Powerhouse Dynamics presenta un nuovo circuito di gestione energetica

Powerhouse dynamics

Le soluzioni prodotte da, Dynamics Powerhouse non sono semplici comandi per coordinare elettrodomestici o singole applicazioni, ma l’eMonitor agisce a livello di circuito in tutta l’abitazione ed è dotato di un cruscotto di comando collegato al web. Inoltre è rilevante l’automazione di questo sistema, tale per cui, una volta programmato, è possibile dedicarsi ad altre attività, senza bisogno di ulteriori interventi. A livello residenziale, le applicazioni che possono essere centralizzate sono i sistemi HVAC, le pompe per piscina, i frigoriferi, la lavatrice, la lavastoviglie e altri elettrodomestici di grandi dimensioni, alcuni cablati nel circuito.
Il processo di progettazione di questo circuito centralizzato è molto simile al cruscotto dell’auto, solo che questa applicazione domestica permette di tenere sotto controllo il funzionamento di ogni singolo elettrodomestico, riuscendo a gestire con successo il consumo energetico, evitando gli sprechi.

Il sistema di Powerhouse Dynamics sembra trovare una buona compatibilità anche con i sistemi di produzione di energia alternativa, infatti l’eMonitor è stato recentemente testato nella ReVISION Home Vegas demonstration house, un’abitazione equipaggiata con un sistema di revisione di efficienza energetica, tra cui un sistema di produzione di acqua calda a energia solare e 4,8 kW di sistema fotovoltaico.
La Newton, una società del Massachusetts, per esempio, ha un dispositivo per cui, una volta che il sistema è attivo e funzionante, vengono inviati avvisi via posta elettronica quando il consumo di energia si discosta dai modelli normali di utilizzo. Il sistema può anche essere personalizzato per soddisfare ciascuna esigenza. In questo come in altri sistemi, è anche possibile ottenere avvisi se il consumo totale di energia va oltre un certo importo o se un circuito raggiunge la capacità massima, o ancora, è possibile individuare quali stanze dell’abitazione avvengono i maggiori consumi. Inoltre c’è un modulo di confronto che permette di mettere in relazioni i consumi del nucleo abitativo con le media statali.
A differenza di altri sistemi concentrati solo sul sistema di illuminazione o su pochi elettrodomestici di grandi dimensioni, questa unità comprende facilmente tutta la casa, dalla pompa della piscina ai pannelli solari sul tetto. Se non si dispone di pannelli solari, ma si sta valutando l’opportunità di passare a questa tecnologia, il circuito di gestione elettrica di Powerhouse Dynamics ha una funzione che consente di analizzare i costi iniziali, prendendo in considerazione gli sconti e le agevolazioni fiscali nella regione, e stimare quanto tempo è necessario per ottenere un ritorno sugli investimenti ipotetici.

Ma la vera bellezza di questo nuovo sistema è che non si deve prestare un’attenzione costante per poter utilizzarne tutte le funzionalità. Il cruscotto e il sistema di segnalazione permettono di monitorare l’attività del circuito solo quando serve e una volta impostato è in grado di eseguire tutte le operazioni per cui è predisposto autonomamente.
Questo modello, messo in commercio a partire da aprile, è stato testato per essere compatibile nel maggior numero di nuclei abitativi possibile, essendoci, in ogni caso, delle soluzioni energetiche diverse. Poiché l’utilizzo di energie rinnovabili si sta diffondendo sempre più, Powerhouse Dymanics ha provveduto a dei controlli incrociati con società di sicurezza, installatori fotovoltaici e costruttori edili. In ogni caso, le soluzioni centralizzate per il controllo energetico permettono di risparmiare fino al 30% di risorse energetiche.
(da greentechmedia)

Leave a Reply