Home
Accesso / Registrazione
 di 

Come donare banda per scaricare Ubuntu 10.10

Donare banda per scaricare l'ultima versione di Ubuntu consente a tutti gli utenti di scaricare Maverick Merkaat senza sovraccaricare i server

Donare banda per scaricare Ubuntu 10.10 può essere la vostra buona azione quotidiana. In questo momento migliaia di persone in tutto il mondo stanno scaricando l’ultima versione del famoso sistema operativo libero e gratuito basato su GNU/Linux. Per non correre il rischio di sovraccaricare i server, potete donare un po’ della vostra banda tramite BitTorrent, per agevolare il download degli altri utenti. Nel migliore spirito Ubuntu.

Donare banda per scaricare Ubuntu Maverick Merkaat

Una buona azione che si può fare in questi giorni è donare banda per scaricare Ubuntu 10.10 e permettere a tutti gli utenti di avere la versione più recente senza sovraccaricare i server per il download. Ubuntu 10.10 è uscito infatti all'inizio di questo mese, e le prime recensioni del sistema operativo sono state molto favorevoli. Questo implica che in questo momento molte migliaia di persone in tutto il mondo lo stanno scaricando. Il team di Canonical ha infatti rilasciato questa nuova versione proprio in queste settimane ed è stata ribattezzata Maverick Meerkat, in onore del simpatico animaletto.

Nella tradizione di Ubuntu, il popolare sistema operativo libero e gratuito basato su GNU/Linux, è possibile fare la vostra parte per rendere questo processo migliore per tutti. Con soli pochi click del mouse, è possibile donare un po’ di banda a monte per facilitare il processo per gli altri per scaricare il sistema operativo open source.

Per fare ciò, verrà utilizzato un file peer-to-peer di BitTorrent per il trasferimento di chiamata. Inventato da Bram Cohen, BitTorrent ha raggiunto la fama per il suo uso per scaricare film pirata e software, ma può essere utilizzato anche in modo legittimo, a fini legali.

Per sfruttare la magia di BitTorrent, prima di tutto si deve scaricare un programma client BitTorrent per computer. Per esempio esiste Transmission, disponibile come download gratuito per Linux, Mac e Windows. Avrete bisogno di una connessione a banda larga per procedere.

Poi, si deve andare sul sito web di Ubuntu e fare clic sul link Scarica Ubuntu sul lato destro della pagina. Adesso bisogna fare clic sul link "download alternativo".

Nella schermata successiva, fare clic su "Bit torrent download". Vedrete un sacco di opzioni in questa schermata, ma è meglio scegliere quella denominata ubuntu-10,10-desktop-i386.iso.torrent. Cliccando su quel link si dovrebbe avviare il download di Ubuntu 10.10 utilizzando questa trasmissione.

Poco dopo inizia il download e sul computer si avvia anche il caricamento di Ubuntu 10.10 e del altre downloader BitTorrent. Questo utilizzerà solo una parte della banda in upstream e non vi costerà nulla. Probabilmente non vi accorgerete nemmeno di questo processo in background sul vostro computer.

Seeding the torrent: donare banda in pieno spirito Ubuntu

Questo processo di donare un po’ della propria banda agli altri utenti è chiamato "seeding the torrent" e serve ad alleviare la pressione sui server web di Canonical e sui vari siti mirror utilizzati per il download dell’ultima versione di Ubuntu. Ovviamente questo dipende dal fatto che le prime settimane dopo il rilascio della nuova versione sono quelle in cui moltissime persone cercano di scaricare il sistema operativo.

Questo processo di semina si integra perfettamente con lo spirito di Ubuntu di definire noi stessi per quello che facciamo per gli altri. Il vero significato della parola Ubuntu è: "Io sono perché siamo".

Su Twitter alcune persone hanno scritto di aver scaricando Ubuntu 10.10 in soli 7 minuti con BitTorrrent. Questo significa non solo condividere su BitTorrent il peso del trasferimento di file, ma anche che viene accelerato di fatto il processo di trasferimento per i propri file.

 

 

Scrivi un commento all'articolo esprimendo la tua opinione sul tema, chiedendo eventuali spiegazioni e/o approfondimenti e contribuendo allo sviluppo dell'argomento proposto. Verranno accettati solo commenti a tema con l'argomento dell'articolo stesso. Commenti NON a tema dovranno essere necessariamente inseriti nel Forum creando un "nuovo argomento di discussione". Per commentare devi accedere al Blog

 

 

Login   
 Twitter Facebook LinkedIn Youtube Google RSS

Chi è online

Ci sono attualmente 1 utente e 30 visitatori collegati.

Utenti online

Ultimi Commenti