Home
Accesso / Registrazione
 di 

Google phone: Nexus One, al debutto finalmente questa settimana

GoogleNexusOne

Washington, aspettiamo la chiamata di Google per il nuovo anno aspettando che il suo nuovissimo smartphone venga svelato martedì, Nexux one, questo è il nome scelto per il nuovo prodotto del colosso del web che cerca di spostare la mira ed il suo nuovo interesse verso il mercato della tecnologia mobile.

Interesse già dimostrato ampiamente dopo un primo passo con il sistema operativo Android mobile che equipaggia già alcuni telefoni come il T-Mobile's G1 da ottobre 2008 e più recentemente con il Droid per Motorola. Ma il Nexus One disegnato dal produttore Taiwanese HTC rappresenta una grande nuova partenza per Google che cercherà di vendere il suo prodotto direttamente ai consumatori. Il popolarissimo iPhone della Apple per esempio è invece disponibile negli States esclusivamente tramite AT&T, mentre chi vorra comprare il nuovo Google phone potrà averne la possibilità direttamente.

Google phone: a che prezzo?

Secondo le voci più credibili il Google phone costerà 530$ "unlocked", che significa non legato a nessuna impresa, mentre costerà solo 180$ con un contratto di due anni con T-Mobile, una sussidiaria della Tedesca Deutsche Telekom AG.

Dopo il primo approccio all'apparenza falsamente timido di Google, ora il gigante del web si è proiettato pienamente nel crescente mercato degli smartphone. Parecchie agenzie stampa sono state invitate martedì al quartier generale Californiano di Google a Mountain View. Con il lancio del primo Android-powered device solo un anno fa, abbiamo visto quando potente può essere la spinta verso prodotti di nuova tecnologia mobile, il Nexus One sarà solo l'inizio delle infinite possibilità di sviluppo assicurano da fonte Google.

Google, smartphone e la stampa

Questo evento programmato appositamente prima dell'inizio del CES in Las Vegas, per spostare l'attenzione su di se anche se  in ogni caso non sono stati diffusi molti dettagli sui temi che verranno affrontati. I pochi indizzi lasciati da Google riguardavano il fatto che alcuni dipendenti stessero testando un prodotto "mobile" in un esercizio chiamato "dogfooding", questo scritto su di un blog un mese fa aveva sicuramente incuriosito tutti.
L'inserimento di Google nel mercato degli smartphone ha suscitato una miscela di impressioni differenti, per esempio Rob Enderle del Enderle Group nella Silicon Valley dice che Google starebbe provando a vedere se riesce a fare quello che Apple ha appena fatto negli ultimi anni, ovviamente riferendosi all'iPhone, prodotto di enorme successo già dal 2007.
Gli indizi però erano già enormi quando Google aveva investito 750 milioni di dollari nell'acquisizione dell'aziendà pubblicitaria specializzata in telefonia mobile AdMob in novembre, già si sentiva nell'aria che Google volesse replicare il suo successo nella campagnia pubblicitaria web che l'ha reso così famoso anche nel campo della telefonia mobile, sicuramente non convincendo tutti nel settore come per esempio Van Baker, analista della Gartner che afferma che l'idea di Google di entrare nel businness della telefonia non sia stata una mossa con molto senso. Mentre Jonathan Yarmis dice che ora il gigante del web camminerà su di una sottile linea tra la pubblicizzazione del suo smartphone e il supporto che dovrà dare al crescente numero di aziende che producono i loro propri telefoni basandosi però sulla tecnologia Android. Non so se la pensate come me ma io dubito che Google abbia fatto male i proprio calcoli. Solo il tempo ce lo dirà in ogni caso.

 

 

Scrivi un commento all'articolo esprimendo la tua opinione sul tema, chiedendo eventuali spiegazioni e/o approfondimenti e contribuendo allo sviluppo dell'argomento proposto. Verranno accettati solo commenti a tema con l'argomento dell'articolo stesso. Commenti NON a tema dovranno essere necessariamente inseriti nel Forum creando un "nuovo argomento di discussione". Per commentare devi accedere al Blog
ritratto di Orwell

Pero' che fantasia Big G.

Solo una breve osservazione:
sembra che il nome, Nexus , dell'ultimo "bisogno" del marketing globale sia stato copiato da uno dei romanzi Blade Runner del mai compianto scrittore americano di sci-fi Philip K. Dick: poverino ! si stara' rivoltando nella tomba.
Pare inoltre che gli eredi stiano predisponendo una causa di risarcimento contro Big G. Che fantasia pero'!

 

 

Login   
 Twitter Facebook LinkedIn Youtube Google RSS

Chi è online

Ci sono attualmente 25 utenti e 79 visitatori collegati.

Ultimi Commenti