Carl Friedrich Gauss: il principe dei matematici

Carl Friedrich Gauss

Johann Carl Friedrich Gauss è un noto fisico, astronomo e matematico che nacque il 30 Aprile del 1777 a Brunswick, in Germania. Gauss proveniva da una famiglia di umili origini e il suo talento venne riconosciuto già in tenera età; ricevette una educazione che lo spronò alla ricerca e al proseguimento di quelli che poi furono i suoi importantissimi studi.

Durante gli studi superiori fece delle importanti scoperte e nel 1796 dimostrò quali poligoni regolari potevano essere disegnati utilizzando semplicemente un righello ed un compasso. Si trattava di un problema aperto da ormai un secolo. La vita di Gauss fu molto intensa e caratterizzata da successi nel lavoro, tanto che egli viene tuttora riconosciuto come uno dei più grandi scienziati della storia. La sua vita si spense a Gottingen, in Germania, il 23 febbraio del 1855.

Carl Friedrich Gauss: la tesi del Phd e il teorema fondamentale dell’algebra

La tedi del Phd di Gauss era relativa al teorema fondamentale dell’ algebra e lo stesso Gauss diede diverse dimostrazioni di questo teorema durante la sua vita, oltre a chiarire la nozione di numeri complessi (a + bi, dove i è la radice quadrata di -1). Gauss diede inoltre un contributo importante alla teoria dei numeri e congetturò il teorema dei numeri primi, che descrive la distribuzione approssimata e asintotica dei numeri primi.

Carl Friedrich Gauss: le pubblicazioni

Carl Friedrich Gauss pubblicò nel 1801 Disquisitiones Arithmeticae, in cui esplicava la sua prova relativa alla reciprocità quadratica, che riguarda la risolubilità relativa in aritmetica modulare di due equazioni quadratiche correlate, dando le condizioni per cui entrambe, nessuna o una sola di esse hanno soluzione. Come conseguenza, ci permette di determinare la risolubilità di una qualunque equazione quadratica in aritmetica modulare.

Nel 1807 divenne il direttore dell’osservatorio di Gottingen e nel 1809 pubblicò un importante lavoro riguardo gli studi astronomici. La sua ricerca sulla possibilità di una geometria non euclidea portò successivamente alla scoperta della geometria iperbolica da parte di Bolyai, un amico di uno dei suoi figli.
Gauss introdusse la costante gravitazionale gaussiana e nel 1818 il suo lavoro sulla geodesia portò alla nozione di curvatura; egli dimostrò che due superfici sono isometriche se e solo se tra di esse c’è una mappa che preserva la curvatura. Negli anni successivi, intorno al 1831, Gauss collaborò con W. Weber per svolgere un importante lavoro sull’elettricità e sul magnetismo.

Gauss era un tipo molto conservativo nelle sue visioni e di solito lavorava da solo; la maggior parte dei suoi studi non furono pubblicati, ma furono invece scoperti da altri scienziati dopo la sua morte. Nonostante egli non amasse affatto insegnare, alcuni dei suoi studenti divennero dei famosi matematici.

Riguardo la sua vita privata, oltre al fatto che ebbe due mogli e ben sette figli, Gauss resta famoso per la sua intransigenza lavorativa, tanto che a questo proposito è divenuto famoso un aneddoto: quando gli fu detto che sua moglie era sul punto di morire, lui avrebbe risposto: ‘Ditele di aspettare, al momento sono molto occupato con il lavoro’.

9 Comments

  1. giuskina 28 febbraio 2011
  2. mingoweb 11 febbraio 2011
  3. sorex 11 febbraio 2011
  4. mceserani 11 febbraio 2011
  5. Fabrizio87 11 febbraio 2011
  6. Arx33 11 febbraio 2011
  7. Fabrizio87 11 febbraio 2011
  8. Alex87ai 11 febbraio 2011
  9. linus 11 febbraio 2011

Leave a Reply