Home
Accesso / Registrazione
 di 

Creare una serra da vecchie finestre

serra ricavata da vecchie finestre

“Per fare un albero ci vuole un seme”: per fare una serra bastano delle vecchie finestre. Ecco le istruzioni per creare la propria personale serra da vecchie finestre inutilizzate.

Costruire una serra da soli usando materiale riciclato, richiede tempo e dedizione ma permette di risparmiare parecchi soldi e regala di sicuro una grande soddisfazione.

Occorre innanzitutto raccogliere il legno delle finestre: spesso in molti sono disposti a regalarlo pur di sbarazzarsene, non sapendo come utilizzarlo.
La costruzione della serra di per sé richiede poi circa 3 mesi di tempo (se si considera un giorno a settimana da dedicarci). Il costo totale del progetto è di circa 200 euro per il legname e le viti, e i chiavistelli: la cifra corrisponde ad appena il 10% di quanto potrebbe costare una serra.
La grandezza della serra costruita è di 2 metri di altezza per 3 metri di profondità e 1,8 di larghezza ma ciò non toglie ovviamente che si possono ottenere misure diverse: tutto dipende dalle finestre a disposizione e dal tempo libero che si può impegnare nel progetto.

Come si ricava una serra da vecchie finestre

Quando si sono raccolte un numero sufficiente di vecchie finestre, stenderle in giardino e provare ad accostarle in modo da ottenere due potenziali coppie di pareti approssimativamente della stessa altezza (4 o 5 cm di differenza non hanno importanza perché si può facilmente coprire la differenza con legno).

Tenere presente che un’estremità richiede l’inserimento della porta e l’altra di un buco per il ventilatore per potere areare l‘ambiente. E’ il momento di creare la cornice: usando le finestre scelte come guida si costruiscono così le cornici per ogni parete. E’ importante usare per la cornice legno buono e robusto perché questa è la struttura portante della serra.

Misure adeguate sono 5 per 10 cm per l’intelaiatura e 10 per dieci per gli angoli. Iniziare dunque piano piano a sollevare le pareti sostenendole con forza in modo che non cadano. Accertarsi che siano a livello. Un’accortezza: per evitare problemi e fastidi con i permessi necessari invece di costruire fondamenta si possono usare blocchi di cemento o calcestruzzo sotterrati per fissare i pali agli angoli.

Il passo successivo è quindi di avvitare le finestre alla cornice. E’ consigliare fissarle in modo che non sia troppo difficile rimuoverle nel caso ad esempio ne vada sostituita una rotta. Lasciare un lato aperto per il ventilatore. Per il fondo occorrono delle pietre: a volte si trova qualcuno che cerca qualcuno per rimuoverle dalla sua proprietà e si possono così rimediare gratuitamente.

La roccia per la base è buona per due ragioni: buon drenaggio e immagazzinamento del calore. Dopo la base è la volta del tetto: questa è la fase più delicata.
La soluzione più facile è rimediarne uno da qualcuno che ad esempio non abbia più bisogno di una rimessa per gli attrezzi o capanno. Altrimenti occorre costruirlo da soli: è importante usare materiale ultraleggero e resistente all’acqua. Il tetto della serra deve inoltre essere sufficientemente in pendenza
per far sì che la pioggia scivoli bene. Se avete ulteriori finestre a disposizione, oltre a quelle usate per il perimetro, è una buona idea farlo di vetro per permettere maggiore ingresso di luce, e quindi di calore (ma se questa soluzione è ottima per l’inverno in estate potrebbe essere necessario riposizionare dei pannelli).

Per l’interno della serra possono servire sedie e tavolini e un ventilatore.
Con una nuova sostanza coibentante si vanno a sigillare tutti gli eventuali buchi e crepe nelle finestre. Dipingere infine il legno per proteggerlo dal tempo. Ecco la serra è pronta!

 

 

Scrivi un commento all'articolo esprimendo la tua opinione sul tema, chiedendo eventuali spiegazioni e/o approfondimenti e contribuendo allo sviluppo dell'argomento proposto. Verranno accettati solo commenti a tema con l'argomento dell'articolo stesso. Commenti NON a tema dovranno essere necessariamente inseriti nel Forum creando un "nuovo argomento di discussione". Per commentare devi accedere al Blog

 

 

Login   
 Twitter Facebook LinkedIn Youtube Google RSS

Chi è online

Ultimi Commenti