Home
Accesso / Registrazione
 di 

Robot studia la Fauna del Lago Michigan

Sobot-Sottomarino

I ricercatori della Purdue University stanno utilizzando un Sottomarino Robot nel lago Michigan per raccogliere dati biologici e ambientali sull’ecosistema per poter far fronte ai cambiamenti climatici futuri. Il Robot presenta una figura esile, è alimentato a batteria ed è lungo circa 3 metri. E programmato per prendere i Dati lungo percorsi prestabiliti.

I ricercatori stanno correlando la crescita delle larve di pesce con vari fattori, compresa la temperatura dell'acqua nei pressi del lago. Ciò è stato affermato da Tomas Hook, Assistente Professore presso il Dipartimento delle Foreste e delle Risorse Naturali.

"Queste larve sono molto vulnerabili perché non sono pienamente sviluppate e non possono nuotare bene, quindi sono davvero in balia del loro ambiente", ha detto Hook. “Una cresita rapida dei giovani pesci consente loro di nuotare più velocemente e, quindi, evitare i predatori, consumando più cibo. E’ proprio questo di cui hanno bisogno, più cibo".

La ricerca ha suggerito che il cambiamento climatico potrebbe alterare i modelli di vento sui Grandi Laghi. I venti del lago sono importanti perché giocano un ruolo chiave nella sopravvivenza dei pesci giovani provocando flussi di correnti che portano sostanze nutritive dalle profondità inferiori dell’acqua fino alla zona vicino alla costa.

Gli scienziati studiano anche la crescita delle larve e la loro salute, analizzando il loro DNA.

Gli studi, il cui fine è dare una descrizione dettagliata della Fauna del lago, sono seguiti anche dalla National Oceanic and Atmospheric Administration.

Fonte RoboticsTrends.com

 

 

Scrivi un commento all'articolo esprimendo la tua opinione sul tema, chiedendo eventuali spiegazioni e/o approfondimenti e contribuendo allo sviluppo dell'argomento proposto. Verranno accettati solo commenti a tema con l'argomento dell'articolo stesso. Commenti NON a tema dovranno essere necessariamente inseriti nel Forum creando un "nuovo argomento di discussione". Per commentare devi accedere al Blog

 

 

Login   
 Twitter Facebook LinkedIn Youtube Google RSS

Chi è online

Ci sono attualmente 34 utenti e 98 visitatori collegati.

Ultimi Commenti