all’elettronica embedded. Troverete articoli relativi ai sistemi embedded sia lato hardware che software con particolare riferimento appunto a tutti quei sistemi rivolti ad una specifica applicazione. Tratteremo anche Linux embedded ed altri sistemi operativi leggeri in grado di “girare” su schede embedded a microcontrollore.

I2C-Debug: come effettuare debug sul protocollo I2C in modo semplice!

Il protocollo I2C viene largamente utilizzato per differenti periferiche embedded. Il vero problema è che non è sempre facile effettuare debug: il protocollo I2C non è propriamente un grande amico dei computer tradizionali e può risultare difficoltoso. I2CDebug è un progetto realizzato per ovviare a questo problema: si tratta di un progetto che permette di effettuare debug parallelo su numerose periferiche in tempo reale!  

Crittografia “LightWeight” per i sistemi embedded: quali tecniche usare?

Sappiamo che i sistemi embedded non brillano per potere computazionale e memoria, al contrario sono molto limitati. In certe situazioni tuttavia, non possiamo fare a meno di rendere sicure quanto più possibile le nostre comunicazioni. Pur avendo questi limiti strutturali, esistono differenti tecniche per rendere sicure le comunicazioni all'interno dei sistemi embedded: dobbiamo fare uso di stratagemmi e tecniche dal "peso leggero", affinché non impattino troppo sulle prestazioni e i consumi della nostra piattaforma. La crittografia "Lightweight" racchiude un insieme di tecniche atte a preservare le prestazioni dei sistemi embedded cercando di integrare al meglio un sistema di crittografia …

Debugging avanzato Linux Embedded

Soluzioni per il debug di sistemi Linux multicore e Android. L’esigenza di adottare architetture di CPU multicore nasce dal tentativo di risolvere i problemi di consumo energetico e conseguente dissipazione di calore che si presentano quando si aumenta la frequenza di lavoro di una CPU a singolo core. Inoltre la tendenza tecnologica a ridurre la geometria di un chip aumenta sempre più i problemi di progetto, dovuti al manifestarsi di fenomeni parassiti (effetti capacitivi, correnti di dispersione, ecc...). Una prima risposta a questi problemi consiste nel definire nuove architetture di CPU, dotate per esempio di superpipeline oppure di tipo superscalare. Nel primo caso si riduce ogni stadio della pipeline in unità più piccole. Nel secondo caso …

Modulo RF 868 MHz TR-52B

Esaminiamo in dettaglio il TR-52, un modulo transceiver di IQRF basato su microcontrollore on board molto completo e dotato di tutto ciò che necessita allo sviluppatore. Estremamente versatile, si rende utile in numerose applicazioni e trova uno dei suoi punti di forza nel consumo davvero contenuto. Il modulo che stiamo per esaminare è una famiglia di transceiver dotata di microcontrollore on-board, un sistema operativo e alcune periferiche. Esso lavora alle frequenze operative di 868 Mhz e 916 Mhz per le quali non è richiesta alcuna licenza. È immediatamente pronto all’uso e non necessita di componenti aggiuntivi esterni per il funzionamento. In questo modo le realizzazioni possono essere sviluppate molto velocemente e contenute in spazi davvero esigui. Dispone inoltre di …

W600 – Wemos: La scheda da 2$ che offre MicroPython

Una scheda da 2cm di larghezza e 2cm di lunghezza che permette di eseguire MicroPython. Non solo: costa solo 2$ e permette di avere a disposizione differenti interfacce. Ho dimenticato di dirlo: mette a disposizione anche il Wi-Fi a 2.4Ghz. W600 è questa piccola scheda realizzata da Wemos e grazie a MicroPython, possiamo dare vita a progetti che vanno ben oltre il classico sistema basato su microcontrollore.    

Contest una scheda per tutti: i Vincitori

Ecco i Vincitori della scheda ESPertino nel contest "Una scheda per tutti". Ringraziamo i nostri lettori della partecipazione e vi diamo appuntamento al prossimo contest. Dopo aver analizzato i commenti e la partecipazione sul blog di Elettronica Open Source siamo pronti per decretare i Vincitori.  Elenco Vincitori: tattolilm 74 giulioelettronica 70 ZOPDAR 45 Alessandro 43 santelectronic 39 Giordana Francesca Brescia 32 Adriano Gandolfo 26 Maurizio 13 SuperG72 10 Doc77 10 Tony21 10 briand06 10 Iacopo Banchini 10 Lorenzo Neri 9 Michele Tiglio 9 nivaste 8 FAUSTO LUCANTONIO 8 Filippo Casella 8 Emanuele Bonanni 7 Alfredo.Centinaro 7 Stefano Lovati 6 …

