Home
Accesso / Registrazione
 di 

Il nuovo myTouch 3G fa grandi passi in avanti

myTouch 3G

Quando T-Mobile e Google hanno lanciato T-Mobile G1 lo scorso autunno, tutti pensavano che il nuovo dispositivo sarebbe stata una minaccia per l'iPhone di Apple. Ma a causa di un design privo di fantasia, di un software complesso e di una scarsità di applicazioni, la minaccia non esiste :D. Adesso le due società propongono myTouch 3G, il secondo telefonino americano che utilizza Android.

myTouch 3G ha un design sottile e raffinato, che assomiglia ad un iPhone. Ora ci sono 6000 applicazioni nel mercato Android, rispetto a circa 40 quando il G1 è stato lanciato.

myTouch 3G è un telefono cellulare ideale per i clienti T-Mobile e per coloro che utilizzano prodotti e servizi Google quali Gmail, Google Calendar, YouTube e Google Maps. Costa circa 180 euro come un iPhone 3GS a 16GB e un Palm Pre, ma T-Mobile offre un piano più conveniente - circa 55 euro al mese, se viene acquistato a rate.

Dal momento che lo schermo è più piccolo dell'iPhone (3,2 pollici rispetto ai 3,5 pollici), la battitura non è così facile. Poi non si può fare Zoom-in e Zoom-out su una pagina Web, come è possibile su un iPhone o Palm Pre.

myTouch 3G ha il supporto Exchange ActiveSync della Microsoft che dovrebbe rendere più facile da configurare e controllare la posta elettronica. La durata della batteria è migliorata (sei ore di conversazione), e il myTouch viene fornito con una scheda preinstallata microSD da 4GB per memorizzare musica e video. È dotato di connettività Wi-Fi, il supporto Bluetooth stereo e la possibilità di registrare video e caricarli direttamente su YouTube.

Tutto sommato, myTouch 3G è un bel miglioramento rispetto al G1, che dovrebbe fare sicuramente piacere agli utenti T-Mobile e Google. A questo punto sembra proprio che la competizione stia per iniziare.

 

 

Scrivi un commento all'articolo esprimendo la tua opinione sul tema, chiedendo eventuali spiegazioni e/o approfondimenti e contribuendo allo sviluppo dell'argomento proposto. Verranno accettati solo commenti a tema con l'argomento dell'articolo stesso. Commenti NON a tema dovranno essere necessariamente inseriti nel Forum creando un "nuovo argomento di discussione". Per commentare devi accedere al Blog

 

 

Login   
 Twitter Facebook LinkedIn Youtube Google RSS

Chi è online

Ci sono attualmente 3 utenti e 34 visitatori collegati.

Ultimi Commenti