Home
Accesso / Registrazione
 di 

Disponibile il nuovo Linux Amazon Machine Image

Linux Amazon Machine Image permetterà di usare le applicazioni Linux  su AWS

Amazon Web Service ha presentato il nuovo Linux Amazon Machine Image (AMI), che dà la possibilità ai clienti di utilizzare le applicazioni Linux nella sua piattaforma di cloud computing. Evangelist Jeff Barr di AWS dice che la nuova versione sarà disponibile in 32-bit e in 64-bit. La versione base di Linux Amazon Machine Image sarà personalizzabile attraverso Amazon S3 con l’aggiunta di pacchetti secondo le proprie esigenze.

La novità di Linux Amazon Machine Image

Con Linux Amazon Machine Image il server dei servizi di Amazon Web ha introdotto un modo per i suoi clienti di utilizzare le applicazioni Linux nella sua piattaforma di cloud. Con il termine cloud computing si intende un insieme di tecnologie informatiche che permettono l'utilizzo di risorse hardware o software distribuite in remoto. Ciò significa che in questa nuova architettura i servizi hardware e i servizi software dovrebbero risiedere prevalentemente sui server web piuttosto che sui singoli computer connessi in rete. Uno dei sistemi di cloud computing più famoso è quello di Amazon Elastic Compute Cloude (Amazon EC2). Si tratta di un insieme di servizi web che fornisco le funzionalità base per l’esecuzione di applicazioni in cloud di server. L’utilizzo è abbastanza semplice perché è sufficiente che l’utente prepari una Amazon Machine Image (AMI) contenente le applicazioni, le librerie, i dati, e la configurazione di sistema. Poi scarica l’Amazon Machine Image nel repository del cloud Amazon S3 e seleziona l’istanza di sistema virtuale Xen da eseguire. Il cloud a questo punto avvia l’applicazione e l’utente paga solo le risorse che effettivamente utilizza.

Ora Amazon ha introdotto un sistema Linux Amazon Machine Image (AMI) alla sua gamma di opzioni esistenti AMI. Linux Amazon Machine Image è il virtual appliance che Amazon utilizza come mezzo per accedere ai suoi servizi web. L'AMI è dotato di strumenti a linea di comando e biblioteche pre-installate.

Secondo il blog di Amazon, gli strumenti command-line AWS e le librerie sono pre-installati e pronti all'uso. Per fornire un semplice punto di partenza per l'avvio di applicazioni Linux all'interno di Amazon è stata rilasciata quindi Linux Amazon Machine Image, progettata per essere facile da usare, per avere una manutenzione regolare e per essere ottimizzata per l'ambiente cloud di Amazon.

La personalizzazione di Linux Amazon Machine Image

Secondo un post sul blog di Evangelist Jeff Barr di AWS relativo a questa innovazione di Amazon, Linux Amazon Machine Image è disponibile sia in 32 bit che in 64 bit. " Linux AMI comincia nel modo più semplice possibile; senza applicazioni inutili o servizi non necessari in esecuzione," ha scritto Evangelist Jeff Barr. "È possibile aggiungere altri pacchetti in base alle proprie esigenze, e lo si può fare molto rapidamente e facilmente da un pacchetto in Amazon S3". La versione base è dunque personalizzabile secondo le proprie esigenze, e anche questa è una novità interessante che merita attenzione.

Amazon ha anche integrato CloudInit di Ubuntu per semplificare il processo di personalizzazione dopo l'avvio. CloudInit, per esempio, può essere usato per impostare una località predefinita, il nome dell'host, così come generare e configurare chiavi private SSH, ed eseguire comandi personalizzati e script all'avvio iniziale o su ogni riavvio.

Essendo supportato da AMI, i clienti di Linux Amazon Machine Image con un abbonamento AWS Premium Support avranno accesso all’aiuto per i problemi di installazione e di utilizzo. Linux Amazon Machine Image è una delle tante opzioni AMI di Amazon EC2, che danno agli utenti l'accesso ad una gamma di sistemi operativi e ambienti gratuiti e a pagamento.

 

 

Scrivi un commento all'articolo esprimendo la tua opinione sul tema, chiedendo eventuali spiegazioni e/o approfondimenti e contribuendo allo sviluppo dell'argomento proposto. Verranno accettati solo commenti a tema con l'argomento dell'articolo stesso. Commenti NON a tema dovranno essere necessariamente inseriti nel Forum creando un "nuovo argomento di discussione". Per commentare devi accedere al Blog

 

 

Login   
 Twitter Facebook LinkedIn Youtube Google RSS

Chi è online

Ci sono attualmente 3 utenti e 32 visitatori collegati.

Ultimi Commenti