Advanced debugging su MSP430

La famiglia MSP430 di Texas Instruments fa parte di una generazione di microcontrollori con prestazioni e caratteristiche molto elevate. In questo articolo affronteremo le tematiche riguardanti il debugging avanzato con tecnologia Enhanced Emulation Module, utilizzando una versione dell’ambiente di sviluppo Code Composer Studio. Durante la realizzazione di un progetto, più o meno complesso, gran parte del lavoro viene spesso garantito alla prova di funzionamento del circuito. Per la parte hardware solitamente si usano dei simulatori che verificano le varie componenti elettroniche, mentre il software viene gestito in maniera più semplice. Simulare il funzionamento di un listato non è complesso e la maggior parte dei tools di sviluppo mette a disposizione opportune componenti per la verifica del lavoro …

Code Warrior

Il potente ambiente di sviluppo proposto per applicazioni embedded, non mancherà di stupirvi per la sua grande capacità di adattamento alle dimensioni del progetto. Code Warrior è un ambiente di sviluppo integrato, utilizzato dagli utenti per sviluppare applicazioni con microprocessori e DSC. L’ambiente è strutturato in modo da risultare multi target (vari tipi di microprocessore supportati), multi language (vari tipi di linguaggi di programmazione) e multi host (piattaforma Windows/Linux supportate). Inoltre, Code Warrior consente lo sviluppo di applicazioni per Playstation, Nintendo, Sony e telefonia mobile. L’ambiente di sviluppo è composto dai moduli che seguono. Project Manager Consente la gestione delle risorse di livello alto nell’ambito del progetto, organizza in gruppi i vari file del programma, gestisce le …

MQTT cos’è e come funziona

Nelle reti di sensori e sistemi embedded di piccole dimensioni, il traffico dati è solitamente molto limitato o comunque non si può fare uso di una larga banda di trasferimento a causa della limitatezza di questi componenti. L'HTTP per quanto versatile e comune sia, spesso non è una soluzione valida in questo ambiente al fine di trasferire dati semplici: appesantisce il payload dei dati stessi. MQTT, ovvero "Message Queuing Telemetry Transport" ha un comportamento molto simile all'HTTP ma molto più semplice e versatile per la comunicazione all'interno dei sistemi embedded e in questo video, scopriremo come funziona.

Transceiver CAN

Il CAN-transceiver è un emettitore (transmitter) e un ricevitore (receiver). Esso converte i dati del CAN controller in segnali elettrici che successivamente trasmette per mezzo delle linee del bus dati. Nello stesso modo riceve i dati che converte per il CAN-controller. Il protocollo CAN-bus è spesso usato nel settore automotive, dove sono particolarmente apprezzate le sue qualità di affidabilità. Il Controller Area Network, noto anche come CAN-bus, è uno standard seriale per bus di campo (principalmente in ambiente automotive), di tipo multicast, introdotto negli anni ottanta dalla Robert Bosch GmbH, per collegare diverse unità di controllo elettronico (ECU). Il CAN è stato espressamente …

Firmware 2.0: La nuova rivista di Elettronica Open Source

Con l'inizio del 2020 e ascoltando tutti voi, Elettronica Open Source ha deciso di presentarvi la nuova rivista sul mondo dell'elettronica: Firmware 2.0! Firmware 2.0, la rivista digitale rilasciata su base mensile, si focalizza di mese in mese su un argomento differente: passando dall'industria 4.0 alle nuove piattaforme embedded, trattando l'IoT e al contempo tutto il mondo makers. Firmware 2.0, oltre a trattare un nuovo argomento ogni mese, propone la Makers Zone: una sezione della rivista legata al mondo makers dove potrai trovare progetti e guide spiegati passo-passo. Se lavori nel mondo dell'elettronica o sei un grande appassionato di …

Sistemi di sviluppo per LINUX

Questo articolo presenta una breve carrellata di sistemi di sviluppo esistenti per il sistema operativo Linux, in modo da mettere in condizione il programmatore a scegliere il prodotto più adatto alle sue esigenze. Un ambiente di sviluppo è uno strumento, oggi indispensabile, per progettare sistemi elettronici a microcontrollore. Essi, negli ultimi tempi, si sono molto evoluti, dando la possibilità di eseguire il debug e l’emulazione onchip, permettendo in tal modo una rapida produttività e una veloce prototipazione. Grandi passi sono stati fatti anche nelle dimensioni dei sistemi, tanto che oggi esistono sul mercato soluzioni che forniscono nel medesimo tempo la comodità delle ridotte dimensioni legate anche …

