Home
Accesso / Registrazione
 di 

Una intuizione semplifica il calcolo delle Terne Pitagoriche di distanza '1'

01

Le terne pitagoriche sono tre numeri (rispettivamente i due cateti e l’ipotenusa di un ipotetico triangolo rettangolo) obbligatoriamente interi e che soddisfano l’eguaglianza c1^2 + c2^2 = ipo^2 dove c1 e c2 costituiscono i due cateti e ipo costituisce l’ipotenusa. In questo articolo ci occupiamo delle terne pitagoriche a distanza "1" e del loro calcolo che, grazie ad una mia intuizione, è possibile semplificare ed applicare facilmente a qualsiasi linguaggio di programmazione.

Contenuto esclusivo per gli ABBONATI PLATINUM di Elettronica Open Source.

Leggi subito tutto l'articolo e poi ricevilo in PDF all'interno di EOS-Book insieme a tanti altri vantaggi offerti dall'Abbonamento Platinum! Diventa Utente PLATINUM

SCOPRI TUTTI I VANTAGGI DI UN ABBONAMENTO ANNUALE CHE COMPRENDE ANCHE TUTTO L'ARCHIVIO

 

 

 

 

 

Scrivi un commento all'articolo esprimendo la tua opinione sul tema, chiedendo eventuali spiegazioni e/o approfondimenti e contribuendo allo sviluppo dell'argomento proposto. Verranno accettati solo commenti a tema con l'argomento dell'articolo stesso. Commenti NON a tema dovranno essere necessariamente inseriti nel Forum creando un "nuovo argomento di discussione". Per commentare devi accedere al Blog
ritratto di Franco78

Molto interessante.

Molto interessante.

ritratto di Giorgio B.

Se devo essere onesto, non ho capito il senso di questo articolo

Se devo essere onesto, non ho capito il senso di questo articolo...

ritratto di Antonello

A me è piaciuto! Perchè a te no?

A me è piaciuto!
Perchè a te no?

ritratto di Piero Boccadoro

Io l'ho trovata una soluzione intelligente. E' semplice ed ef

Io l'ho trovata una soluzione intelligente.
E' semplice ed efficace...
Perchè non ti è piaciuto questo articolo?

ritratto di PERUZZO FLAVIO

Anche a me è piaciuto.

Mi è capitato di leggere questo articolo quasi per caso.
Anch'io non ho trovato un grande nesso tra l'articolo e l'elettronica O.S.
Ma sono un appassionato di matematica, tra le altre cose, quindi O.K.
Oltre alla giustificazione teorica delle formule riportate, credo di aver trovato un algoritmo migliore di quello riportato nella rivista.
Non credo però che interessi molto. Nel caso mi si può contattare.

 

 

Login   
 Twitter Facebook LinkedIn Youtube Google RSS

Chi è online

Ci sono attualmente 11 utenti e 115 visitatori collegati.

Ultimi Commenti