Apple contro HTC, la risposta dell’azienda Taiwanese

Apple contro HTC

Sono passate appena due settimane dall’inizio delle accuse di Apple contro HTC. “HTC ha violato il nostro brevetto” queste le parole del legale Apple. Le accuse sembrano essere pesanti ma HTC non ha intenzione di starsene con le mani in mano e passa al contrattacco. Sembrerebbe, in effetti, che i legali di htc non abbiano la minima intenzione di subire le accuse che includerebbero anche Android e quindi Google. Chi la spunterà?

Quello che è successo secondo Apple

HTC chiede con forza la tutela della proprietà intellettuale e, inoltre, noi continueremo sempre a rispettare i nostri concorrenti e le loro tecnologie, come abbiamo sempre fatto, perchè è questo il modo per far si che i consumatori possano godere di un’ ottima esperienza nel campo della telefonia mobile” queste sono le parole di Peter Chou, chief executive di HTC.
Sappiamo tutti che all’inizio di questo mese, Apple ha fatto causa contro HTC, e la società ha anche presentato una petizione con l’ obiettivo di bloccare l’importazione di 12 telefoni progettati e prodotti da HTC nei suoi impianti di produzione asiatica. Apple ha citato una raccolta di diversi brevetti, nella sua querela, che a parere dell’azienda siano stati copiati dal colosso taiwanese. La maggior parte dei brevetti in questione riguardano l’hardware di iPhone, la sua architettura di base e l’interfaccia.

HTC si difende

Chou ha insistito che “fin dal primo giorno, HTC si è concentrata sulla creazione di alcune innovazioni di punta in grado di fornire un valore unico per tutti i consumatori in cerca di uno smartphone”. HTC, infatti, ha commercializzato il suo primo smartphone nel 2002, e da allora ne ha prodotti più di 50.

Se andiamo ad analizzare i più recenti telefoni HTC-screen vediamo che essi, inoltre, hanno utilizzato il sistema operativo Android di Google, tra cui il Droid Eris e il Google Nexus One. “Quello che la Apple sta facendo è ridicolo” commentano i fan di htc. In effetti scopriamo che essa sta tentando di bloccare l’importazione dei più famosi cellulari prodotti da htc, tra i quali troviamo: HTC Touch Pro, Touch Diamond, Touch Pro2, Hero e HD2.

Apple non ha citato Google direttamente nella sua causa e questo potrebbe portare a pensare che HTC stia cercando di non inimicarsi il produttore di Android. Ci sarà qualcos’altro dietro tutto questo? Qualcuno potrebbe pensare che un ipotetico interesso per Android da parte della Apple ci possa essere.

“Pensiamo che la concorrenza è sana, ma i concorrenti devono creare la propria tecnologia originale, non rubare la nostra”, ha detto il CEO Steve Jobs al momento. “HTC ha sempre preso una partnership orientata e approccio collaborativo per le imprese”, ha detto Jason Mackenzie, Vice President di HTC America. “Questo ha portato a una lunga partnership strategica con il software superiore, Internet e le aziende di tecnologia wireless nel settore nonché gli operatori di telefonia mobile più famosi al mondo”.

“E ‘attraverso queste relazioni che siamo stati in grado di fornire serie più diverse del mondo degli smartphone a un gruppo ancora più eterogeneo di persone in tutto il mondo, riconoscendo che i clienti hanno esigenze molto diverse,” ha concluso Mackenzie.

Probabilmente, non ci resterà che aspettare e vedere se ci saranno novità all’orizzonte. Dopotutto, dalle recenti mosse di Apple possiamo dedurre parecchie cose, vedremo cosa ci riserverà il futuro e speriamo che HTC non ci deluda.

Tags:

Leave a Reply