L’amplificatore operazionale nel design di circuiti elettronici

L’amplificatore operazionale è senza dubbio uno degli elementi chiave sia nell’elettronica analogica che digitale. È infatti in grado di realizzare il front-end analogico dedito al filtraggio dei segnali utili, avvalendosi di circuiti retroazionati, oppure possiamo utilizzarlo come semplice comparatore per ottenere un DAC. Tuttavia il suo comportamento reale si discosta da quello ideale a seconda del punto di lavoro e della tecnologia (MOS, BJT). Il comportamento varia sia in termini di larghezza di banda che di guadagno. In questo articolo illustreremo le varie non idealità che incontriamo dentro al nostro componente, cercando anche di trovare dei metodi per tenerne …

Clock Recovery

In questo articolo si proporrà una soluzione completamente digitale per estrarre il clock da un flusso di dati seriali codificati con un protocollo NRZ. Ovviamente, essendo completamente digitale potrà essere implementata agevolmente su FPGA. La maggior parte dei collegamenti seriali integrano il segnale di clock nella trasmissione dei dati. Fondamentalmente è compito del ricevitore estrarre e riprodurre il segnale di clock. Nel corso dell’articolo approfondiremo il discorso su una realizzazione digitale dell’algoritmo di recupero dei dati e del clock per un segnale NRZ ad 1.5 Mbps. Per realizzare l’estrazione del clock per la sincronizzazione del ricevitore, l’algoritmo viene implementato su FPGA, in particolare il dispositivo scelto è la Spartan XC3S200 (figura 5). La scelta del dispositivo non è stata fatta a …

I micro MAXQ di Maxim

Un’introduzione ai microcontrollori low-power con interfaccia IR di Maxim. Sempre più applicazioni, soprattutto nel settore embedded, richiedono l’adozione di microcontrollori a bassa dissipazione di potenza in grado di garantire comunque adeguata capacità di calcolo e connettività di vario tipo. MAXQ (figura 1) è la famiglia di microcontrollori proposta da Maxim per tale segmento di mercato. La CPU è di tipo RISC transport-triggered (vedi di seguito) con larghezza di parola a 16 bit e un insieme di sole 33 istruzioni, anch’esse a 16 bit (il che semplifica notevolmente la programmazione). Caratteristiche generali L’architettura (figura 2) è di tipo Harward con spazi d’indirizzamento separati per le memorie dati, programmi e …

Real PIC Simulator

Real Pic Simulator è un interessante simulatore di microcontrollori PIC di Microchip di fascia base e media prodotto da Digital Electro Soft che consente la simulazione visuale di applicazioni firmware precedentemente compilate. Il suo impiego consente, in alcuni casi, il test ed il debugging dell’applicazione praticamente a costo zero. Per questo motivo può essere, nel suo àmbito, un ottimo strumento sia di apprendimento sia di ausilio alla progettazione. In qualunque campo della progettazione elettronica, gli strumenti di simulazione contribuiscono allo sviluppo di applicazioni in maniera rapida, pratica, efficiente e flessibile. L’impiego di tali strumenti consente di evitare, almeno in una fase preliminare del …

Wake On Radio con CC430

Come realizzare un’applicazione ultra low-power con ricezione radio intermittente con il micro CC430 di Texas Instruments. CC430 è la famiglia di microcontrollori a 16-bit di Texas Instrument per il mercato delle applicazioni wireless low power in ambito, ad esempio, di sicurezza personale, building automation o metering. I dispositivi (figura 1) integrano CPU MPS430X con architettura RISC e, insieme, di istruzioni ortogonali, moltiplicatore hardware a 32-bit, controller flash/RAM, acceleratore AES, convertitore A/D SAR a 12-bit, controller LCD a 96 segmenti, porta di comunicazione compatibile con i protocolli UART/SPI/I2C e modulo radio RF1A. Di seguito è descritta, in particolare, la modalità Wake On Radio di tale periferica. Il modulo RF1A Il modulo radio RF1A è basato sul core …

