Home
Accesso / Registrazione
 di 

Calibrazione professionale delle HDTV

hdtv calibrazione professionale

Esistono sicuramente dei semplici rimedi fai da te per migliorare l’immagine HDTV regolando secondo precisi standard i parametri dell’immagine, quali contrasto, nitidezza e luminosità oppure si può seguire passo per passo una guida in dvd o cd per risultati più accurati e precisi: ma l’unica soluzione per esperti o per sistemi home-theater avanzati e di un certo livello è senza dubbio la calibrazione professionale delle HDTV.

Se l’impianto home-theater è particolarmente costoso, e quindi di valore, o se l’utente è davvero appassionato e desidera avere un risultato ottimale la risposta migliore sta senza dubbio nella calibrazione professionale per le HDTV.
Vediamo più nei dettagli in cosa consiste questa taratura per fornire un’idea sulla convenienza o meno, a seconda dei casi, di questo tipo di intervento.

In che modo i professionisti calibrano l’HDTV

Fondamentalmente nella calibrazione di tipo professionale sono inclusi: l’applicazione della scala di grigi allo standard di D65, l’ottimizzazione dei colori, la programmazione della luminosità, del contrasto e di tutti gli altri valori connessi usando specifiche applicazioni appositamente ideate per ogni parametro, il perfezionamento di ogni input di HDTV, DVD e blu-ray usando cd o generatori di segnali etc.

Per quali HDTV vale la pena effettuare una calibrazione professionale?

Come facilmente intuibile, la calibrazione professionale ha un costo abbastanza elevato: può andare infatti dai 250 dollari per schermi al plasma fino a ben 1000 dollari per una tv CRT. Il prezzo è dovuto soprattutto all’utilizzo di strumenti specifici e costosi a loro volta.

Prima di tutto bisogna quindi chiedersi se si è disposti ad affrontare questa spesa: in caso contrario vale la pena considerare l’alternativa di comprare un cd o un dvd guida e seguire le istruzioni passo per passo per poter realizzare la calibrazione in maniera autonoma e ottenere soddisfacenti risultati.
I dvdpiù accurati dispongono di una serie di filtri di colore verde, rosso e blu che si possono applicare sullo schermo per migliorare la correzione dal punto di vista cromatico. La perfezione ha un prezzo.
Sicuramente uno degli aspetti più prettamente tecnici di un intervento di tipo professionale è l’applicazione della scala di grigi.

Questa procedura permette di uguagliare il tono del grigio pur variando il livello della luminosità, ad uno standard D65 che corrisponde in via approssimativa ad una temperatura di colore di 6500 gradi Kelvin.
Esistono alcuni modelli di HDTV, ma in realtà si tratta di un numero abbastanza esiguo, che hanno già predisposta questa temperatura (o si avvicinano molto): questo riduce decisamente la necessità di intervento tramite scala di grigi.
Alcuni televisori offrono temperature di colori caldi, normali e freddi: in questo caso accertatevi di quale sia più vicino alla temperatura ideale.
Per esempio, sugli HDTV al plasma della Panasonic, l’impostazione più adatta da questo punto di vista è caldo.

Come si può richiedere una calibrazione HDTV professionale

Innanzitutto si può chiedere al rivenditore: soprattutto se si tratta di un negozio specializzato nella vendita di HDTV di un certo livello, probabilmente sapranno consigliare qualcuno o perfino offrire loro stessi il servizio di calibrazione professionale. In alcuni casi la calibrazione è inclusa nel prezzo dell’HDTV. Il metodo più comune per trovare qualcuno è comunque rivolgersi a privati: si trovano diversi recapiti anche on line.

Dato il costo dell’intervento, e l’importanza che venga eseguito in maniera accurata, si consiglia sicuramente di rivolgersi a qualche professionista certificato che possieda la propria strumentazione e che rilasci un documento attestante l’intervento eseguito assicurando una garanzia.

 

 

Scrivi un commento all'articolo esprimendo la tua opinione sul tema, chiedendo eventuali spiegazioni e/o approfondimenti e contribuendo allo sviluppo dell'argomento proposto. Verranno accettati solo commenti a tema con l'argomento dell'articolo stesso. Commenti NON a tema dovranno essere necessariamente inseriti nel Forum creando un "nuovo argomento di discussione". Per commentare devi accedere al Blog

 

 

Login   
 Twitter Facebook LinkedIn Youtube Google RSS

Chi è online

Ci sono attualmente 9 utenti e 62 visitatori collegati.

Ultimi Commenti