Sensore Flex Bi-direzionale DIY

Sensore Flex

Il Sensore Flex, come quelli utilizzati nel Nintendo Power Glove, è generalmente difficile da trovare e costoso. Tuttavia, Jiovine mostra come realizzarli a partire da pezzi di ricambio. Ha inserito una striscia di plastica prese da borse ESD fra pezzi di lamina di rame. Ha avvolto il tutto in tubi di calore. Il sensore è in grado di individuare le curve in entrambe le direzioni, a differenza del sensore originale. La sua versione del sensore flex ha una resistenza nominale di circa 20 ohm, ma scegliendo uno strato resistivo diverso è possibile creare sensori con più o meno resistenza. Il sensore Flex è una resistenza passiva che può essere usata per rilevare la flessione in una o in un’altra direzione. Il sensore flex illustrato in questo articolo è un sensore flex bidirezionale che diminuisce la sua resistenza in proporzione alla piegatura in entrambe le direzioni. Il sensore che stiamo costruendo è largo 3/8” e lungo 5”. Si può realizzare un sensore più ampio o più lungo a seconda delle necessità dell’applicazione.

Possibili Applicazioni del sensore flex

Il sensore flex può essere utilizzato in robotica per determinare i movimenti delle giunture o la posizione delle stesse. Possono essere inoltre utilizzati per rilevare ostacoli come ad esempio muri. I sensori che stiamo costruendo sono sensibili alla pressione, in modo che possano essere utilizzati come paraurti o interruttori a parete. In ambito biometrico, il sensore può essere posizionato nelle giunture mobili di attrezzatura atletica per fornire un’indicazione elettrica del movimento o della posizione. Alcuni dei sensori possono essere incorporati in un guanto per realizzare un guanto per la realtà virtuale.

Repost: 5 Ago 2009

STAMPA

Leave a Reply