Il debug di Linux con JTAG

Solo filosofia o necessità? In effetti, esistono differenti strumenti per seguire una sessione di test utilizzando l’ambiente di lavoro GNU con Linux: si parte da una banale comunicazione seriale fino ad arrivare ad una connessione di tipo JTAG e, grazie a questi accorgimenti, è pensabile condurre sessioni di debug sul kernel di Linux. Esistono, come molti sviluppatori software e hardware hanno posto in evidenza, differenti sistemi di test che rispondono a precise esigenze di tipo commerciale con prerogative legate all’aspetto tecnico. Non solo, l’offerta open source è notevolmente variegata e offre tutto il necessario per condurre un lavoro d’integrazione e di test, anche se poi le aziende, nella maggior parte dei casi, preferiscono utilizzare sistemi di tipo commerciale per via del …

Cronometro Segnatempo

L’articolo illustra la realizzazione di un cronometro, utilizzando il microcontrollore Pic. Pratica e didattica per lavorare al meglio con il compilatore mikroBASIC PRO. Quando i microcontrollori non erano così alla portata di mano, anche per via dei relativi costi elevati, la costruzione di un cronometro o di un orologio era un'impresa davvero complicata. Occorreva infatti l’adozione di contatori, clock, divisori, sommatori e altri dispositivi digitali, con cui si ottenevano prototipi molto grandi. Come se non bastasse, anche la precisione non era delle migliori, e si doveva agire su componenti discreti ed analogici per “ritoccare”. manualmente l’accuratezza delle misure. Oggi per fortuna non è così, e se da un lato ogni tanto la nostalgia delle vecchie realizzazioni si fa …

I giorni della Merla: Platinum 2.0 e Speciali EOS-Book a 29€!

Sono arrivati i giorni della Merla... il periodo più freddo dell'anno! Come è ormai tradizione noi di Elettronica Open Source siamo pronti a farti compagnia con i nostri articoli e la nostra rivista, riservandoti una promozione imperdibile sull'abbonamento Platinum 2.0. Le basse temperature di questo periodo offrono la scusa perfetta per starsene rintanati in casa a leggere e a dedicarsi ai propri hobby. C'è chi recupera letture arretrate, chi finalmente riesce a ritagliare un po' di tempo per quel progetto ancora incompleto che aspetta lì da settimane. Quale momento migliore per scegliere di abbonarsi alla rivista di elettronica numero 1 ed entrare …

Una scheda al giorno, una scheda per tutti

A partire da oggi e fino al 29 febbraio è in atto l'iniziativa "Una scheda al giorno, una scheda per tutti" con cui intendiamo premiare 38 dei nostri lettori (uno al giorno). Vuoi partecipare? Allora leggi i nostri articoli e lascia il tuo commento. Alla fine di febbraio selezioneremo i lettori che riterremo più meritevoli di aggiudicarsi gratis una scheda ESPertino. Nell'articolo troverai il regolamento del contest e tutte le informazioni necessarie per partecipare. Il Contest Ecco in arrivo un nuovo avvincente Contest per i lettori di Elettronica Open Source, che vi permetterà di ricevere un premio davvero molto interessante …

KaeilOS Linux real-time targato Italia

Italia e mondo embedded, una coniugazione che, a prima vista, può sembrare difficile ma che, poi, nella realtà rappresenta una soluzione ottima: con KaeilOS il nostro Paese può certamente offrire un ottimo esempio di ciò che può fare l’industria con l’open source. Per prima cosa occorre chiarire: KaeilOS è un marchio registrato da Koan e identifica una distribuzione Linux embedded, GPL open source e "royalty free" per applicazioni industriali pensata e realizzata da Marco Cavallini, il proprietario della società italiana. Il sistema messo a punto da Cavallini comprende strumenti di sviluppo e di test appositamente realizzati per il delicato segmento embedded e real-time, oltre alla possibilità di utilizzare …

GLI ADC SAR controllano il mondo

Gli obiettivi di progetto degli attuali sistemi di controllo industriali prevedono che gli stessi siano più veloci, più precisi e più piccoli, ma consumino meno e siano più affidabili. I progettisti di questi sistemi devono scegliere componenti che garantiscano il raggiungimento di questi obiettivi. Uno dei componenti centrali di un sistema di controllo industriale è il convertitore analogico/digitale (ADC). I progettisti di sistemi possono scegliere tra vari tipi di ADC, tra cui architetture a pipeline, delta-sigma e SAR (Successive Approximation Register). Senza entrare nei dettagli del funzionamento di un ADC, esistono diverse caratteristiche di cui tenere conto quando se ne seleziona uno. Gli ADC a pipeline offrono tempi di conversione molto rapidi, …

Send this to a friend