Home
Accesso / Registrazione
 di 

Una consolle per gestire l'energia negli edifici

Cisco

L'azienda Cisco offre sul mercato una gamma di 87 prodotti diversi per la gestione computerizzata della casa e il controllo energetico. L'azienda ha recentemente presentato il Building Mediator Manager 6300, che consente ad una società di monitorare le risorse in vari edifici contemporaneamente. I prodotti precedenti come il Building Mediator Manager 4800 e possono gestire le risorse in un unico edificio per volta.Si può pensare al 6300 come un pannello di controllo per centinaia di migliaia di edifici, il sistema permette inoltre di controllare le aziende IT e dei data center di gestione dell'alimentazione, nonché di gestione degli edifici.
La società ha anche introdotto una console di gestione energetica per le abitazioni.

Cisco farà coppia con Duke Energy per utilizzare la console per i programmi di domanda/ risposta. Mentre Cisco è stata storicamente considerata una società che vende attrezzature aziendali, Duke Energy è diventato (in gran parte attraverso acquisizioni) un produttore importante in set-top box, scatole DSL, telefoni cellulari e videocamere.
La spinta per la realizzazione del progetto in parte è stata data con l'acquisizione di Richards-Intelligence Zeta Building, che aveva creato un sistema per il controllo del consumo di energia negli edifici, in concomitanza con il lancio di EnergyWise. Ed Richards, il co-fondatore e ora un dipendente di Cisco, ha dichiarato che la maggior parte degli edifici perdono il 30% della loro energia fuori del blocco. Gli edifici consumano il 40% dell'energia negli Stati Uniti. Spesso accade che l'energia non viene consumata in modo particolarmente efficiente perché: rimangano accesi tutta la notte, riscaldatori e condizionatori d'aria, spesso contemporaneamente, e gli uffici non sono collegati a programmi di gestione adeguati. Bisogna poi considerare che i costi per la costruzione di sistemi di gestione rientrano in meno di un anno.

Il quadro per il controllo di energia nelle abitazioni è meno scontato. Poiché l'energia può essere controllata meglio nelle case, il risparmio complessivo sarà molto minore, il che significa che i consumatori e le utility saranno probabilmente molto meno interessati ad investire in sistemi di cablaggio per la conservazione dell'energia nelle case.
Le ulteriori spinte da parte di Cisco nella gestione degli edifici, porta con se sia dei vantaggi che degli svantaggi per le start-up. Da un lato, rende più difficile per le aziende come BuildingIQ, Optimum Energy o altre start up, vendere in maniera ottimale i loro software per la gestione energetica, esercitando così una forte concorrenza.

Cisco può comunque beneficiare di un’offerta ampia, che gli permette di muoversi nel mercato con altri prodotti, e si tratta di un marchio che ha già una certa reputazione positiva. Lo scorso anno Johnson Controls e IBM si sono unite per rafforzare le loro offerte di gestione degli edifici. EnerNOC, il leader di sistemi domanda/risposta, alla fine dello scorso anno, ha preferito orientare il suo sforza nella costruzione di servizi energetici.
La buona notizia è che Cisco, insieme a Johnson, Honeywell e IBM, si sono impegnate ad nvestire in progetti imprenditoriali start-up. Alcune delle aziende che potrebbero essere in lista sono: Tecnologie Adura, Lumenergi, Digital Lumens, Redwood Systems (illuminazione); eMeter (applicazioni software) BuildingIQ, Optimum Energy (controllo HVAC); EcoFactor, EnergyHub, Tendril (controllo della casa); e EPS (impianti industriali).
(da greentechmedia)

 

 

Scrivi un commento all'articolo esprimendo la tua opinione sul tema, chiedendo eventuali spiegazioni e/o approfondimenti e contribuendo allo sviluppo dell'argomento proposto. Verranno accettati solo commenti a tema con l'argomento dell'articolo stesso. Commenti NON a tema dovranno essere necessariamente inseriti nel Forum creando un "nuovo argomento di discussione". Per commentare devi accedere al Blog
ritratto di Francesco1971

Accidenti, quante tecnologie

Accidenti, quante tecnologie in giro.
Ma quando verranno utilizzate su vasta scala ?

 

 

Login   
 Twitter Facebook LinkedIn Youtube Google RSS

Chi è online

Ci sono attualmente 18 utenti e 94 visitatori collegati.

Ultimi Commenti