Home
Accesso / Registrazione
 di 

La batteria si ricarica se la scuoti

battery

Se vi trovate lontani dalla corrente e non volete spendere troppe energie, un nuovo generatore permette di ricaricare le batterie semplicemente agitandolo. Il suo sviluppatore, l Industries Ltd Brother, dice che questa batteria di nuova generazione sono alimentate a vibrazione epossono sostituire le tradizionali batterie AA e AAA per i dispositivi che dispongono di un consumo energetico di circa 100 mW, come una torcia elettrica o un telecomando.
Anche se il nuovo gadget è tecnicamente un piccolo generatore, è progettato per adattarsi all'interno di una custodia a forma di batteria. All'interno si trova il generatore e un condensatore che ha una capacità di circa 500 mF. L'azienda ha sviluppato alcuni prototipi, in cui il generatore e il condensatore si inseriscono in una singola confezione a misura di batteria, mentre altri prototipi presentano il generatore e il condensatore ciascuno all’interno della propria confezione, in quanto il condensatore ha una tensione maggiore.

Per ricaricare l'unità, l'intero dispositivo che lo contiene (come una torcia elettrica o controllo remoto) può essere scosso. L'azienda spera che il nuovo approccio per la ricarica possa ridurre le quantità di batterie a bassa potenza usate in elettronica. Infatti, il nuovo generatore sarà semi permanente ed elimina la necessità di sostituire le batterie, contribuendo a ridurre la quantità di rifiuti. L'azienda esporrà per la prima volta la batteria alimentati dal generatore a vibrazione presso la Techno Frontiera 2010, una mostra in corso questa settimana a Tokyo. La presentazione del prodotto comprende il generatore applicato ad un flash a LED, un telecomando della TV, e un telecomando per apparecchi di illuminazione. (Da Physorg)

 

 

Scrivi un commento all'articolo esprimendo la tua opinione sul tema, chiedendo eventuali spiegazioni e/o approfondimenti e contribuendo allo sviluppo dell'argomento proposto. Verranno accettati solo commenti a tema con l'argomento dell'articolo stesso. Commenti NON a tema dovranno essere necessariamente inseriti nel Forum creando un "nuovo argomento di discussione". Per commentare devi accedere al Blog
ritratto di Scarponi

bellissima

il problema e solo il fatto che questo sistema lo brevettato io nel 2008

 

 

Login   
 Twitter Facebook LinkedIn Youtube Google RSS

Chi è online

Ci sono attualmente 2 utenti e 55 visitatori collegati.

Utenti online

Ultimi Commenti